CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Volley, mamma la Sir: successo in Champions contro il Fenerbahce (3-1)

Perugia Cronaca e Attualità Città

Volley, mamma la Sir: successo in Champions contro il Fenerbahce (3-1)

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

Perugia – Al tempo dell’impero ottomano si diceva “mamma li turchi”. L’espressione è rimasta a significare l’imminenza di un feroce attacco, ma stasera al PalaEvangelisti i turchi del Fenerbahce sono stati respinti dalle truppe bianconere della Sir.

La vittoria e la conquista dei tre punti servivano agli uomini di Bernardi per pareggiare i conti delle vittorie con la Lube, che due giorni fa aveva regolato in tre set i belgi del Knack Roeselare.

Ma soprattutto il risultato ottenuto con il punteggio di 3 a 1, in attesa della sfida decisiva con i marchigiani, consente alla Sir di tornare in vetta alla classifica della poule A della Cev Champions League.

Forse il Fenerbahce è la squadra più debole del girone, ma la Sir, meglio la Sir 2 che è scesa in campo questa sera con l’ampio turn over concesso al sestetto titolare, non poteva concedersi distrazioni. E stasera, in fin dei conti, anche i Block Devils che di solito godono di meno spazio sul taraflex, hanno fatto egregiamente il loro compito.

Probabilmente è stato proprio il riposo concesso ai titolari a far restare con il fiato sospeso il pubblico. Lo speaker, infatti, al momento dell’ingresso in campo delle squadre, non ha chiamato il nome di capitan Luciano De Cecco, che nemmeno si è visto in panchina. Però era noto ai più informati come al Boss fosse stato concesso un  “permesso speciale” per recarsi in sud America, dove la fidanzata/tennista Paula Ormaechea, dopo lunga assenza convocata nella nazionale argentina per un incontro di Federation Cup (la Coppa Davis femminile), ha contribuito alla vittoria della propria squadra. I due si sono peraltro visti insieme sui social con tanto di selfie, ma probabilmente, più che di sostegno sportivo, visto che la tennista aveva disputato il proprio incontro sabato (cioè in concomitanza dell’impegno della Sir con la Lube), si è trattato di una breve vacanza.

James Shaw in regia, al netto della differenza di valori in campo tra la Sir ed il Fenerbahce, ha però disputato un’ottima partita, nella quale ha spiccato l’intesa con Podrascanin; cosa non certo facile per chi, come il palleggiatore a stelle e strisce, di solito entra solo nel finale dei parziali per dare qualche centimetro in più al muro.

Nemmeno gli altri, con Berger che ha sostituito Zaytsev disputando l’intera partita, con Ricci utilizzato ampiamente a partire dal secondo set, con  Della Lunga e Siirila per le rotazioni al servizio ed infine con Cesarini a far tirare un po’ di fiato a Colaci nel quarto set, hanno certo sfigurato. Anzi, è proprio il caso di dire che abbiano contribuito in modo ugualmente decisivo alla vittoria finale.

Che la Sir 2 avesse piglio ed autorevolezza, si è visto soprattutto nei primi due set, quando pur non brillando particolarmente le percentuali in attacco, sono stati i 7 muri vincenti e gli otto aces a far capire agli avversari come non si scherzasse. Certo, però, quando c’è un Atanasijevic che sembra avere il desiderio di giocare tutti i giorni un paio di partite e che nel secondo parziale sale all’88% in attacco, Shaw non ha che l’imbarazzo della scelta per far mettere a terra la palla.

Il terzo set conquistato dai turchi è in buona sostanza un regalo, con ben 12 errori della Sir e con i padroni di casa che giocano a nascondino, anzi giochicchiano, essendo questo l’unico modo per perdere un game.

L’ordine viene prontamente ristabilito nel corso del quarto e decisivo set, quando a metà frazione il muro di Perugia, pur risultando vincente solo una volta, tocca sempre e consente ricostruzioni decisive ed altrettanto decisivi attacchi.

Atanasijevic a parte (con 28 punti ed il 56% in attacco), oggi sono stati proprio i substitutes a tenere molto alto il livello di gioco. E senza nulla togliere agli altri, un Berger con 13 punti all’attivo, 2 aces e ben 4 muri punto, lo vorrebbero avere molte squadre.

La prima fase a gironi della Champions League è ormai una pratica chiusa, poiché Perugia non solo era già qualificata prima di questa partita, ma perché la sua situazione di vittorie ottenute, nella prossima fase consentirà di evitare le teste di serie.

Il tutto in attesa del prossimo turno di campionato contro Castellana Grotte che si disputerà domenica 18 a Bari e, quanto all’impegno continentale, dell’ultima partita di questa fase … toh ancora una volta con Civitanova e proprio per stabilire chi sarà la prima assoluta del girone.    

  

Primo set Ai turchi risponde Podrascanin (1-1).
Uno smash di Russell vale il 2-2.
Mani out di Atanasijevic e la Sir si porta a -1 (4-5).
Ace di Russell a 106 km/h, poi il muro di Berger fanno restare in parità i padroni di casa (6-6). Gli ospiti non demordono e Atanasijevic e Berger tengono a galla la Sir.
Podrascanin al servizio: errore e i turchi sono a + 3 (15 – 12).
Ace di Atanasijevic (113 km/h) ed è 14 – 15 per il Fenerbahce.
Ancora ace di Atanasijevic ((107 km/h) che si porta sul 16 a 15 in suo favore.
Muro vincente di Perugia: 17 a 15 per i Block Devils.
Fenerbahce di nuovo in vantaggio (19 – 17) su un attacco out di Russell.
Il viedocheck conferma un tocco a muro dei turchi ed è di nuovo parità: 19 – 19.
Atanasijevic riporta la Sir sopra di un punto: 20 a 19.
Shaw di seconda intenzione per il 21 a 19 per Perugia.
Della Lunga per Anzani al sevizio incide ed è poi il muro dei padroni di casa a consegnare loro il 23 a 20.
Perugia ha 4 set point sul 24 a 20 in suo favore.
Chiude il set Berger da posto 4 sul 25 a 22 per la Sir.

Secondo set Si parte punto a punto, ma poi una serie di Atanasijevic al servizio consente attacchi di qualità a Perugia, che si porta sul 4 a 2 in suo favore.
Ace di Russell (105 km/h): 6 – 3 Sir.
Berger servito in posto 4 mette a terra: 7 – 5 Sir.
Massimo vantaggio della Sir (10 – 5) dopo un attacco di Berger.
Atanasijevic per l’11 a 6 per la Sir.
Muro vincente di Podrascanin e Perugia vola sul 13 a 6.
Ace di Shaw che la mette imprendibile in posto 5: 14 a 6 Sir.
Muro vincente di Berger per il 15 a 6 Sir.
Atanasijevic porta Perugia sul 16 a 8 con un attacco imprendibile da posto 4.
Ace di Berger sulla linea laterale: 17 a 8 Sir.
20 a 10 Sir dopo un attacco lungo del Fenerbahce.
Ace di Atanasijevic con palla che cade imprendibile dopo aver toccato il nastro: 21 a 10 Sir.
Muro vincente di Ricci: 23 a 11 Sir.
Ancora muro vincente di Perugia che ha 13 set point: 24 a 11.
Chiude Atanasijevic sul 25 a 12.

Terzo set I turchi partono bene e si portano sul 6 a 3 in loro favore.
Berger va altissimo e Perugia e a – 2 (4 – 6).
Entra Cesarini per Colaci sul 7 a 5 per i turchi.
Podrascanin innes cato dopo una buona ricezione di Colaci: 9 a 6 Fenerbahce.
Atanasijevic su palleggio di Cesarini: 9 a 7 per gli ospiti.
Podrascanin potente per il 9 pari.
Berger da posto 2 ed è ancora parità: 11 – 11.
Attacco out del centrale turco ed è 13 a 12 Sir.
Fenerbahce in vantaggio 15 a 13 su errore dal centro di Ricci.
Atanasijevic incide al servizio e l’attacco turco è out: 15 pari.
Muro vincente di Berger: 17 a 16 Sir.
Ancora parità: 18 – 18 dopo un buon primo tempo dei turchi.
Ospiti in vantaggio (20 – 18), dopo un errore di Atanasijevic al servizio.
Errore di Berger in attacco ed è massimo vantaggio dei turchi: 22 a 19.
23 a 20 per il Fenerbahce dopo un mani out del muro di Perugia.
I turchi hanno 4 set point sul 24 a 20.
Gli ospiti chiudono il terzo set sul 25 a 20.

Quarto set Tapin di Atanasijevic su ricezione lunga: 3 a 1.
Russell morbido sopra il muro con palla imprendibile per il 5 a 2 per la Sir.
Shaw di seconda intenzione ed è 6 a 4 Sir.
Russell sulle mani del muro con palla che finisce in tribuna: 7 a 4 Sir.
Atanasijevic mette a terra: 9 a 5 Sir.
Podrascanin chiude dal centro sui 3 metri: 11 a 7 Sir.
Salvataggio di Cesarini e chiusura di Atanasijevic: 12 a 8 Sir.
Russell: diagonale strettissimo a terra per il 13 a 10 Sir.
Muro vincente di Russell: 15 a 10 Sir.
Dopo ripetuti tocchi del muro della Sir, mette a terra Atanasijevic: 17 a 14 Sir.
Toy per i Fenerbahce insacca tra muro e rete: 18 a 15 Sir.
Ancora tapin di Atanasijevic su palla vagante sopra il nastro ed è 20 a 15 Sir.
Russell porta Perugia sul 22 a 16.
Atanasijevic al servizio sul 23 a 17 costringe al fallo di doppia sul secondo tocco e ci sono 7 match point per Perugia.
Chiude l’incontro Atanasijevic sul 25 a 18.

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA – FENERBAHCE SK ISTANBUL 3-1 (25-22, 25-12, 25-20, 25-18)

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: Shaw 3, Atanasijevic 28, Podrascanin 9, Anzani 1, Berger 13, Russell 11, Colaci (libero), Della Lunga, Ricci 2, Cesarini (libero), Siirila. N.e..: Andric, Zaytsev. All. Bernardi, vice all Fontana.

FENERBAHCE SK ISTANBUL: Yatgin 3, Toy 16, Tekeli 3, Akdeniz 9, Sket 2, Quesque 9, Karatas (libero), Hazirol (libero), Karasu 1, Unver 7. N.e.: Keskin, Gladyr, Buyukgoz, Ondes. All. Basic, vice all. Eryilmaz.

Arbitri: Nikolai Knizhnikov (RUS) – Pawel Burkiewicz (POL)

Supervisor: Klaus Fezer (GER)

LE CIFRE – PERUGIA: 15 b.s., 8 ace, 46% ric. pos., 24% ric. prf., 46% att., 9 muri. ISTANBUL: 8 b.s., 4 ace, 37% ric. pos., 9% ric. prf., 35% att., 9 muri.

Prossimo