CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, la Sir Perugia torna al Pala Barton per sfidare Padova: obiettivo centrare il tris

Perugia Pallavolo Sport Extra Città

Volley, la Sir Perugia torna al Pala Barton per sfidare Padova: obiettivo centrare il tris

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA – È già tempo di tornare in campo per la Sir Safety Conad Perugia. È ancora fresco il ricordo del blitz esterno di domenica a Piacenza, ma la Superlega non concede soste e domani mette in scena il terzo turno del girone d’andata con i Block Devils che ospitano al PalaBarton la Kioene Padova. Fischio d’inizio alle ore 20:30 a Pian di Massiano con ancora ad oggi il punto interrogativo sulla presenza o meno di pubblico sugli spalti.

Si torna in campo Preparazione al match brevissima per Perugia che, dopo la sgambata di ieri, svolgerà oggi pomeriggio l’allenamento tecnico e domattina la rifinitura pregara. Poco tempo ovviamente per Heynen per lavorare sugli aspetti tecnici e sulle situazioni tattiche, ma più che sufficiente per mettere in guardia i bianconeri sulle difficoltà di un match che Perugia giocherà contro quella Padova che è un po’ la rivelazione di questo inizio di stagione con la qualificazione ai quarti di Coppa Italia strappata a due formazioni certamente di rango come Piacenza e Cisterna ed un inizio di Superlega scoppiettante con la bella prova all’esordio contro Trento e la vittoria in trasferta proprio a Cisterna di tre giorni fa.
Il tecnico belga dovrebbe proseguire sul filone di domenica e quindi spedire in campo inizialmente Travica in regia (il solo, ma grande ex della gara con le ultime tre stagioni da capitano vissute in maglia Kioene) in diagonale con Ter Horst, Ricci e Solè coppia di centrali, Leon e Plotnytskyi martelli ricevitori e Colaci libero.

Gli avversari Cuttini, tecnico di Padova, dovrebbe rispondere con i sette usuali nelle prime due giornate di campionato con l’americano Shoji al palleggio, lo sloveno Stern opposto, capitan Volpato e Vitelli centrali, il polacco Wlodarczyk ed il classe 2000 Bottolo in posto quattro e l’argentino Danani nel ruolo di libero. Formazione molto giovane come rosa Padova, ma al contrario esperta (con l’eccezione di Bottolo) nei sette titolari. La diagonale Shoji-Stern assicura qualità in ogni angolo del campo, Wlodarczyk è il classico collante del gruppo, l’entusiasmo e la voglia di stupire, al pari di una ottima organizzazione muro-difesa da sempre marchio di fabbrica della squadra, le armi principali. Perugia dovrà fare attenzione massima per prendersi i tre punti in palio.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere