CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, tutto semplice per la Sir Perugia: i gironi di Champions sono realtà

Perugia Pallavolo Sport Città

Volley, tutto semplice per la Sir Perugia: i gironi di Champions sono realtà

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea 

PERUGIA – L’estate di San Martino non ha regalato temperature particolarmente miti, ma oggi ci hanno pensato i Diavoli del presidente Sirci a riscaldare l’atmosfera del Pala Evangelisti. Già prima del match, come di consueto, lo avevano fatto i Sirmaniaci ed il numeroso pubblico accorso sugli spalti, che forse hanno voluto “scaldare” un po’ anche i bielorussi, abituati tra le mura amiche (lo abbiamo visto e detto a proposito del match di andata) agli applausi ritmati ed agli uomini in divisa con tamburo d’ordinanza, piuttosto che ai coinvolgenti cori della curva perugina. Alla fine estate è stata per la Sir, che potrà godersi un po’ di “ferie” rispetto agli impegni di Champions League. Bernardi mette in campo la squadra concedendo un un po’ di turn over a Zaytsev – nei confronti del quale i tifosi perugini hanno dedicato un coro affettuoso nel finale -, avvicendato da Berger, mentre al centro fa rientrare Anzani. Perugia parte subito molto forte, seguendo le indicazioni di Podrascanin, che prima della partita aveva evidenziato come sarebbe stato meglio chiudere senza tanti fronzoli e senza concedere nulla. Questa sera, poi, il compito è stato ancora più facile, perché Soligorsk non è apparso concentrato come nel match di andata, forse distratto dall’ambiente sempre molto caldo e dal settimo giocatore in campo dei padroni di casa, ovvero il pubblico.  Grazie ad una devastante serie di Atanasijevic al servizio, la Sir si porta subito molto avanti nel punteggio del primo set, concretizzando attacchi altrettanto incisivi con tutti i suoi terminali offensivi. Degne di nota sono alcune pipe di Berger, chiamato spesso da De Cecco con questo schema. Il resto è rappresentato dalle solite certezze, con Anzani e Podrascanin che non si fanno certo desiderare quando invitati dal loro regista. Anche Russell incide molto al servizio, trovando lungolinea millimetrici, alternati a potenti palle scagliate nelle classiche zone di conflitto. Il set finisce con ampio margine di vantaggio (25 a 15). Il secondo set sembra la fotocopia del primo e le note di cronaca da segnalare sono rappresentate più dai cambi tattici (Della Lunga per Anzani per incidere al servizio) e da Atanasijevic sostituito da Andric sul finale del set. Ma cambiando l’ordine dei fattori, quello che non è cambiato è stato il risultato del parziale: 25 a 16 per Perugia. A questo punto i padroni di casa, avendo vinto 3 a 1 all’andata, sono già qualificati e Bernardi decide altri cambi, facendo entrare Della Lunga (questa volta non in virtù di seelta tattica) al posto di Russell ed Andric per Atanasijevic.  Nel terzo set gli ospiti sembrano voler dire qualcosa in più, probabilmente per onorare il campo, ma anche le seconde linee dei Block Devils (di tutto rispetto, vale la pena di aggiungere), sono decise a concludere presto. Nel finale del parziale entra anche Ricci al posto di Podrascanin, con la curva ed il palazzetto tutto che tributano vere e proprie standing ovation ai titolari che si accomodano in panchina. Soligorsk non riesce mai a farsi avanti ed il vantaggio dei padroni di casa rimane sempre sopra il break, con giocate di assoluta qualità dei subentrati. Il set si conclude 25 a 19 a favore della Sir, che ora aspetta il sorteggio del girone di Champions League del 17 novembre prossimo.  Chiosa finale sulle stagioni: una dolce estate, che però, quanto al campionato, sarà proprio come quella di San Martino; cioè molto breve, visto che mercoledì si tornerà a giocare un incontro molto impegnativo con Trento, che di certo non mollerà nulla, desiderosa come è di uscire da una crisi iniziale, che vede la squadra di mister Lorenzetti lontana di ben 11 punti rispetto a quella di Bernardi.

Primo set L’inizio dell’incontro viene posticipato di 10′ a causa di un improvviso black out. La situazione nel giro di pochi minuti torna alla normalità e alle 18.10 comincia la sfida. Il primo allungo di Perugia avviene quando un ace di Atanasijevic vale il 5-3. I bielorussi sono costretti a chiedere time out dopo un potente servizio di Bata. Doppia pipe di Berger ed è 8-3. Magia di De Cecco a una mano e Magnum chiude da posto due (9-3). Atanasijevic è un rullo compressore (11-4). Russell porta i suoi sul 13-7 dopo una grande difesa di Colaci. Bata incide ancora a servizio (17-10). Sul 20-12 Sir, Ricci prende il posto di Russell, mentre Delle Lunga sostituisce Anzani. Dore manda in tilt la ricezione avversaria (21-12). E’ Anzani a siglare il 25-15 di fine primo set.

Secondo set All’inizio del secondo set, Russell e Podrascanin mettono le cose in chiaro (6-4). Lo statunitense dei perugini è autore di un ace stupendo lungo linea che significa 7-4 Perugia. Al termine di un palleggio velocissimo di De Cecco, Anzani la mette giù e fa il punto dell’8-5. Gli ospiti tornano sotto con Radzuk (9-7). Primo tempo imprendibile del Potke e un errore di Soligosk conducono i Block Devils sul 12-9. Dopo un contrasto a rete del capitano, il magnifico muro dei padroni di casa dimostra di essere più massiccio che mai (15-11). Un attacco perfetto di Berger e una pipe mandano i bianconeri sul 18-12. Podrascanin fa impazzire il Pala Evengalisti e manda la Sir 22-14. I troppi errori dei rivali fanno conquistare agevolmente la seconda frazione agli uomini di Lollo Bernardi (25-15).

Terzo set Nel terzo set Andric entra in campo al posto di Bata. Anzani ruggisce ed è 2-1 Perugia. Russell è infallibile e costruisce fino al 5-2. Pure Andric non sbaglia (6-3). Soligosk non è precisa al servizio e regala alla Sir il punto del 7-3. Tira e molla in battuta fra bielorussi e perugini, che rimangono in testa (8-4). Gli ospiti tornano quindi a farsi sotto, portandosi a -2 (10-8). Magia da parte di De Cecco, la Sir si aggiudica il punto grazie ad un errore della formazione in divisa gialla (13-9). Ancora Andric va a segno con un attacco potente (15-10). Doppio avvicendamento per i bianconeri: Della Lunga e Ricci entrano al posto di Russell e Podrascanin. Attacco out di Berger. Perugia chiede il video check che dà ragione agli ospiti (16-13). Andric attacca con potenza ed è 19-15. Dopo due mani out, Soligosk rosicchia qualcosa agli umbri (20-17). Andric tenta l’ace, che viene rigettato dal nastro (20-18). Smash di De Cecco, che consente alla Sir di arrampicarsi fino al 21-18. Altro punto firmato da Andric ed è 22-19. Niente problemi nel finale per gli uomini di Bernardi che conquistano il match e l’accesso ai gironi di Champions.

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA – SHAKHTIOR SOLIGORSK 3-0 (25-15, 25-16, 25-19)

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 6, Podrascanin 9, Anzani 7, Berger 10, Russell 13, Colaci (libero), Della Lunga 2, Ricci, Andric 5. N.e.: Zaytsev, Siirila, Cesarini (libero), Shaw. All. Bernardi, vice all Fontana.

SHAKHTIOR SOLIGORSK: Haramykin 1, Zhyhmont 10, Shmat 1, Venski, Radziuk 5, Khmialeuski 2, Budziukhin (libero), Voinau, Bondar 1, Pryshmont 1, Pratasenia, Martynau 2, Drapchynski. N.e.: Marchenko (libero). All. Beksha, vice all. Dubina.

Arbitri: Mario Bernaola (SPA)- Koen Luts (BEL)

Supervisor: Tomas Singer (SVK)

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere