CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, la Sir Perugia manca il primo assalto alla semifinale di Superlega

Perugia Pallavolo Sport Città

Volley, la Sir Perugia manca il primo assalto alla semifinale di Superlega

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

Ravenna – C’è stato un tempo nel quale Ravenna è stata la capitale del territorio bizantino d’oltre mare, poi Impero Ottomano; oggi, con confini molto più ristretti, la moderna Turchia.

Passando dalla storia allo sport, quest’anno la Sir ha sempre raccolto molto in terra turca, da ultimo nella recente sfida di Champions League con Ankara.

Oggi invece, quasi a voler vendicare la “casa madre” di un tempo, a raccogliere sono stati i bizantini/ravennati.

E forse questo è il primo vero passo falso della squadra di Bernardi nel corso della stagione. La lunghissima serie di vittorie e le uniche tre partite perse (due con Modena ed una con Civitanova) nel corso della regular season di Superlega, avevano infatti mitigato il sapore di quelle sconfitte. D’altronde non erano sfide da dentro o fuori, o match nei quali l’importante fosse vincere per chiudere al più presto possibile la serie.

Ma nella sfida odierna, più che nelle precedenti cedute agli avversari, qualcosa non ha funzionato; anzi molto non ha funzionato.

Che Ravenna fosse avversario da prendere con le molle, poi, si era visto già nel match di andata, quando uno dei parziali si era complicato più del dovuto ed era finito ai vantaggi.

Tra le mura amiche, poi, i romagnoli si sono migliorati, sfoderando una prestazione di alto livello, tanto che viene spontaneo chiedersi perché abbiano chiuso la stagione regolare solo all’ottavo posto. E malgrado l’assenza di Marechal per problemi fisici, in banda Raffaelli non ha fatto rimpiangere lo schiacciatore francese. Ma non sono stati da meno gli altri, soprattutto il bomber Buchegger.

Dalla parte di Perugia, invece, il primo colpo a latitare è stato il servizio: cinque errori solo nelle fasi iniziali del primo set sono veramente tanti (27 in totale!). Ma anche il cambio palla, che il DS Stefano “Cisco” Recine a fine partita ha definito essere un marchio di fabbrica della Sir, si è visto solo a sprazzi. Sintomo questo che il servizio di Ravenna, al netto degli errori e degli aces, ha funzionato a dovere.

Per fortuna di Perugia, la Bunge non trova il bandolo nella matassa nel corso del primo parziale, che gli ospiti si aggiudicano abbastanza agevolmente.

La seconda e la terza frazione sono interamente e meritatamente di marca ravennate. Buchegger sale in cattedra (33 punti alla fine per lui) ed il muro della Sir non riesce mai ad arginare l’opposto austriaco.

Il quarto game fa ben sperare per Perugia, che almeno in parte ritrova incisività al servizio, oltre che a muro ed in attacco. Ma in un match così lungo i 18 punti di Atanasijevic sono un po’ pochi, anche se aggiunti ai 15 di Zaytsev ed ai 17 di Berger (Russell è ancora fuori in attesa di risolvere i noti guai fisici); ed una percentuale finale del 48% in attacco non basta ad arginare Ravenna.

Come se non bastasse, pur avendo accumulato un vantaggio di sei punti (18 – 12), la Sir si disunisce e deve annullare diversi match point prima di conquistare il frangente, ma solo ai vantaggi (31 a 29) e non senza attentare alle coronarie dei suoi tifosi.

Ma almeno nel finale del quarto set, si sono riviste la freddezza e quel po’ di cinismo che tanto hanno dato agli umbri dall’inizio degli impegni di campionato e nelle coppe.

Il tie break inizia punto a punto e va avanti così fino all’undici pari, quando è ancora Buchegger a spingere in modo decisivo, portando i suoi ad incamerare due match point (14 – 12).

La partita si chiude con un errore in attacco di Atanasijevic, che è alla fine l’emblema di una Sir mai veramente incisiva.

Onore a Ravenna, che ha giocato una partita spingendo sempre al massimo sull’acceleratore, riuscendo a fare la differenza con i suoi uomini migliori di prima linea. Ma la vera differenza l’ha fatta la prestazione al di sotto delle proprie possibilità messa in campo da Perugia, che dovrà rivedere qualcosa nel match decisivo che si disputerà tra le mura amiche domenica prossima.

I play off sono così, ma per il rendimento della Sir sarà decisivo l’incontro infrasettimanale di Champions League con Ankara. Un altro test che dirà chi andrà avanti, ma a questo punto della stagione sarà sempre così; perché vincere tante partite consecutive e la classifica della stagione regolare, come spesso ha ricordato Bernardi, non conta niente se poi non arriva il resto.

Primo set Si parte con Zaytsev al servizio, ma il primo punto è per Ravenna con Rffaelli.

Pareggia Podrascanin (1 – 1).

Berger altissimo in attacco per il 3 a 1 per la Sir.

Pareggia Ravenna su errore di Berger al servizio (3 – 3).

Di nuovo parità (5 – 5) su attacco di Atanasijevic.

Buon muro di Raffaelli su Zaytsev: 7 a 5 Ravenna-

Lo Zar potente sia in attacco che al servizio riporta Perugia in parità (7 – 7).

Poi è lo stesso Zaytsev che conclude in pipe e mette a segno un ace: 9 – 7 Sir.

Ancora Zaytsev in pipe che porta la Sir sul 10 a 8.

Tapin di Anzani ed è 13 a 9 per la Sir.

Perugia ancora a + 4 (15 – 11) su errore al servizio di Ravenna.

Buchegger riporta i suoi a – 3 (16 – 13) e poi Poglajen mette a segno un ace per il 16 a 14 per la Sir.

Errore di Atanasijevic in attacco e Ravenna si porta in parità: 17 – 17.

Ace di Podrascanin e Perugia è di nuovo a + 3: 20 – 17.

Raddoppia l’ace Podrascanin: 21 – 17 Sir.

Ace anche dalla parte di Ravenna con Buchegger: 21 – 19 Sir.

Buchegger incide ancora al servizio, ma Perugia risponde sia in ricezione che in attacco e si riporta a + 3: 22 – 19.

Anzani mette a segno un muro vincente su Poglajen e per Perugia ci sono 4 set point (24 – 20).

Ace di Berger e primo set a Perugia (25 – 20).

Secondo set Primo punto per Ravenna con Diamantini a muro.

Raffaelli passa da posto 4 e porta i suoi sul 3 a 1.

Muro vincente di Podrascanin ed + 3 a 2 per Ravenna.

Berger murato e Ravenna si porta sul 5 a 2 in suo favore.

Colaci difende una palla impossibile ed il muro di Perugia è vincente: 6 a 4 Ravenna.

Attacco di Zaytsev sulle falangi del muro avversario e Perugia si riporta a – 1: 7 – 6.

Errore di De Cecco al servizio e Ravenna è di nuovo a + 3: 10 – 7.

Berger in pipe murato e massimo vantaggio Ravenna: 11 – 7.

Ancora Zaytsev sulle mani (out) del muro: 11 a 8 Ravenna.

Berger conclude in modo vincente: 12 – 10 Ravenna.

Anzani con un primo tempo anticipatissimo riporta Perugia – 2: 13 – 11 Ravenna.

Atanasijevic incide al servizio, consentendo un’agevole conclusione e poi mette a segno un ace: 13 pari.

Pipe devastante di Zaytsev: 14 pari.

Buchegger riporta i suoi a + 2: 16 – 14.

Poglajen attacca out ed è 17 a 6 per Ravenna.

Buchegger riporta Ravenna avanti: 19 – 16.

Atanasijevic sulle mani del muro, con palla out e Perugia è a – 1: 19 – 18.

Pipe di Zaytsev ed è 20 a 19 per Ravenna.

Anzani chiude sui 2 metri: 22 a 21 Ravenna.

Set point per Ravenna su attacco di Buchegger non trattenuto (24 – 22).

Errore di Orduna al servizio: 24 – 23 Ravenna.

Chiude il set Buchegger con un attacco sulle mani del muro con palla che finisce out (25 – 23).

Terzo set 

Dopo un’azione lunghissima chiude la Sir e si si porta in vantaggio (2 a 1).

De Cecco alza da terra, ma Zaytsev viene murato da Raffaelli: 3 – 2 Sir.

De Cecco alza ad una mano per Podrascanin che chiude: 5 – 3 Sir.

Anzani potente dal centro: 6 – 4 Sir.

Ace di Atanasijevic ed è 7 a 4 per Perugia.

Atanasijevic (dopo un errore inusuale) mette a terra: 8 – 6 Sir.

Errore in battuta di Poglajen: 9 – 7 Sir.

Pallonetto di Zaytsev che il muro di Ravenna sfiora e spedisce fuori: 10 – 8 Sir.

Pareggia Raffaelli in pipe: 10 – 10.

Errore di Zaytsev al servizio: 12 – 11 Ravenna.

Berger riporta in vantaggio la Sir: 13 – 12.

Atanasijevic incide al servizio e la ricezione avversaria sbaglia: 14 – 12 Sir.

Atanasijevic da seconda linea dopo un salvataggio di Zaytsev: 16 – 13 Sir.

Raffaelli riporta Ravenna a – 2 chiudendo sui 2 metri da posto 4: 17 – 15 Sir.

Atanasijevic passa potentissimo dalla sua mattonella: 18 – 15 Sir.

Servizio potente di Buchegger e chiusura di Raffaelli: 18 – 17 Sir.

Errore al servizio di Zaytsev: 19 – 18 Sir.

Berger da posto 4 mette a terra: 20 – 18 Sir.

Pallonetto di Atanasijevic che cade dietro il muro: 21 – 19 Sir.

Orduna al servizio mette in difficoltà la ricezione di Perugia: 21 pari.

Berger spedisce in tribuna e Ravenna passa in vantaggio: 22 – 21.

Berger spinge sul muro e porta Perugia sul 22 pari.

Poglajen da posto 2 vincente: 23 – 22 Ravenna.

Un’azione fortunosa di Ravenna sotto rete porta i romagnoli sul 24 a 22.

Errore al servizio di Poglajen, ma Ravenna ha ancora un set point (24 – 23).

Buchegger murato ed è 24 pari.

Ancora Buchegger vincente ed è 25 – 24 per Ravenna.

Atanasijevic riporta la Sir in parità: 25 – 25.

Pipe di Poglajen ed è 26 a 25 per Ravenna.

Buchegger spedisce out in attacco, ma c’è un tocco del muro della Sir che consegna il set a Ravenna (27 – 25).

Quarto set 

Si comincia con una pipe vincente di Berger: 1 a 0 Sir.

Muro vincente di Podrascanin: 2 a 0 Sir.

Palleggio di De Cecco in bagher che finisce dall’altra parte e beffa Ravenna: 3 a 1 Sir.

Ace di Zaytsev: 4 a 1 Sir.

Berger vincente: 6 a 2 Sir.

Errore di Atanasijevic al servizio: 7 a 4 Sir.

Conclude Berger dopo una ricezione problematica: 8 – 4 Sir.

Attacco out di Ravenna confermato dal videocheck: 9 – 5 Sir.

Ace di Poglajen su Colaci: 9 – 7 Sir.

Zaytsev conclude sul muro e la palla cade dalla parte di Ravenna: 10 – 7 Sir.

Atanasijevic potente sul muro di Ravenna e palla fuori: 12 – 8 Sir.

Buchegger spedisce fuori il servizio: 13 – 9 Sir.

Zaytsev palleggia all’indietro per Berger: 14 – 9 Sir.

Errore di Raffaelli al servizio e Perugia è sempre a + 5: 15 – 10.

Atanasijevic porta Perugia a + 6: 17 – 11.

Zaytsev chiude da posto 4: 18 – 12.

Pipe di Poglajen: 19 – 15 Sir.

Errore di Atanasijevic che spedisce fuori un palla proveniente da dietro: 19 – 17 Sir.

Zaytsev mette a terra e la Sir si riporta a + 3: 20 – 17.

Errore di Zaytsev al servizio: 20 – 18 Sir.

Ancora Atanasijevic: 21 – 18 Sir.

Buchegger attacca out e Perugia è di nuovo a + 3: 22 – 20.

Poi è lo stesso Buchegger che mette a terra: 22 – 21 Ravenna.

Buchegger riporta in parità i suoi: 22 – 22.

Poi è ancora Buchegger ad attaccare, ma la palla finisce in rete: 23 – 22 Sir.

Errore di Berger al servizio: 23 pari.

Ravenna mura Atanasijevic, ma c’è invasione di Ravenna: 24 – 23 Perugia.

Match point Ravenna sul 25 – 24, ma Poglajen sbaglia al servizio: 25 pari.

Ancora match point per Ravenna: 26 – 25.

Raffaelli attacca out, non c’è tocco del muro: 26 pari.

Muro out di Podrascanin: 27 – 26 Ravenna.

Muro out su attacco di Atanasijevic: 27 pari.  

Muro vincente di Berger ed è set point (28 – 27) per la Sir, ma Podrascanin sbaglia al servizio: 28 pari.

Ancora parità (29 – 29) su fallo di doppia fischiato a De Cecco.

Georgiev sbaglia al servizio 30 – 29 Sir.

Attacco out di Poglajen ed il quarto set è di Perugia (31 – 29).

Tie break 

Si parte in equilibrio, con Podrascanin che mette a terra e porta Perugia sul 2 pari.

Servizio out di Buchegger: 3 pari.

Errore di Podrascanin al servizio: 4 – 3 Ravenna.

Anzani mette a terra dal centro: 4 pari.

Errore di Buchegger in attacco: 5 – 4 Sir.

Errore di Atanasijevic al servizio: 5 pari.

Anche Georgiev sbaglia dai 9 metri: 6 – 5 Sir.

Si ripete l’errore al servizio, questa volta con Berger: 6 pari.

Zaytsev murato: 7 – 6 Ravenna.

Orduna sbaglia al servizio: 7 pari.

Diamantini chiude in primo tempo: 8 – 7 Ravenna.

Zaytsev trova un tocco a muro: 8 pari.

Muro di Atanasijevic su Raffaelli: 9 – 8 Sir.

Pipe vincente di Ravenna: 9 pari.

Errore di Diamantini al servizio: 10 – 9 Sir.

Anche Zaytsev sbaglia in battuta: 10 pari.

Buchegger: servizio out ed è 11 – 10 Sir.

Buchegger attacca con successo: 11 pari.

Si ripete Buchegger e Ravenna è avanti: 12 – 11.

Primo tempo out di Anzani: 13 – 11 per Ravenna.

Stavolta Anzani mette a terra: 13 – 12 Ravenna.

Buchegger la mette giù ancora una volta ed i suoi hanno 2 match point: 14 – 12.

Atanasijevic annulla il primo match point, ma Ravenna chiama il videocheck e la palla è fuori (15 – 12)

BUNGE RAVENNA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-2 (20-25, 25-23, 27-25, 29-31, 15-12)

BUNGE RAVENNA: Orduna 3, Buchegger 33, Diamantini 8, Georgiev 6, Poglajen 12, Raffaelli 15, Goi (libero), Vitelli, Gutierrez 1, Pistolesi, Marchini. N.e.: Marechal. All. Soli, vice all. Parisi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 18, Podrascanin 9, Anzani 7, Zaytsev 15, Berger 17, Colaci (libero), Della Lunga, Shaw. N.e.: Russell, Ricci, Cesarini (libero), Andric, Siirila. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Sandro La Micela – Dominga Lot

LE CIFRE – RAVENNA: 33 b.s., 6 ace, 51% ric. pos., 24% ric. prf., 48% att., 9 muri. PERUGIA: 27 b.s., 7 ace, 45% ric. pos., 27% ric. prf., 46% att., 8 muri.