CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, una Sir Perugia ancora stratosferica abbatte Modena 3 a 1

Perugia Pallavolo Sport Città

Volley, una Sir Perugia ancora stratosferica abbatte Modena 3 a 1

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea 

PERUGIA – Una sfida che ha il sapore del derby d’Italia, tanta è la rivalità tra le due compagini. Una sfida fatta di tanti titoli dalla parte di Modena e di una storia ancora abbastanza giovane dalla parte di Perugia, ma che è già un bel volume. Storia e non solo speranza, quella della Sir dell’anno scorso, che ha coronato il sogno del primo titolo, quello della Supercoppa, al quale si è aggiunto quello della Coppa Italia e dulcis in fundu quello più ambito, che consente alla squadra del patron Sirci di avere cucito sulla maglia lo scudetto tricolore.

I numeri, gli ex e la classifica Ma i numeri dicono anche che l’ultima vittoria di Perugia su Modena risale al 19 gennaio di quattro anni fa. Da quel giorno, quando Modena fu sconfitta al PalaPanini, sono passati 4 anni 9 mesi e 27 giorni, 251 settimane, 1757 giorni e 13 match consecutivi a favore degli emiliani Troppo tempo per non dire che si tratta di qualcosa in più di una rivincita, resa ancor più succulenta dagli ex dalla parte di Modena: Kaliberda, Anzani e soprattutto lo Zar Ivan Zaytsev, che a Perugia siglò il punto dello scudetto. Amarcord e cabala a parte, la partita valeva anche la classifica, perché con Modena a – 1 dopo aver perso un punto con Castellana Grotte e la Sir a punteggio pieno con una serie di sei vittorie da tre punti che rievocano il campionato dello scorso anno, stare sul gradino più alto, se magari conta poco all’inizio del campionato, serve molto per il morale.

Comincia la tifoseria di casa, con i Sirmaniaci vestiti di nero che fanno partire un “pac-man” tutto particolare, anzi un “pac-devil” a forma di block devil che inizia a mangiare tanti puntini bianchi tra le maglie e alla fine arriva vicino a un canarino giallo, che impaurito trema e si lascia andare al diavoletto. Fame di vincere c’è scritto su uno striscione della curva e tutto quello che c’è tra le due squadre significa proprio voglia di vittoria, anzi appetito indicibile. Rispondono i 200 di Modena, ma ci sono quasi 4.000 persone a tifare Sir e si sente.

Modena non molla, ma … Modena parte con Kaliberda in campo al posto di Bednorz, confermando tutti gli altri. Colaci definitivamente rimesso rientra nelle fila di Perugia. All’inizio Modena forza molto al servizio, ma commette molti errori, mentre il muro di Perugia è molto attento e pur essendo vincente solo una volta, consente buone ricostruzioni. Anche la Sir forza al servizio, ma pur trovando solo un ace con Lanza e pur con sette errori dai nove metri, riesce ad incidere quel tanto in più che basta per mettere in difficoltà la ricezione avversaria. Il muro di Modena, invece, frutta 3 punti agli emiliani, ma ironia della sorte è proprio l’ace dello schiacciatore di Perugia a consegnare ai suoi il primo importante break (7 – 4). La Sir si mantiene sempre a distanza di sicurezza nel punteggio e quando lo score si fa “caldo”, nonostante il servizio di Holt crei qualche grattacapo in seconda linea, ci pensa Leon con un pipe delle sue e con un attacco dalla sua mattonella a consegnare a Perugia il set point (24 – 21). Chiuderà Atanasijevic con un morbido pallonetto dietro il muro di Modena (25 – 22). Nel secondo set aumentano i giri del servizio di Perugia e tutto funziona a meraviglia, anche dal punto di vista mentale. Gli aces salgono a 3, l’attacco è sugli stessi livelli del set precedente (rispettivamente 62% e 64%) e magneto-Colaci non sembra affatto risentire del recente infortunio. A “spaccare” il parziale è Atanasijevic, che mette a segno tre attacchi quasi consecutivi sul finale del frangente, uno proprio su alzata in bagher di Colaci. Lanza con un ace metterà a segno il punto del suggello (25 – 22). Sul 2 a 0 per i padroni di casa, Modena profonde il massimo sforzo. Gli ex non ci stanno ed alzano un po’ la percentuale dell’attacco. Gli uomini di Velasco controllano il punteggio, ma Perugia è sempre lì attaccata e si riporta a – 1 proprio sul finale (23 – 24) grazie ad una chiusura in diagonale di Atanasijevic in attacco. Ci sono tre aces dell’opposto serbo sul finire del set, ma la difesa dei modenesi argina a sufficienza Leon, tanto che proprio alcune difese di attacchi del cubano, propizieranno la chiusura del set Zaytsev metterà a segno la zampata vincente che consentirà ai suoi di accorciare nel conto dei set.

ma la Sir è incontenibile Incontenibile per la Sir, questo è il termine giusto per il quarto set, ma un po’ in genere per l’intera partita. L’impressione che De Cecco e compagni possano dilagare, si avverte quando Leon mette a segno, (ma questa non è certo una novità) tre aces consecutivi, portando i Block Devils sul 9 a 4, con l’ultimo missile scagliato alla velocità di 134 km/h! Velasco capisce che senza cambiare qualcosa la partita è certamente persa e fa entrare Bednorz al posto di Kaliberda. Ma sembra più un placebo. Di fatto, anche se il cambio frutta qualche punto in più in attacco, non serve a nulla. Perugia continua la sua marcia inarrestabile e si mantiene costantemente a 6/7 punti di distanza. De Cecco va che è una delizia e anche nelle situazioni più difficili riesce ad innescare l’attacco di palla bassa. Il PalaBarton esplode per lui quando, dopo alcune difese strenue dei suoi, d aposizione quasi impossibile aziona Ricci che chiude inesorabilmente. Tutto questo significa un 71% in attacco di squadra per la Sir, 6 aces, il 67% di ricezione positiva e l’attacco al centro con Podrascanin e Ricci che vanno sopra all’80%. Per una Sir così non basterebbe nemmeno la miglior Modena e forse nemmeno le altre migliori del campionato. Chiuderà il match il sempre più ritrovato Lanza, sia in attacco, sia in ricezione, ma soprattutto al servizio, con un ace che vale il tripudio del palazzo e della muraglia bianca sugli spalti. MVP, ma ormai sembra un disco incantato, tale Leon che sembra aver da sempre giocato in questa squadra. Il telegramma finale è uno solo: tabu sfatato e primato solitario in classifica, ma che a grazie alla vittoria di oggi consente di guardare Modena con 4 punti di distanza.

Primo set

Si parte con Modena al servizio con Urnaut.
Ricezione di Lanza, che poi mette a terra: 1 – 0 Sir.
Raddoppia Atanasijevic: 2 – 0.
Errore al servizio di Atanasijevic, ma poi Ricci dal centro ristabilisce le distanze: 3 – 1 Sir.
Errore al servizio di Leon: 3 – 2 Sir.
Lanza spinge una palla d’astuzia: 4 – 2 Sir.
Il muro della Sir su Kaliberda è out: 4 – 3 Sir.
Errore al servizio di Modena: 5 – 3 Sir.
Anche De Cecco sbaglia dai nove metri, così come Holt: 6 – 4 Sir.
Ace di Lanza sull’angolo di posto 5: 7 – 4 Sir.
Primo punto per Zaytsev con un mani out: 7 – 5 Sir.
Errore al servizio di Christenson: 8 – 5 Sir.
Zaytsev murato, chiude Leon con un mani out: 9 – 5 Sir.
Errore in attacco di Zaytsev da posto 4: 10 – 5 Sir.
Pallonetto vincente di Atansijevic, attacco out si Urnaut, ma c’è un cartellino verde per la Sir, che si autoaccusa di un tocco a muro: 10 – 5 Sir.
Mani out su attacco dal centro della Sir: 12 – 6 Sir.
Prmo tempo vincente di Anzani: 12 – 7 Sir.
Leon altissimo sopra il muro appoggia a terra, ma poi sbaglia al servizio: 13 – 8 Sir.
Fast di Ricci vincente: 14 – 8 Sir.
Holt a terra per il 14 – 9 Sir.
Attacco di Atansijevic murato con successo da Urnaut: 14 – 10 Sir.
Lanza murato: 14 – 11 Sir.
Invasione aerea di De Cecco e Modena è a – 2: 14 – 12 Sir.
Lanza e poi Zaytsev e Modena è sempre a – 2: 15 – 13.
Errore di Holt al servizio: 16 – 13 Sir.
Zaytsev per il 16 – 14 Sir.
Ricezione di Colaci e Leon ancora altissimo chiude sui 3 metri: 17 – 14 Sir.
Anzani murato da Ricci ed è 18 – 14 Sir.
Urnaut d’astuzia sulle mani del muro di Leon e poi sull’asta: 18 – 15 Sir.
Invasione su attacco di Atanasijevic: 19 – 15 Sir.
Atansijevic murato: 19 – 16 Sir.
Leon riceve in palleggio e chiude dalle sue altezze: 20 – 16 Sir.
Poi l’attaccante cubano sbaglia al servizio, ma Zaytsev lo copia: 21 -17 Sir.
Anche Della Lunga sbaglia al servizio: 21 – 18 Sir.
Leon aggiusta un’alzata non proprio perfetta su una pipe: 22 – 18 Sir.
Accorcia ancora Zaytsev: 22 – 19 Sir.
Ace di Holt: 22 – 20 Sir.
Pipe vincente di Leon dopo servizio incisivo di Holt: 23 – 20 Sir.
Out la battuta di Lanza: 23 – 21 Sir.
Ancora Leon vincente: 24 – 21 Sir.
Urnaut annulla il primo set point: 24 – 22.
Chiude il primo set Atanasijevic con un morbido pallonetto che cade dietro il muro di Modena: 25 – 22.

Secondo set

Il prim o punto è per Kaliberda in attacco: 1 a 0 Modena.
Ci pensa Leon ad aggiustare una palla molto difficile in attacco: 1 – 1.
Muro vincente di Ricci su Holt: 2 – 1 Sir.
Poi Holt si rifà e mette a segno il 2 pari.
Leon sbroglia ancora in attacco: 3 – 2 Sir.
Pipe vincente di Urnaut: 3 pari.
Out il servizio di Kaliberda: 4 – 3 Sir.
Kaliberda trova un mani out: 4 pari.
Leon aggiusta ancora una pipe appoggiando dietro il muro: 5 – 4 Sir.
Servizio aut di Ricci, in rete quello di Christenson: 6 – 5 Sir.
Atanasijevic porta la Sir a + 2: 7 – 5.
Anzani murato da Podrascanin: 8 – 5 Sir.
Ancora un mani out di Urnaut: 8 – 6 Sir.
Podrascanin ed è 9 – 6 Sir.
Zaytsev vincente in parallela: 9 – 7 Sir.
Atansijevic mette a terra su alzata di Podrascanin: 10 – 7 Sir.
Modena a – 2 con un attacco mani out: 10 – 8.
Ace di Zaytsev: 10 – 9 Sir.
Tocco a muro di Modena su attacco di Atanasijevic: 11 – 9 Sir.
Holt mette a terra dopo una lunga azione: 11 – 10 Sir.
Servizio out di Kaliberda: 12 – 10 Sir.
Primo ace di Leon (124 km/h): 13 – 10 Sir.
Pallonetto vincente di Kaliberda: 13 – 11 Sir.
Atanasijevic vincente dopo servizio potente di Holt: 14 – 11 Sir.
Primo tempo vincente di Anzani: 14 – 12 Sir.
Attacco out di Atanasijevic: 14 – 13 Sir.
Anche Lanza mette fuori in attacco: 14 pari.
Primo tempo vincente di Podrascanin: 15 – 14 Sir.
Zaytsev passa tra le mani del muro e la palla cade a terra. 15 pari.
Servizio out di Uranut: 16 – 15 Sir.
Kaliberda con pazienza mette a segno un mani out: 16 pari.
Leon riceve in palleggio e mette a terra: 17 – 16 Sir.
Out il servizio di Podrascanin, il videocheck conferma: 17 pari.
Anche Zaytsev spedisce fuori dai nove metri: 18 – 17 Sir.
Tapin di Holt ed è di nuovo parità: 18 – 18.
Leon ancora una volta vincente in diagonale: 19 – 18 Sir.
Ace di Leon (127 Km/h): 20 – 18 Sir.
Leon sbaglia al servizio mettendo in rete: 20 – 19 Sir.
Pareggia Zaytsev: 20 – 20.
Atanasijevic su alzata in bagher di Colaci: 21 – 20 Sir.
Zaytsev mette a terra: 21 pari.
Podrsacanin chiude il primo tempo: 22 – 21 Sir.
Errore di De Cecco al servizio: 22 pari.
Atanasijevic vincente da posto 4: 23 – 22 Sir.
Ancora Atanasijevic vincente, questa volta dalla sua mattonella: 24 – 22.
Ace di Lanza: 25 – 22 Sir.

Terzo set

Ricci mette a terra il primo punto: 1 – 0 Sir.
Pareggia Modena, ma l’attacco di Leon, pur difeso, consegna il punto alla Sir: 2 – 1 Perugia.
2 pari dopo l’errore al servizio di Leon.
Zaytsev spedisce fuori dai nove metri: 3 – 2 Sir.
Ace anche per ricci con Urnaut che no riesce a ricevere in palleggio: 4 – 2 Sir.
Accorcia Holt: 4 – 3 Sir.
Attacco out di Lanza, ma poi è Atanasijevic a riportare Perugia in vantaggio: 5 – 4 Sir.
Christenson pareggia con un tapin: 5 – 5.
Primo tempo no look di Podrascanin: 6 – 5 Sir.
Urnaut vincente in diagonale: 6 pari.
Mani out di Atanasijevic dopo salvataggio di Colaci: 7 – 6 Sir.
Out il servizio di Podrascanin: 7 pari.
Leon spazzola le mani del muro: 8 – 7 Sir.
Muro vincente di De Cecco: 9 – 7 Sir.
Servizo out di Podrscanin: 9 – 8 Sir.
Leon riceve ancora in palleggio e chiude in attacco: 10 – 8 Sir.
Leon sbaglia al servizio: 10 – 9 Sir.
Mani out vincente di Lanza: 11 – 9 Sir.
Zaytsev spinge con successo sule mani del muro: 11 – 10 Sir.
Lanza murato: 11 pari.
Il muro di Perugia tocca sull’attacco di Urnaut e Modena passa in vantaggio: 12 – 11.
Ace di Kaliberda su jump flot di Urnaut che sorprende Leon: 13 – 11 Modena.
Ace di Holt, il videocheck conferma: 15 – 12 Modena.
Holt pesta la riga al servizio: 15 – 13 Modena.
Lanza mette in rete il servizio: 16 – 13 Modena.
Ace di Christenson su Leon: 17 – 13 per gli ospiti.
Poi il palleggiatore americano mette fuori la battuta: 17 – 14 Modena.
Urnaut spinge la palla dietro il muro: 18 – 14 Azimut.
Leon accorcia a – 3: 18 – 15 Sir.
Ace di Atanzasijevic, il videocheck conferma: 18 – 16 Sir.
Raddoppia l’ace il serbo, questa volta con l’aiuto del nastro: 18 – 17 Modena.
Terzo ance consecutivo di Atanasijevic, questa volta sull’angolo di posto 1: 18 pari.
Errore al servizio di Atanasijevic: 19 – 18 Modena.
Modena a + 3 dopo due attacchi di Leon difesi e altrettanti attacchi vincenti dei suoi: 21 – 18 Modena.
Leon mette a terra, ma poi sull’azione successiva Zaytsev è vincente: 22 – 19 Modena.
Zaytsev incide al servizio e Atanasijevic viene murato con successo: 23 – 19 Sir.
Out il servizio di Zaytsev: 23 – 20 Modena.
Kaliberda murato dopo il servizio corto di Della Lunga: 23 – 21 Modena.
Errore di Della Lunga al servizio: 24 – 21 Modena.
Out il servizio jump flot di Kaliberda: 24 – 22 Modena.
Atanasjievic chiude in diagonale e la Sir. È a – 1: 24 – 23 .
Chiude il set Zaytsev: 25 – 23.

Quarto set

Primo tempo vincente di Holt: 1 – 0 Azimut.
Podrascanin murato: 2 – 0 Modena.
Servizio out di Zaytsev, che poi sbaglia in attacco: 2 pari.
Kaliberda, mani out ed è 3 a 2 per l’Azimut.
Primo tempo vincente di Ricci: 3 pari.
Holt murato, ma poi Urnaut attacca con successo: 4 – 3 Modena.
Servizio in rete di Holt: 4 pari.
Atanasijevic dopo attenta copertura di Colaci: 5 – 4 Sir.
Ace di Leon: 6 – 4 Sir.
Ancora Leon, questa volta in attacco: 7 – 4 Sir.
Ace di Leon, il videocheck conferma: 8 – 4 Sir.
Ancora ce di Leon, che colpisce Kaliberda a 134 km/h: 9 – 4 Sir.
Il cubano termina la serie al servizio spedendo in rete, ma anche Christenson mette fuori dai nove metri, mentre Ricci va ancora in rete: 10 – 6 Sir.
Ace di Urnaut: 10 – 7 Sir.
Lanza riporta la Sir a + 4 con un mani out: 11 – 7.
Anzani dal centro per l’11 – 8 Sir.
Lanza vincente da posto 2 in parallela: 12 – 8 Sir.
Holt per il 12 – 9 Sir.
Atanasijevic potentissimo ed è 13 – 9 Sir.
Ace di Podrascanin: 14 – 9 Sir.
Bednorz vincente, ma poi lo schiacciatore sbaglia al servizio; il videocheck smentisce ed è 14 – 11 Sir.
Bednorz sbaglia al servzio: 15 – 11 Sir.
Ace di Atanasijevic su posto 1: 16 – 11 Sir.
Grande difesa di Lanza e chiusura di Atanasijevic: 17 – 11 Sir.
Tapin di Holt propiziato da un attacco di Zaytsev: 17 – 12 Sir.
Leon si ferma in aria e mette a terra: 18 – 12 Sir.
Magia di De Cecco che aziona Ricci dopo un lungo scambio ed è 19 – 12 Sir.
Leon prova un servizio corto ma mette in rete: 19 – 13 Sir.
Urnaut vincente: 19 – 14 Sir.
Ancora Atanasijevic vincente: 20 – 14 Sir.
Urnaut passa tra le mani del muro: 20 – 15 Sir.
Lanza dopo un’ottima di fesa di Modena della pipe di Leon: 21 – 15 Sir.
Bednorz passa ancora, ma il videocheck dice che c’è invasione: 22 – 15 Sir.
Muro vincente della Sir che è a 2 punti dal match: 23 – 15.
Bednorz mette a segno un pallonetto dietro il muro: 23 – 16 Sir.
Pipe vincente di Leon e per la Sir ci sono 8 match point: 24 – 16.
Ace di Lanza e Perugia conquista il set ed il match: 25 – 16 Sir.
Terzo set

Ricci mette a terra il primo punto: 1 – 0 Sir.
Pareggia Modena, ma l’attacco di Leon, pur difeso, consegna il punto alla Sir: 2 – 1 Perugia.
2 pari dopo l’errore al servizio di Leon.
Zaytsev spedisce fuori dai nove metri: 3 – 2 Sir.
Ace anche per ricci con Urnaut che no riesce a ricevere in palleggio: 4 – 2 Sir.
Accorcia Holt: 4 – 3 Sir.
Attacco out di Lanza, ma poi è Atanasijevic a riportare Perugia in vantaggio: 5 – 4 Sir.
Christenson pareggia con un tapin: 5 – 5.
Primo tempo no look di Podrascanin: 6 – 5 Sir.
Urnaut vincente in diagonale: 6 pari.
Mani out di Atanasijevic dopo salvataggio di Colaci: 7 – 6 Sir.
Out il servizio di Podrascanin: 7 pari.
Leon spazzola le mani del muro: 8 – 7 Sir.
Muro vincente di De Cecco: 9 – 7 Sir.
Servizo out di Podrscanin: 9 – 8 Sir.
Leon riceve ancora in palleggio e chiude in attacco: 10 – 8 Sir.
Leon sbaglia al servizio: 10 – 9 Sir.
Mani out vincente di Lanza: 11 – 9 Sir.
Zaytsev spinge con successo sule mani del muro: 11 – 10 Sir.
Lanza murato: 11 pari.
Il muro di Perugia tocca sull’attacco di Urnaut e Modena passa in vantaggio: 12 – 11.
Ace di Kaliberda su jump flot di Urnaut che sorprende Leon: 13 – 11 Modena.
Ace di Holt, il videocheck conferma: 15 – 12 Modena.
Holt pesta la riga al servizio: 15 – 13 Modena.
Lanza mette in rete il servizio: 16 – 13 Modena.
Ace di Christenson su Leon: 17 – 13 per gli ospiti.
Poi il palleggiatore americano mette fuori la battuta: 17 – 14 Modena.
Urnaut spinge la palla dietro il muro: 18 – 14 Azimut.
Leon accorcia a – 3: 18 – 15 Sir.
Ace di Atanzasijevic, il videocheck conferma: 18 – 16 Sir.
Raddoppia l’ace il serbo, questa volta con l’aiuto del nastro: 18 – 17 Modena.
Terzo ance consecutivo di Atanasijevic, questa volta sull’angolo di posto 1: 18 pari.
Errore al servizio di Atanasijevic: 19 – 18 Modena.
Modena a + 3 dopo due attacchi di Leon difesi e altrettanti attacchi vincenti dei suoi: 21 – 18 Modena.
Leon mette a terra, ma poi sull’azione successiva Zaytsev è vincente: 22 – 19 Modena.
Zaytsev incide al servizio e Atanasijevic viene murato con successo: 23 – 19 Sir.
Out il servizio di Zaytsev: 23 – 20 Modena.
Kaliberda murato dopo il servizio corto di Della Lunga: 23 – 21 Modena.
Errore di Della Lunga al servizio: 24 – 21 Modena.
Out il servizio jump flot di Kaliberda: 24 – 22 Modena.
Atanasjievic chiude in diagonale e la Sir. È a – 1: 24 – 23 .
Chiude il set Zaytsev: 25 – 23.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT LEO SHOES MODENA 3-1 (25-22, 25-22, 23-25, 25-16)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 21, Podrascanin 7, Ricci 8, Leon 25, Lanza 21, Colaci (libero), Della Lunga, Seif, Galassi. N.e.: Piccinelli, Hoogendoorn, Gabriele. All. Bernardi, vice all Fontana.

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Christenson 2, Zaytsev 15, Anzani 3, Holt 13, Urnaut 17, Kaliberda 7, Rossini (libero), Mazzone, Bednorz 3. N.e.: Benvenuti (libero), Pierotti, Van der Ent, Pinali, Keemink. All. Velasco, vice all. Cantagalli.

Arbitri: Daniele Rapisarda – Andrea Puecher

LE CIFRE – PERUGIA: 22 b.s., 14 ace, 55% ric. pos., 24% ric. prf., 61% att., 6 muri. MODENA: 20 b.s., 7 ace, 46% ric. pos., 21% ric. prf., 53% att., 6 muri.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere