CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, Supercoppa: la Sir Perugia stende Civitanova e vola in finale

Perugia Pallavolo Sport

Volley, Supercoppa: la Sir Perugia stende Civitanova e vola in finale

Redazione sportiva
Condividi

di Cecilia De Angelis

Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (22-25, 25-21, 29-31, 19-25)

Cucine Lube Civitanova: Sokolov 14, Candellaro 5, Pesaresi, Kaliberda 4, Juantorena 18, Casadei 2, Stankovic 9, Jaumel, Cester 3, Grebennikov (L), Corvetta 1, Cebulj 8. Non entrati Randazzo. All. Blengini

Sir Safety Conad Perugia: Russell 14, Zaytsev 21, Della Lunga, Mitic, Berger 11, De Cecco, Bari (L), Birarelli 9, Podrascanin 12. Non entrati Buti, Tosi, Chernokozhev, Franceschini, Atanasijevic. All. Kovac

Arbitri: Simbari, Pasquali

MODENA – Semifinale al cardiopalma quella giocata al Pala Panini di Modena tra la Lube Civitanova e Sir Safety Conad Perugia, che si aggiudica l’accesso alla finale della Supercoppa Italiana.
Un primo set emozionante dominato dall’entusiasmo e dalla carica dei ragazzi di Kovac terminato con il punteggio di 22 a 25 per la Sir Safety, con un Podrascanin imbattibile a muro e Zaytsev che non delude le aspettative e chiude il set.
La partita nel secondo set è stata giocata invece in modalità sottotono dai Block Devils che si sono lasciati sopraffare dalla grinta della Lube, con gli ace mirati di Sokolov e qualche errore di troppo nei servizi della Sir.
Ma come si suol dire il bello deve ancora arrivare ed arriva al terzo set, con una rimonta eccezionale e molto combattuta da parte della squadra perugina. Il set infatti termina con lo straordinario punteggio di 29 a 31 per i ragazzi di Kovac. Gli olimpionici nostrani Russell e Zaytsev si fanno sentire e colpiscono al massimo fino a chiudere il set con un quasi impossibile muro di Potke.
Si passa quindi al quarto ed ultimo set, Lube cede in corsa lasciando spazio alla Sir che conquista senza particolare fatica anche l’ultimo parziale, portandosi in vantaggio dall’inizio con Podrascanin, che gioca una gara impeccabile, non da meno lo Zar che nonostante un errore di battuta tiene fisso l’obiettivo tornando a far sognare i Block Devils. Ma è con il boato dei Sirmaniaci a far esplode il Pala Panini, grazie all’ace di Podrascanin che chiude le danze della semifinale.

La squadra c’è, la motivazione è forte ed il pubblico aspetta solo questo. Siamo pronti a vederne delle belle, domani c’è la finale.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere