CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, Sir non pervenuta nel big match: passa Modena (0-3)

Perugia Pallavolo Sport Extra EVIDENZA2 Città

Volley, Sir non pervenuta nel big match: passa Modena (0-3)

Redazione sportiva
Condividi

I tifosi della Sir al Pala Barton

di Raffaello Agea 

PERUGIA – Non bastano il pubblico delle grandi occasioni ed un Palaevangelisti stracolmo per esorcizzare il tabù che da molte partite vede Perugia soccombere contro gli emiliani.

Tra il pubblico c’è anche un certo Julio Velasco, che prima della partita, chiamato ad esprimersi su una sua eventuale preferenza, più che per una previsione, non può sottacere che è stata Modena a lanciarlo nel mondo del grande Volley; ma d’altro canto non può nemmeno non ricordare come nella Sir giochi Luciano De Cecco, che è il palleggiatore della sua Argentina.

Gli appassionati che sempre affollano gli spalti dell’impianto perugino spingono come sempre i loro beniamini, cominciando dai Sirmaniaci in curva e dalla coreografia iniziale di striscioni “total white”.

Ma appunto non basta, perché anche questa volta il bianconero gatto Silvestro non riesce ad agguantare il canarino Titti, che vola abbastanza tranquillo a Perugia.

Il match si apre con i modenesi costantemente in vantaggio, grazie ai loro fondamentali, che funzionano a sufficienza da tutte le parti del campo. Gli uomini di Bernardi invece arrancano dappertutto e solo quando Atanasijevic mette a segno una serie di cannonate al servizio, riescono a risalire la china nel parziale. Quando la battuta degli uomini di Bernardi funziona, anche l’attacco gira, mentre quando dai nove metri calano percentuali ed incisività (2 soli aces sono pochi rispetto a quanto visto fino ad oggi), servirebbe qualcosa di più in difesa, oltre che in ricezione per ottenere subito il cambio palla.

La rimonta è di quelle che fa ben sperare per il prosieguo, ma sono proprio i numeri di ricezione e difesa a pesare in negativo. E’ così che il primo set, anche se Modena non prende mai veramente il largo, offre la netta sensazione che Perugia non ci sia, tanto che è proprio sul finale del game, cioè quando un punto o due fanno la differenza, che i padroni di casa non riescono ad incidere.

Il secondo set non è molto diverso dal primo, ma anche se non ci sono grossi strappi degli ospiti, le sensazioni sono sempre le stesse. Il pubblico si infiamma quando la palla non cade grazie a colpi di classe da tutte due le parti della rete. Ma l’attacco ed il contrattacco di Perugia, complici le dafaillances della seconda linea, non impensieriscono mai la squadra di Stoychev, che al contrario mette sempre più spesso la palla a terra con i suoi terminali offensivi.

A questo punto tutti si aspetterebbero una reazione d’orgoglio della Sir, perché tutti rammentano la recente partita di Champions League con la Lube, quando sotto di due set Perugia è riuscita a ribaltare la situazione.

La terza frazione, però, è quella della resa definitiva. E’ il set nel quale l’appannamento in tutti i reparti ed in tutti i fondamentali prevale ancor più. Forse si salva solo Atanasijevic; non tanto perché mette a referto 20 punti, ma perché continua ad incitare i suoi ed a cercare il sostegno del pubblico. Il serbo, si sa, non è nuovo a questo atteggiamento, che anzi è uno dei valori della squadra del presidente Sirci.

Tuttavia, pur se Bernardi provi tutte le contromosse possibili, sia quelle consuete, che alcune dettate dalla contingenza (ad esempio Cesarini in seconda linea al posto di Russell per avere qualcosa in più sia in ricezione che in difesa), il divario non viene colmato.

E nonostante i numeri del muro non siano poi del tutto insufficienti, i 13 punti totali degli uomini in banda ed i 10 dei centrali (8 di Anzani, ma solo 2 di Podrascanin) sono insufficienti.

Finisce con Modena che si aggiudica meritatamente la tredicesima sfida consecutiva.

Unica nota stonata: più di un coro dei tifosi modenesi che inneggiano ad uno dei loro giocatori simbolo, facendo riferimento a recenti fatti di cronaca in relazione ai quali al giocatore in questione è stato contestato l’illecito della guida in stato di ebbrezza; stecca clamorosa perché lo fanno come se fosse un vanto …

Unica nota positiva per Perugia è invece l’aver mantenuto il secondo posto in classifica grazie alla migliore differenza set rispetto a Modena, oggi a quota 30 come la Sir.

Per gli auguri di Natale, però, ci sarà ancora tempo, perché mercoledì prossimo De Cecco e compagni saranno ad Istanbul per l’impegno di Champions League contro il Fenerbache.

Primo set Squadre in campo con i sestetti titolari e con il pubblico delle grandi occasioni, con la coreografia di tutto il palazzetto.
Si parte con Perugia al servizio con Anzani e il primo punto è per Modena con Sabbi.
2 a 1 Modena con Zaytsev che realizza il primo punto per la Sir.
4 a 1 Modena dopo un errore in attacco di Atansasijevic.
Zaytsev per il 4 a 2 per Modena.
5 a 3 Modena dopo un’azione lunghissima, poi Perugia si porta sul 4 a 5 con ‘Ngapeth che pesta la linea dei 3 metri su un attacco da seconda linea.
Sabbi sbaglia al servizio ed è 6 a 5 per Modena.
De Cecco prova di seconda ma ‘Nagpeth mura: 8 a 5 per Modena.
Tocco out del muro di Perugia su attacco dello schiacciatore francese di Modena che ora conduce 10 a 6.
Ace di Holt ed è 11 a 6 per gli emiliani.
Attacco vincente di Atanasijevic ed è 11 a 7 per Modena.
Ancora l’opposto serbo di Perugia ed è 12 a 8 per Modena.
Lo Zar incide al servizio su posto 5 e Modena sbaglia: 13 a 10 per Bruno e soci.
Urnaut porta Modena sul 15 a 11 per i suoi.
Ancora massimo vantaggio dell’Azimut con Sabbi liberato da Bruno: 16 a 11.
Anzani riporta Perugia a – 3: (13 – 16).
Muro vincente di Perugia su Urnaut ed è 14 – 16.
Ancora un grande muro della Sir su Holt ed è 15 – 16.
Bata incide al servizio (116 km/h) e lo Zar chiude: 16 pari.
Ace di Magnum (118 km/h) ed 17 a 16 Perugia.
‘Ngapeth murato: 18 a 16 Perugia.
Ancora Atanasijevic che attacca con successo in parallela ed è 19 a 17 per la Sir.
Cesarini entra in campo per Russell ed è 20 a 19 per Modena.
Zaytsev sostituito da Berger; Holt sbaglia al servizio ed è 20 pari.
Della Lunga entra per Anzani al servizio, ma sbaglia ed è 21 a 20 per Modena.
Lunga pausa e c’è anche un cartellino rosso per la panchina di Perugia dovuto a Bernardi su una richiesta di cambio fuori dalle regole.
23 a 21 per Modena che ora ha 3 set point con ‘Ngapeth al servizio.
Atanasijevic riporta Perugia a – 2 (22 – 24).
Servizio out di Zaytsev e Modena si aggiudica il primo set (25 – 22).

Secondo set 2 a 1 Perugia dopo un’invasione di Modena.
Sabbi murato ed è 3 a 1 per la Sir.
Urnaut schiaccia sui tabelloni della pubblicità ed è 5 a 1 per i padroni di casa.
Ancora Atanasijevic che schiaccia da posto 4 una palla difficilissima: 6 a 2 Sir.
‘Ngapeth riporta Modena a – 1 (5 – 6).
6 pari su errore di Atanasijevic in attacco.
Ancora in parità (8 – 8) dopo un errore dell’opposto serbo di Perugia dai 9 metri.
Primo tempo vincente di Holt: 10 pari.
Anzani riporta Perugia in vantaggio: 12 – 11.
Muro dello Zar ed è 13 – 11 Sir.
Ancora in parità (15 – 15) con ‘Ngapeth che fa tapin su una palla vagante sopra il nastro.
Fallo di doppio fischiato al francese di Modena dopo un servizio dello Zar a 112 km/h (17 – 15 per Perugia).
18 pari dopo un mani out del muro di Perugia.
Anzani vincente 19 – 18 Sir.
20 – 19 per Modena dopo un attacco out di Atanasijevic confermato dal videocheck.
20 pari con Atanasijevic che spinge la palla sul muro avversario facendola uscire.
Nonostante due salvataggi in seconda linea (anche con Cesarini subentrato a Russell) Modena di porta sul 22 a 20 in suo favore.
Della Lunga per Anzani dai 9 metri sbaglia e Modena si porta sul 23 a 21,
Atansijevic tocca sopra il muro ed è 23 a 22 per gli emiliani.
Atansijevic sbaglia al servizio ed è 24 a 22 per l’Azimut che ora ha due set point in suo favore.
Zaytsev al servizio sul 24 a 23 la piazza, ma poi chiude ‘Ngapeth e Modena si aggiudica anche il secondo set (25 – 23).

Terzo set Si parte con un muro vincente di Perugia su Sabbi: 1 a 0 Sir.
Ancora Atanasijevic ed è 3 a 1 per Perugia.
Modena si porta in parità (3 – 3) su un attacco debole di Russell che viene sostituito da Berger.
Ricezione di Zaytsev in palleggio che esce ed è 7 a 4 per Modena.murtai
9 a 4 per Modena con Perugia che non riesce a reagire.
Atanasijevic murato: 10 a 4 per Modena.
Zaytsev per l’11 a 6 per Modena.
Urnaut sbaglia un attacco da posto 4 e Perugia si porta a – 3 (8 – 11).
Urnaut murato ed è – 2 (9 – 11).
Atanasijevic spara sul muro di Modena e la palla va in tribuna per il 10 a 12 per gli emiliani.
14 a 10 per Modena su attacco sbagliato di Zaytsev.
Holt sbagli al servizio ed è 11 a 14 per Modena.
Muro di Podrascanin e Perugia è di nuovo a – 2 (12 – 14).
Attacco out di ‘Ngapeth ed è 16 a 14 per Modena.
Poi il francese di Modena serve sul nastro e ricade dalla parte di Perugia imprendibile : 18 a 14 per gli ospiti.
Berger attacca con successo: 19 a 15 per Modena.
20 a 16 per Modena dopo un attacco vincente di Atanasijevic.
22 a 16 per Modena con Perugia che non riesce ad incidere in nessuna fase di gioco.
Anzani per il 17 a 22 in favore di Modena.
Ace di Della Lunga subentrato ad Anzani con la palla che danza sul nastro e cade (18 a 22).
Primo tempo out di Holt ed è 19 a 23 per gli ospiti.
5 match point per Modena sul 24 a 19.
Annullato il primo match point con un attacco vincente di Zaytsev (20 – 24).
‘Nagapeth murato ed è 21 a 24.
Modena cerca un tocco del muro su un attacco di ‘Ngapeth ed il videocheck consegna la partita a Modena confermando (25 – 22).

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT MODENA 0-3 (22-25, 23-25, 21-25)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 20, Podrascanin 2, Anzani 8, Zaytsev 6, Russell 3, Colaci (libero), Cesarini, Berger 4, Della Lunga 1, Shaw. N.e.: Ricci, Andric. All. Bernardi, vice all Fontana.

AZIMUT MODENA: Bruno, Sabbi 11, Mazzone 8, Holt 3, Ngapeth E. 12, Urnaut 13, Rossini (libero), Bossi, Argenta. N.e.: Van Garderen, Tosi (libero), Ngapeth S., Penchev, Pinali. All. Stoytchev, vice all. Simoni.

Arbitri: Andrea Puecher – Daniele Rapisarda

LE CIFRE – PERUGIA: 20 b.s., 2 ace, 54% ric. pos., 36% ric. prf., 39% att., 10 muri. MODENA: 11 b.s., 3 ace, 50% ric. pos., 25% ric. prf., 42% att., 8 muri