CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, Sir Perugia: il sogno dello scudetto al primo match point si infrange in terra marchigiana

EVIDENZA Pallavolo Sport Extra Città

Volley, Sir Perugia: il sogno dello scudetto al primo match point si infrange in terra marchigiana

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

Civitanova Marche – Che la Lube stasera avrebbe tenuto “il gas a martello” c’era forse da aspettarselo, costretta come era a dover annullare il match point che la Sir si era guadagnata dopo la vittoria di gara 3.

E che la Sir stasera accarezzasse un sogno il cui nome nessuno di fede bianconera osa pronunciare, è altrettanto vero.

Però i sogni, si perdoni il gioco di parole, diventano realtà proprio grazie alla realtà. Tradotto in termini sportivi: bisogna fare qualcosa sul campo.

Ma mentre Civitanova ha fatto il suo e forse anche qualcosa in più, la Sir di gara 4 della finale scudetto è apparsa un po’ appannata; e pur riavvicinandosi nel punteggio o cercando di evitare strappi decisivi, ha inesorabilmente ceduto.

Beninteso, non che i padroni di casa abbiano beneficiato esclusivamente di queste “foschie”, anzi essendosi meritati ampiamente la vittoria grazie a prestazioni di altissimo livello di alcuni, ma è certo come una grossa mano gliel’abbiano data i Block Devils. Lo sport in genere, e il volley non è un’eccezione, non è una bilancia perfetta nella quale i pesi di una prestazione migliore facciano definitivamente spostare da una parte il suo ago, ma per giocarsela fino in fondo serve almeno che quell’ago sia in equilibrio.

Tornando alla manopola del gas, nel match di oggi la Lube è partita a manetta fin dal primo set. Nel game non solo 5 aces (3 di capitan Stankovic e uno a testa di Juantorena e Christenson), ma anche 3 errori contro 6 dalla linea dei nove metri ed un’incisività in questo fondamentale che spesso ha messo in crisi la ricezione della Sir.

Bernardi si rende conto che qualcosa (o forse più di qualcosa) non vada per il  verso giusto, perché non è certo usuale che uno come Atanasijevic metta a segno il primo attacco solo quando il punteggio è sul 14 a 12 a favore degli avversari. Il primo attacco della Sir su ricezione positiva non è poi così male (50%) come non è male quello dopo ricezione negativa (57%), ma il problema è che il 38% di ricezione positiva è troppo poco anche quando arrivano palle difficili.

L’uomo che soffre di più in seconda linea è Russell, che viene sostituito da Berger a metà del primo frangente. Ma il cambio non giova a quella che dovrebbe essere la chiave di volta per far girare dalla parte della Sir la partita, o quanto meno il set. Il contrattacco non decolla e il 38% in questa situazione di gioco è ancora troppo poco per spuntarla.

Le cose vanno un po’ meglio nel secondo set, quando la Sir aumenta le percentuali sia in attacco (54%), sia in ricezione (53%). Ma anche se la Lube non allunga con decisione, la sensazione è che gli uomini di Bernardi giochino più sulle situazioni contingenti. Però si rivede anche qualche numero al servizio: prima con una serie di Zaytsev che non consente buoni attacchi dall’altra parte, piuttosto propiziando due muri vincenti di Atanasijevic e Russell che riportano la Sir a – 1 (18 – 19); poi con lo stesso Atanasijevic. Si va ai vantaggi e Bernardi capisce come la sua squadra, che non gira come dovrebbe in attacco, abbia bisogno di qualcosa in più in seconda linea. Esce Russell per Cesarini, che sceso in campo con la maglia “normale”, consente in pratica di giocare con due liberi.

Ed è proprio dopo un’ottima difesa di Cesarini che si sviluppa poi l’azione che porta la Sir sull’1 pari con un primo tempo vincente di Podrascanin (26 – 24).

La conquista del secondo set è frutto di una mossa veramente azzeccata. Ma si è trattato di una situazione particolare, che alla fine la dice tutta su cosa sia mancato a Perugia.

Anche nel terzo set, grazie ad un attacco che gira a mille, con Juantorena che sbaglia veramente poco e con un ritrovato Sokolov, la Lube mantiene le distanze e mette a segno l’allungo decisivo con una serie di Stankovic al servizio (13 – 10).

La mossa di Bernardi è ancora l’ingresso di Cesarini in seconda linea per contenere il servizio avversario, che trova incisività anche con Christenson. Ma quando al contrattacco servono due o tre tentativi consecutivi significa che dall’altra parte anche il muro, quand’anche non vincente, è decisivo. Al contrario quando il muro di Perugia tocca, la ricostruzione è sempre poco efficace e talvolta macchinosa.

Ceduto il terzo set con l’allungo decisivo di Civitanova sul finale (25 – 19), sale in cattedra anche il muro dei padroni di casa (11 vincenti in totale) e per una Sir che avrebbe bisogno di ben altro per tenere i piatti della bilancia in bilico, c’è poco da fare. Non bastano i 20 punti di Atanasijevic, i 9 a testa di Russell e Zaytsev, i 7 di Anzani e i 6 di Podrascanin quando si mettono a segno solo 3 muri (due nel secondo set e uno nel quarto). E’ così che l’attacco della Lube ha vita facile e la Sir cede definitivamente con il punteggio di 25 a 20.

Si potrebbe sminuzzare la partita in mille altre analisi, anche con dati e percentuali alla mano. Ma il risultato, a parte quello sul campo, non cambierebbe. Già, perché per vincere e per far sì che quel sogno ancora possibile diventi realtà, ci vorrà la Sir che ha fatto del break point e del servizio il suo marchio di fabbrica. Ma ci vorrà anche molta attenzione in seconda linea, soprattutto in ricezione, perché non si può sempre beneficiare del calo degli avversari. E Bernardi questa cosa della ricezione l’ha già detta ai suoi nel corso della partita di oggi, quando rivolgendosi a Russell ha evidenziato: “Aaron, quando la ricezione è facile, la palla deve essere perfetta”.

Tutte queste cose, quasi scontato direlo, i giocatori della Sir le sanno e le sanno fare, altrimenti non sarebbero dove sono e non sarebbero dove sono sempre stati quest’anno.

E il pubblico di Perugia, dal canto suo, siccome non ha mai smesso di sognare, stiperà ancora il PalaEvangelisti nella decisiva gara di domenica, sperando che il sogno non sia rimandato ancora e che diventi un grido di orgoglio, una coppa, una medaglia al collo, un titolo da mettere in bacheca … un nuovo grande abbraccio alla sua squadra.

Primo set

Si parte con Zaytsev al servizio, palla out e primo punto per le Lube.
Ace di Christenson in zona di conflitto tra Russell e Colaci: 2 a 0 Lube.
Zaytsev riceve e sgancia una pipe vincente: 2 – 1 Lube.
3 a 1 Lube sull’attacco di Sokolov.
4 a 1 Lube con un ace di Juantorena.
Russell mette a terra dopo la ricezione di Zaytsev: 4 a 2 Lube.
Servizio in rete di Atanasijevic: 5 a 2 Lube.
Atanasijevic murato dopo una lunga azione: 6 a 2 Lube. Bernardi chiede time out.
Attacco out di Russell dopo una ricezione problematica: 7 a 2 Lube.
De Cecco di seconda intenzione mette a terra: 7 – 3 Lube.
Juantorena da seconda linea: 8 – 3 Lube.
Primo tempo di Anzani: 8 – 4 Lube.
Pipe di Juantorena ed è 9 a 4 per la Lube.
Il primo attacco di Atanasijevic (in parallela) è out, ma c’è invasione di Juantorena sancita dal videocheck: 9 a 5 Lube.
10 a 5 per i marchigiani con la Sir che non riesce a difendere, ma poi Podrascanin mette a terra in primo tempo per il 10 a 6 per i padroni di casa.
A segno Juantorena da posto 4: 11 – 6 Lube.
Out il servizio di Christenson: 11 – 7 Lube.
Errore al servizio di Podrascanin: 12 – 7 Lube.
Atanasijevic mette a segno due punti consecutivi in attacco: 12 – 9 Lube.
Kovar alto sulle mani del muro, non c’è tocco e Perugia è a – 2: 12 – 10 Lube.
Out il servizio di Atanasijevic: 13 – 10 Lube.
Con l’aiuto del nastro Stankovic mette a segno il terzo ace peri suoi: 14 – 10 Lube.
Berger subentrato a Russell non si intende con Anzani e la palla cade dalla parte di Perugia e la Lube è di nuovo a + 5: 15 – 10.
Berger mette a segno il suo primo punto con l’attacco da posto 4: 15 – 11 Lube.
Atanasijevic a terra ed è 15 – 12 Lube.
Errore di Berger al servizio, poi di Sokolov: 16 – 13 Lube.
Ace di Anzani su Kovar: 16 – 14 Lube.
Kovar spedisce lungo un tapin e la Sir è a – 1: 16 – 15.
Zaytsev mette fuori in diagonale da posto 4: 17 – 15 Lube.
Stavolta il tapin della Lube con Cester è vincente: 18 – 15 Lube.
Errore di Kovar al servizio: 18 – 16 Lube.
Zaytsev cerca un tocco del muro smentito dal videocheck che smentisce anche l’invasione della Lube, che si porta sul 19 a 16.
Atanasijevic murato, poi Zaytsev ancora murato out e la Lube è sul 21 a 16.
Zaytsev da posto 2 sulle mani del muro: 21 a 17 Lube.
Poi lo Zar mette in rete il servizio: 22 – 17 Lube.
Atanasijevic appoggi sul muro dopo un palleggio ad una mano di De Cecco: 22 – 18 Lube.
Juantorena riceve e poi attacca da posto 4: 23 – 18 Lube.
Atanasijevic spedisce forte sulla mani del muro e la palla va in tribuna: 23 – 19 Lube.
Sokolov mette a segno il primo centro personale, il videocheck conferma che la palla è in campo: 24 – 19 Lube.
Ace di Stankovic che vale il primo set per i padroni di casa: 25 – 19.

Secondo set

Sokolov mette a terra dopo una ricezione lunga di Perugia: 1 a 0 Lube.
Out il primo tempo di Podrascanin: 2 a 0 Lube.
Sokolov murato da Russell: 2 – 1 Lube.
Sokolov trova il punto con un mani out da posto 4: 3 a 1 Lube.
Out l’attacco di Atanasijevic, ma il videocheck smentisce: 3 a 2 Lube.
Poi Atansijevic sbaglia al servizio: 4 a 2 Lube.
Out anche il servizio di Stankovic: 4 a 3 Lube.
Primo tempo velocissimo di Cester: 5 a 3 Lube.
Mani out di Atanssijevic, il videocheck chiamato dal primo arbitro conferma: 5 a 4 Lube.
Cester di nuovo a segno in primo tempo: 6 a 4 Lube.
Mani out di Juantorena dopo due tentativi di attacco della Sir non andati a buon fine: 7 a 4 Lube.
Kovar sbaglia dai nove metri: 7 – 5 Lube.
Juantorena ancora sulle mani del muro out: 8 – 5 Lube.
Atanasijevic murato ancora da Stankovic: 9 a 5 Lube.
Invasione aerea di Christenson: 9 a 6 Lube.
Russell spinge sopra le mani del muro e mette a terra: 9 a 7 Lube.
Zaytsev pesta dai nove metri: 10 a 7 Lube.
Free ball dalla parte della Lube dopo ricezione lunga sul servizio di Christenson: 11 – 7 Lube.
Errore di Christenson al servizio: 11 – 8 Lube.
Zaystev non riesce a difendere dopo il tocco del muro sull’attacco di Juantorena: 12 – 8 Lube.
La Sir non incide in attacco e sulla ricostruzione Kovar trova un mani out vincente: 13 – 8 Lube.
Ace di Juantorena: 14 – 8 Lube.
Russell sulle mani del muro out: 14 – 9 Lube.
Ace di Atansijevic per il 14 a 10 Lube.
Sokolov dopo l’ottima ricezione dei suoi: 15 – 10 Lube.
Anzani in primo tempo a segno: 15 – 11 Lube.
Tapoin di Zaytsev dopo il servizio incisivo di Russell: 15 – 12 Lube.
Cester in primo tempo ed è 16 – 12 Lube.
Errore di Cester al servizio, poi è Anzani a mettere a segno il suo secondo ace: 16 – 14 Lube. Medei chiede time out.
Sokolov mette a segno un altro mani out in parallela: 17 – 14 Lube.
Atanasijevic mette fuori dall’asta un bagher difensivo dai cartelloni pubblicitari: 18 – 14 Lube.
Errore in attacco della Lube, ma poi è ancora Sokolov ad essere vincente: 19 a 16 Lube.
Muro vincente di Atanasijevic su Juantorena: 19 a 17 Lube.
Russell a segno con il muro su Sokolov e la Sir è a – 1: 19 – 18 Lube. Medei chiama time out.
Muro vincente di Stankovic e la Lube di riporta a + 2: 20 a 18.
Atanasijevic vincente con l’attacco in diagonale: 20 – 19 Lube.
Errore di Podrascanin al servizio: 21 – 19 Lube.
Ancora Atanasijevic in diagonale: 21 – 20 Lube.
Russell a segno dopo la difesa di Colaci: 21 pari.
Sokolov mette out in attacco, ma c’è il tocco del muro sancito dal videocheck: 22 – 21 Lube.
Russell alto sulle mani del muro out: 22 pari.
Errore di Russell al servizio (in rete): 23 – 22 Lube. Bernardi chiama time out.
Sokolov mette fuori il servizio, il videocheck conferma: 23 pari.
Ace di Anzani su Sander ed è set point per la Sir: 24 – 23 .
Sander con un mani out ed è 24 pari.
Zaytsev potente sulle mani del muro out: 25 – 24 Sir.
Podrascanin chiude in primo tempo dopo le arcigne difese di Perugia con Cesarini in campo (con la maglia ordinaria al posto di Russell): 26 a 24.

Terzo set

Sokolov in attacco mette a segno il primo punto: 1 a 0 Lube.
Juantorena sulle mani del muro: 2 a 0 Lube.
Podrascanin a segno dal centro: 2 a 1 Lube.
Sokolov in attacco da posto 4 spedisce sul nastro e poi out: 2 pari.
Juantorena ancora in diagonale da posto 4: 3 a 2 Lube.
Atanasijevic in diagonale sopra le mani del muro: 3 pari.
Fallo di Russell sulla palla che cade sulla rete: 4 a 3 Lube.
Atanasijevic potente sulle mani del muro out in parallela: 4 pari.
Errori di Russell e Sokolov al servizio: 5 pari.
Sokolov mette a terra in zona di conflitto: 6 – 5 Lube.
Out il servizio di Kovar: 6 pari.
Ancora Sokolov in attacco: 7 – 6 Lube.
Zaytsev d’astuzia sulel mani del muro out: 7 pari.
Juantorena ancora a segno sulle mani del muro: 8 a 7 Sir.
Primo tempo no look di Podrascanin: 8 pari
Juantorena ancora sulel manid el muro out: 9 – 8 Lube.
Anche Atanassijevic sulle mani out del muro: 9 pari.
Ace dell’opposto serbo su Juantorena: 10 – 9 Sir.
Attacco vincente di Sokolov con la Sir che non sfrutta il servizio di Atanasiejvic: 10 pari.
Ace di Stankovic: 11 – 10 Lube.
Atansijevic mette fuori in attacco con il videocheck che conferma: 12 – 10 Lube.
Sokolov ancora vincente sulle mano out del muro: 13 – 10 Lube. Bernardi chiede time out.
Atansijevic interrompe la serie al servizio di Stankovic passando in mezzo al muro: 13 – 11 Lube.
Primo tempo avanzato di Cester: 14 – 11 Lube.
Sokolov con il servizio jump flot mette in difficoltà Russell ed è 15 – 11 Lube.
Atanasijevic in attacco a segno: 16 – 12 Lube.
Errore di Anzani al servizio: 17 – 12 Lube. Bernardi chiede time out.
Errore di Kovar al servizio: 17 – 13 Lube.
Juantorena a segno in parallela: 18 – 13 Lube.
Pipe di Russell su alzata ad una mano di De Cecco: 18 – 14 Lube.
Errore di Zaytsev al servizio: 19 – 14 Lube.
Sokolov spinge una palla a rete e vince il contrasto con Podrascanin: 20 – 14 Lube.
Christenson sbaglia dai nove metri: 20 – 15 Lube.
Juantorena mette a segno l’ennesimo mani out: 21 – 15 Lube.
Primo tempo vincente di Anzani: 21 – 16 Lube.
Errore di Atansijevic al servizio: 22 – 16 Lube.
Slash vincente di Russell: 22 – 17 Lube.
Dopo tre tentativi Shaw serve Zaytsev in posto 4 per il mani out vincente: 22 – 18 Lube.
Kovar vincente sul muro di Shaw: 23 – 18 Lube.
Errore di Sokolov al servizio: 23 – 19 Lube.
Sokolov vincente e per la Lube ci sono 5 set point sul 24 a 19.
Shaw prova di seconda ingtenzione, ma viene murato ed il set e dei padroni di casa (25 – 19).

Quarto set

Pallonetto di Ataansijevic che Grebennikov non riesce a raggiungere: 1 a 0 Sir.
Juantorena a segno con il mani out: 1 pari.
Invasione aerea di De Cecco: 2 a 1 Lube.
Juantorena a segno, questa volta in pipe: 3 a 1 Lube.
Attacco no look in parallela di Russell: 3 a 2 Lube.
Primo tempo vincente di Candellaro: 4 a 2 Lube.
Palla altissima per Atanasijevic che sbaraglia il muro avversario: 4 a 3 Lube.
Errore di Russell al servizio: 5 – 3 Lube.
Zaytsev murato in modo vincente: 6 a 3 Lube. Bernardi chiede time out.
Primo tempo di Anzani e la Sir si riporta a – 2: 6 – 4.
Attacco vincente di Zaytsev sulle mani del muro out: 6 – 5 Lube.
Errore di Kovar al servizio: 7 – 6 Lube.
Atanasijevic murato ed è 8 a 6 Lube.
Primo tempo vincente di Stankovic: 9 – 6 Lube.
Cester spedisce fuori il servizio: 9 – 7 Lube.
Zaytsev mette a segno il suo primo ace: 9 – 8 Lube.
Out l’attacco in parallela di Russell: 10 – 8 Lube.
Ace di Christenson su posto 6 con Colaci che non trattiene: 11 – 8 Lube.
Primo tempo vincente di Podrascanin: 11 – 9 Lube.
Ventiduesimo punto di Juantorena che attacca con successo in parallela: 12 – 9 Lube.
Ingenuità di Anzani che dopo la difesa dei suoi serve Atanasijevic, ma è quarto tocco: 13 – 9 Lube.
Errore di Juantorena al servizio: 13 – 10 Lube.
Kovar sulle mani out del muro: 14 – 10 Lube.
Errore di Stankovic al servizio: 14 – 11 Lube.
Sokolov mette a terra un pallonetto che la Sir non difende: 15 – 11 Lube.
Pipe vincente di Berger: 15 – 12 Lube.
Errore di Sokolov in attacco: 15 – 13 Lube.
De Cecco mette a terra dopo una difesa di piede di Podrascanin, ma il primo arbitro fischia un fallo inesistente e fa ripetere, poi sull’azione successiva il punto è della Lube: 16 – 13.
Juantorena a segno per il 17 a 15 per la Lube.
Tocco di Kovar in seconda linea ed è 17 – 16 Lube.
Muro vincente di Stankovic su Atanasijevic: 18 – 16 Lube.
Ancora Stankovic mura Podrascanin: 19 – 16 Lube.
Il nastro manda out il servizio di Podrascanin: 20 – 16 Lube.
Stanovic in serata di grazia in primo tempo: 21 – 17 Lube.
Ace di Juantorena: 22 – 17 Lube.
Attacco vincente di Atanasijevic: 22 – 18 Lube.
Sokolov murato da Berger: 22 – 19 Lube. Medei chiede time out.
Sokolov appoggia dall’altra parte una palla che cade sopra la rete: 23 – 19 Lube.
Invasione di Berger in attacco e per la Lube ci sono 5 match point sul 24 a 19.
Attacco vincente di Berger e primo set point annullato: 24 – 20 Lube.
Anzani non riesce a mandare dall’altra parte in bagher dopo una difesa di Zaytsev davanti alla panchina della Lube, che si aggiudica il set (25 – 20) ed il match.

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-1 (25-19, 24-26, 25-19, 25-20)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 5, Sokolov 19, Stankovic 12, Cester 8,
Kovar 5, Juantorena 25, Grebennikov (libero), Candellaro, Sander 1,
Marchisio. N.e.: Casadei, Milan, Zhukouski. All. Medei, vice all. Camperi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 20, Podrascanin 6,
Anzani 7, Zaytsev 9, Russell 9, Colaci (libero), Berger 4, Shaw, Cesarini,
Della Lunga. N.e.: Ricci, Andric. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Andrea Puecher – Fabrizio Pasquali

LE CIFRE – CIVITANOVA: 19 b.s., 11 ace, 54% ric. pos., 32% ric. prf., 58%
att., 11 muri. PERUGIA: 16 b.s., 6 ace, 47% ric. pos., 20% ric. prf., 48%
att., 3 muri.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere