CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, la Sir torna nuovamente ad essere da favola e vola in semifinale

Perugia Cronaca e Attualità Extra Città

Volley, la Sir torna nuovamente ad essere da favola e vola in semifinale

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

PERUGIA – Si sa che nelle favole alla fine uno dei protagonisti ha la meglio. Si sapeva come la Sir quest’anno avesse scritto la parte di una favola di sport molto bella, conquistando tutto quello che c’era da conquistare. Ma si sa anche che nelle fiabe più belle ad un certo punto c’è qualcosa di negativo; qualcosa che potrebbe far girare la storia dalla parte dell’avversario di turno.
Sostituendo i lettori della novella con quelli che stanno dalla parte della Sir, a partire dai giocatori e dall’allenatore, ma senza dimenticare i tifosi di ogni genere, quel qualcosa di negativo ha avuto le sembianze della Bunge Ravenna, che ha portato Perugia a gara tre dei quarti di finale dei play off di Superlega. Su questo versante molti sono stati i meriti degli uomini di coach Soli, ma molti sono stati i demeriti di quelli di Bernardi.
La storia, però, a volte va a finire proprio come quei tifosi vorrebbero. Già, perché quelle armi che hanno fatto amare i loro beniamini e che d’improvviso li hanno abbandonati, sono tornate nel momento del bisogno.
In gara due alla Sir erano mancati il servizio, il muro ed in parte anche la difesa. Oggi al Palevangelisti si è ripartiti proprio dal servizio. E la cosa si è vista a partire dal primo set, quando i Block Devils non solo hanno sbagliato solo 4 volte (su 24) dai nove metri, ma soprattutto perché hanno messo a segno 3 aces ed hanno comunque inciso in modo decisivo, consentendo contrattacchi di qualità. Risultato: 67% di squadra in attacco, con Atansijevic all’80% (!) e Berger con lo stesso risultato complessivo. Il sorvegliato speciale Buchegger viene murato in modo vincente all’inizio del parziale e anche quando passa il muro della Sir tocca e consente la ricostruzione.
Il game iniziale è in sostanza sempre sotto controllo e guarda caso si conclude (25 – 19) proprio con un ace di Zaytsev alla ragguardevole velocità di 121 km/h.
Se nella seconda frazione cala un po’ la percentuale in attacco (52%), cresce ancora il muro, con due vincenti di Anzani e uno di Podrascanin e con la ricezione che si mantiene a velocità di crociera. Tutto è ancora sotto controllo ed è proprio sul finale del set che arrivano le difese al limite delle leggi della fisica, soprattutto con “magneto” Colaci. Finisce 25 a 18, con i romagnoli che nel finale sono costretti a forzare anche al servizio, ma che fatalmente sbagliano ancora.
Il terzo set è l’ultima spiaggi per Ravenna e Orduna chiama a raccolta tutte le forze dei suoi attaccanti. Ma è una spiaggia che dura solo fino a metà del frangente, con un vantaggio massimo di 5 punti (16 – 11). Da quel momento tornano in campo tutti copioni della favola della Sir, con la ricezione che sale ancora (Zaytsev e Berger, rispetitvamente al 77% e 62% di positiva), con l’attacco che si fa chirurgico nei momenti decisivi e con il servizio che mette in difficoltà la seconda linea di Ravenna, consentendo anche qualche smash di prima intenzione sulle palle che tornano dall’altra parte.
L’impressione del terzo set, che finisce 25 a 23 consegnando a Perugia la semifinale, è che tutto sia stato ancora sotto controllo e che nel momento in cui De Cecco e soci hanno deciso di spingere, lo hanno fatto senza particolari patemi d’animo.
Il gremito Palaevangelisti, che ha sostenuto la propria squadra dall’inizio alla fine, Sirmaniaci in testa, alla fine può liberare il grido di gioia che tutti aspettavano: semifinale!
Una semifinale strameritata, perché senza nulla togliere a Ravenna, lo spettacolo malvolentieri avrebbe fatto a meno di una squadra da favola come la Sir di questa stagione.

Primo set Al servizio Ravenna con Marechal.

Primo punto per la Sir con Berger: 1 – 0.

Pareggia Buchegger: 1 – 1.

Atanasijevic per il 2 a 1 Sir.

Servizio out di Buchegger (il videocheck conferma): 3 – 2 Sir.

Muro vincente della Sir su Buchegger: 4 – 2 Sir.

De Cecco alza ad una mano per Atanasijevic che mette a terra: 5 – 3 Sir.

Podrascanin dal centro riporta Perugia a + 2: 6 – 4.

Atanasijevic da posto 4: 7 – 5 Sir.

Servizio in rete di Marechal: 8 – 6 Sir.

Ancora Atanasijevic, questa volta dalla sua mattonella: 9 – 7 Sir.

Anzani potente dopo un servizio incisivo di Buchegger: 10 – 8 Sir.

Ace di Berger (111 km/h): 11 – 8 Sir.

Servizio out di Poglajen (che aveva cercato il campo tra posto 1 e posto 2): 12 – 9 Sir.

Zaytsev morbido sopra il muro: 13 – 10 Sir.

Errore di Orduna al servizio (in rete): 14 – 11 Sir.

Pallonetto vincente di Atanasijevic: 15 – 12 Sir.

Ancora Atanasijevic a segno: 16 – 13 Sir. Soli chiede time out.

Georgiev mette a terra dal centro, ma la Sir è sempre a + 2: 16 – 14.

Errore di Buchegger al servizio dopo un suo muro vincente: 17 – 15 Sir.

Attacco out di Buchegger sulla parallela: 18 – 15.

Colaci riceve alla perfezione, De Cecco libera Atanasijevic che chiude: 19 – 16 Sir.

Zaytsev, block out ed è 21 – 17 Sir. Soli chiede ancora time out.

Ace di De Cecco verso posto 5: 22 – 17 Sir.

Pipe potentissima di Berger: 23 – 17 Sir.

Ace di Zaytesev (121 km/h), che chiude il primo set in favore della Sir: 25 – 19.

Secondo set Colaci riceve una palla difficilissima, che De Cecco gestisce ed Atansijevic chiude: 1 – 1.

Monster block di Anzani per il 4 -2 Sir.

Ancora Atanasijevi dopo un’ottima ricezione di Zaytsev: 5 – 3 Sir.

Zaytsev da posto 4 mette a terra: 6 – 4 Sir.

Ravenna pareggi con un muro out (6 – 6), ma poi sbaglia al servizio e Perugia si riporta in vantaggio: 7 – 6.

Ravenna in vantaggio (8 – 7), con un attacco vincente di Buchegger.

Marechal sbaglia dai 9 metri: 9 – 8 Ravenna.

Ancora un errore al servizio di Ravenna con Buchegger: 11 – 10 Bunge.

Servizio potentissimo di Atanasijevic con palla che torna dalla parte di Perugia, che chiude con Berger: 11 – 11.

Marechal chiude in parallela da posto 4 e Ravenna e di nuovo a + 1: 13 – 12.

Atanasijevic da seconda linea dopo una lunga azione: 14 – 13 Sir.

Ancora l’opposto serbo mette a terra due volte consecutive: 16 – 14 Sir. Soli chiede time out.

De Cecco preciso al  servizio mette in difficoltà la ricezione avversaria: 17 – 14 Sir.

Zaytsev palleggia per Atanasijevic che chiude in parallela: 19 – 15 Sir. Soli chiede di nuovo time out.

Difesa stratosferica di Colaci, chiusura di Atanasijevic: 20 – 15 Sir.

Ancora la difesa di Perugia sugli scudi permette a Berger di chiudere: 21 – 16 Sir.

Errore di Buchegger al servizio ed è 22 – 17 per la Sir. Entra Shaw al posto di De Cecco.

Nuovo errore di Ravenna al servizio ed il set si chiude 25 a 18 in favore della Sir.

Terzo set 

Ravenna parte con un piccolo break portandosi sul 2 a 0 in suo favore.

Poi Buchegger sbaglia in attacco e Podrascanin è vincente dal centro: 2 – 2.

Pipe violentissima di Zaytsev: 3 – 3.

Attacco  no look di Berger (in parallela) da posto 4: 4 – 4.

La palla si insacca tra il muro e la rete dalla parte di Perugia: 7 – 6 per gli ospiti.

La Bunge in vantaggio (8 – 5) dopo un block out su Atanasijevic.

Errore di Anzani al servizio e Ravenna è di nuovo a + 3: 9 – 6.

Pipe di Berger per il 9 a 7.

Zaytsev in parallela da posto 2: 10 – 8 Bunge.

Buchegger murato e la Sir è a – 1: 9 – 10.

Atanasijevic colpisce Dimantibi che non riesce a rimettere in campo: 12 – 10 Bunge.

Berger sbaglia in attacco e Ravenna si porta a – 4: 15 – 11.

Marechal vincente da posto 4: 16 – 11 per Ravenna.

Grande difesa di Colaci e chiusura di Atanasijevic: 16 – 13 Ravenna.

Attacco out di Buchegger e Perugia è a – 2: 14 – 16.

Tapin di Zaytsev dopo un’azione lunghissima e la Sir è a – 1: 15 – 16.

Ace di Berger precisissimo sull’angolo di posto 1: 16 pari.

De Cecco beffa la difesa avversaria con un tocco di seconda intenzione: 17 pari.

Anche Atansijevic va morbido in mezzo alle mani del muro e riporta la Sir in vantaggio: 18 – 17.

Servizio out di Orduna: 19 – 18 Sir.

Poglajen mette a terra su palla vagante sopra il nastro e riporta Ravenna a + 1: 20 – 19.

Servizio out di Marechal: 21 – 20 per Ravenna.

Muro di Berger, la copertura di Ravenna non recupera e d è 21 pari.

Servizio potentissimo di Zaytsev e tapin vincente di Berger: 23 – 21 Sir.

Attacco a terra di Marechal ed è 23 – 22 Sir.

Podrascanin in primo tempo ed è 24 – 22 Sir.

Il videocheck consegna la semifinale di Superlega a Perugia sancendo un’invasione di Ravenna (25 – 23).

 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BUNGE RAVENNA 3-0 (25-19, 25-18, 25-23)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 20, Podrascanin 4, Anzani 5, Zaytsev 7, Berger 11, Colaci (libero), Della Lunga, Shaw, Ricci. N.e.: Andric, Cesarini (libero), Russell, Siirila. All. Bernardi, vice all Fontana.

BUNGE RAVENNA: Orduna, Buchegger 9, Diamantini 2, Georgiev 5, Poglajen 9, Marechal 12, Goi (libero), Pistolesi, Gutierrez, Raffaelli. N.e.: Vitelli, Mazzone, Marchini. All. Soli, vice all. Parisi.

Arbitri: Gianni Bartolini – Stefano Cesare

LE CIFRE – PERUGIA: 16 b.s., 4 ace, 58% ric. pos., 16% ric. prf., 54% att., 6 muri. RAVENNA: 19 b.s., 0 ace, 37% ric. pos., 16% ric. prf., 46% att., 4 muri.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere