CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Volley, la Sir Perugia strapazza ancora Modena: netto 3-0 e finale di Coppa Italia

Perugia Pallavolo Sport Città

Volley, la Sir Perugia strapazza ancora Modena: netto 3-0 e finale di Coppa Italia

Redazione sportiva
Condividi

.SEMIFINALE SIR SAFETY CONAD PERUGIA - AZIMUT LEO SHOES MODENA.

di Raffaello Agea 

Modena – Non c’è due senza tre recita l’antico adagio. Tre le partite disputate quest’anno tra Perugia e Modena e tre le vittorie dei Block Devils. La seconda appena una settimana fa, quando gli uomini di Bernardi, dopo un digiuno di più di cinque anni, hanno espugnato il PalaPanini. Ma quella più importante è certamente quella di oggi, perché in palio c’era qualcosa ancor più importante che la vetta della regular season di Superlega … C’era l’accesso alla finalissima di Coppa Italia. Quella coppa conquistata a Bari un anno fa, che i bianconeri e il “popolo” Sir avevano dichiarato di voler difendere ad ogni costo
Dunque una partita difficile, non solo per l’importantissima posta in palio, ma anche perché ripetersi a così breve distanza avrebbe significato mettere in campo una prestazione di testa, ancor prima che di braccio.
Cuore, braccio e testa nel menu della Sir di oggi. Ingredienti che non mancano quasi mai sulla tavola di Perugia, ma che oggi hanno portato sui piatti di portata il banchetto perfetto.

Attacco Sir sugli scudi Il primo break, forse non decisivo, ma antipasto di come sarebbe andato il set d’avvio, è di Perugia. Mani out di Atansijevic e primo tempo vincente di Ricci per il 4 a 1 Sir.  Il servizio non decolla né da una parte, né dall’altra; ma nonostante percentuali molto basse di ricezione perfetta per la Sir, De Cecco innesca i suoi teminali offensivi alla perfezione.
Leon allunga ancora (9 – 6) e mette a segno un attacco vincente entro i tre metri, spedendo la palla a velocità supersonica verso posto 3 e colpendo l’incolpevole Bednorz, che certo mai avrebbe pensato che lì potesse arrivare il colpo dell’avversario (10 – 7).
Modena non trova il bandolo della matassa e quando a Perugia comincia a girare anche il servizio, l’allungo diventa decisivo. Ace per Atansiejvic (12 – 8) e per Lanza (20 – 15). Anche gli uomini di Velasco spingono dai nove metri, però il cambio palla funziona bene per De Cecco e soci.
Ma quello che imprressiona di più sono le percentuali dell’attacco: 87% per la Sir, con Atansijevic a quota 6 centri senza commettere errori.
Dall’altra parte i due punti e il molto più modesto 33% personale di Zaytsev, non bastano.
Completano l’opera i due muri vincenti di Podrascanin e l’ace finale di Leon, che vale il suggello sulla prima frazione (25 – 18).

Reazione Modena respinta e allungo finale Se nel corso del primo set a difendere e a ricostruire era stata soprattutto la Sir, la situazione si ribalta alla ripresa del gioco.
Ma alle buone difese degli emiliani, alle quali si aggiungono altrettanto buone ricezioni, non si associano attacchi incisivi.
Però Modena non molla e grazie ai lampi di classe di Zaytsev e alla concretezza di Urnaut, si mantiene sopra il break (9 – 6 ).
C’è un ulteriore break con l’errore al servizio di Lanza, l’attacco di Podrascanin out e il muro vincente su Leon un po’ in calo. Massimo vantaggio per Modena, che si porta poi a + 5 (12 – 7).
A metà frazione Bernardi fa andare al servizio Hoag al posto di Ricci, con Piccinelli che avvicenda Leon. Il doppio cambio frutta l’ace per il canadese che suona come la carica della riscossa (15 – 13).
Dopo una grande difesa di Colaci, Lanza pareggia con l’attacco in diagonale da posto 4 (16 – 16).
Si andrà punto a punto fino all’ace di Leon del 24 a 23 per la Sir. L’errore dai nove metri dello stesso cubano vanificherà il set point, ma Modena non concretizzerà il suo di set point (sul 25 – 24), gaudagnato grazie ad un millimetrico attaccco di Zaytsev sulle ultime falangi di Ricci, con la palla che andrà sui cartelloni pubblicitari.
Però sarà proprio Zaytsev a collezionare i due errori in fase di attacco, uno proprio sul punto decisivo, che manderanno la Sir sul 2 a 0 in suo favore.
Il terzo set sarà quasi la passerella finale per la Sir, mai impesierita dalle mosse di Velasco. Mazzone al posto di Anzani non riuscirà a cambiare l’inerzia e sarà ancora un De Cecco show, capace di madare a segno i suoi servendoli dagli angoli più impensati e mettendoli in condizione di rimpinguare ancora il bottino. Bernardi è sicuro che i suoi non saranno più raggiunti, mandando in campo Hoag al posto di Leon, che ha ancora il dito mignolo della mano destra fasciato e che, evidentemente non ancora al meglio di sé, è opportuno “risparmiare” in vista dello sforzo finale di domani.
La ciliegina sulla torta è il palleggio all’indietro di De Cecco da posto 5, che mette in azione l’attacco di Atansijevic che vale il set point (24 – 15).
L’ultimo punto è ancora di Atanasijevic in attacco, best scorer del match con 13 attacchi vincenti, 3 aces e un 67% dalla prima linea (!).

E’ finale E’ la seconda finale consecutiva per la Sir nella competizione che assegna la coccarda tricolore, con la possibilità di difendere quella che Perugia ha cucito sulle sue maglie nell’ultimo atto dell’anno scorso. Una partita che consegna a pubblico e critica una squadra che ha dimostrato di meritare ampiamente questo traguardo.
Il risultato non è stato mai in discussione nel corso del terzo set e forse nemmeno nel corso del primo parziale. Ma il vero capolavoro, quel pasto da chef stellato che vale la finalissima, la Sir lo ha confezionato nel secondo set. Con i modenesi in vantaggio di cinque punti, Perugia non ha mai perso la calma e quando c’è stato bisogno ha gettato anche il cuore oltre l’ostacolo.
E lo ha fatto con qualità. Una qualità che Modena oggi non ha dimostrato di possedere. Una qualità fatta di 8 muri a 3, di 9 aces contro 4, di percentuali in ricezione inferiori, ma trasformate in metoriti vincenti dalle mani di capitan De Cecco e da tutto l’attacco di Perugia, a quota 58% rispetto al 43% degli avversari.
Ma domani sarà di nuovo un’altra storia. Sarà la pagina di una storia che la Sir ha ancora la possibilità di scrivere, riempiendola con un capitolo il cui titolo potrebbe portare di nuovo il suo nome. Una storia ancora possibile e non solo un sogno.

Primo set

Si parte con Modena al servizio con Urnaut, che mette in rete: 1 – 0 Sir.
Mani out di Bednorz, il videocheck smentisce: 2 – 0 Sir.
A segno Anzani in primo tempo: 2 – 1 Sir.
Mani out d Atanasijevic: 3 – 1 Sir.
Primo tempo di Ricci dopo ripetute difese di Perugia: 4 – 1 Sir.
In rete il servizio di Atanasijevic: 4 – 2 Sir.
In rete anche il servizio di Zaytsev: 5 – 2 Sir.
Parallela vincente di Atanasijevic dopo il servizio di Leon: 6 – 2 Sir.
Palla a terra di Modena: 6 – 3 Sir.
Atanasijevic ancora vincente sulla parallela: 7 – 3 Sir.
Out il servizio di Ricci: 7 – 4 Sir.
Errore dai nove metri di Holt: 8 – 4 Sir.
Attacco vincente di Zaytsev in diagonale: 8 – 5 Sir.
Ace di Christenson su Colaci: 8 – 6 Sir.
Leon a segno dalle sue altezze dopo aver ricevuto: 9 – 6 Sir.
Out il servizio di Lanza: 9 – 7 Sir.
Bednorz colpito alla testa da Leon sui 2 metri: 10 – 7 Sir.
Bednorz a segno in diagonale: 10 – 8 Sir.
Leon tra muro e rete: 11 – 8 Sir.
Ace di Atanasijevic, il videocheck conferma: 12 – 8 Sir.
Primo tempo a terra di Holt: 12 – 9 Sir.
Errore di Leon su tentativo di pallonetto: 12 – 10 Sir.
Errore al servizio di Zaytsev: 13 – 10 Sir.
Atanasijevic mette a terra dopo il servizio di Leon: 14 – 10 Sir.
Out il servizio di Leon: 14 – 11 Sir.
Out anche il servizio di Bednorz: 15 – 11 Sir.
Zaytsev murato da Podrascanin: 16 – 11 Sir.
Urnaut a segno in diagonale: 16 – 12 Sir.
Ace di Holt su Leon: 16 – 13 Sir.
De Cecco mette a terra di seconda intenzione: 17 – 13 Sir.
Mani out di Zaytsev: 17 – 14 Sir.
Ace di Christenson con l’aiuto del nastro: 17 – 15 Sir.
Mani out di Atansijevic: 18 – 15 Sir.
Zaytsev attacca da posto 4 ed è murato da Podrascanin: 19 – 15 Sir.
Ace di Lanza: 20 – 15 Sir.
In rete il servizio di Lanza: 20 – 16 Sir.
Podrascanin a segno in primo tempo: 21 – 16 Sir.
Urnaut vincente in pipe: 21 – 17 Sir.
Attacco vincente di Leon su bagher di Colaci: 22 – 17 Sir.
Atanasijevic preciso in diagonale, il videocheck conferma: 23 – 17 Sir.
Holt a segno in block out: 23 – 18 Sir.
Out il servizio di Zaytsev: 24 – 18 Sir.
Ace di Leon ed il primo set è della Sir: 25 – 18.

Secondo set

Bednorz appoggia sul muro: 1 – 0 Modena.
Ace di Anzani verso posto 5: 2 – 0 Modena.
Primo tempo vincente di Ricci: 2 – 1 Modena.
Errore di Atanasijevic al servizio: 3 – 1 Modena.
Atansijevic murato da Bednorz: 4 – 1 Modena.
Fallo di palleggio di Atanasijevic: 5 – 1 Modena.
Servizio out di Zaytsev: 5 – 2 Modena.
Mani out di Bednorz: 6 – 2 Modena.
Errore al servizio di Bednorz: 6 – 3 Modena.
Urnaut a segno in diagonale: 7 – 3 Modena.
Podrascanin a segno in veloce: 7 – 4 Modena.
Attacco a segno di Atanasijevic: 7 – 5 Modena.
Urnaut murato, il primo arbitro chiede il videocheck ed è punto Sir: 7 – 6 Modena.
Attacco vincente di Zaytsev: 8 – 6 Modena.
Urnaut d’astuzia tra le mani del muro: 9 – 6 Modena.
Errore al servizio di Christenson: 9 – 7 Modena.
Out il servizio di Lanza: 10 – 7 Modena.
Out il primo tempo di Podrascanin: 11 – 7 Modena.
Leon murato: 12 – 7 Modena.
Mani out di Atanasijevic: 12 – 8 Modena.
Anzani a segno in primo tempo: 13 – 8 Modena.
Attacco di Leon che Modena non difende: 13 – 9 Modena.
Ace di Atanasijevic: 13 – 10 Modena.
Errore di Atanasijevic al servizio: 14 – 10 Modena.
Primo tempo vincnete di Ricci: 14 – 11 Modena.
Out il servizio di Leon: 15 – 11 Modena.
Lanza a segno in diagonale: 15 – 12 Modena.
Ace di Hoag appena subentrato: 15 – 13 Modena.
Errore di Atanasijevic in attacco: 16 – 13 Modena.
Lanza a segno in attacco con l’aiuto del nastro: 16 – 14 Modena.
Out l’attacco di Uranut sulla parallela: 16 – 15 Modena.
Pareggia Lanza dopo la difesa di Colaci: 16 – 16.
Errore di Christenson al palleggio con palal che finisce fuori dall’altra parte: 17 – 16 Sir.
Mani out di Zaytsev: 17 pari.
Out il servizio di Christenson: 18 – 17 Sir.
Zaytsev murato da Podrascanin: 19 – 17 Sir.
In rete il servizio di Lanza: 19 – 18 Sir.
Paregga Bednorz in diagonale: 19 pari.
Attacco vincente di Zaytsev: 20 – 19 Modena.
Attacco vincente di Leon sulla parallela. 20 pari.
Muro vincente di Ricci su Anzani a una mano: 21 – 20 Sir.
Bednorz ancora a segno: 21 pari.
Errore di Leon in attacco: 22 – 21 Modena.
Bednorz murato da Ricci: 22 pari.
Zaytsev a segno in diagonale: 23 – 22 Modena.
Pareggia Atansijevic in diagonale: 23 – 23.
Ace di Leon: 24 – 23 Sir.
Out il servizio del cubano: 24 pari.
Tocco di Ricci a muro sull’attacco di Zaytsev: 25 – 24 Modena.
Pareggia ancora Atanasijevic in attacco: 25 pari.
Out l’attacco di Zaytsev sulla parallela: 26 – 25 Sir.
Zaytsev a segno in block out: 26 pari.
Out il servizio di Holt: 27 – 26 Sir.
Errore di Zaysev in attacco: 28 – 26 Sir.

Terzo set

Pipe vincente di Lanza: 1 – 0 Sir.
Errore di Lanza al servizio: 1 pari.
Tapin di Mazzone che però invade: 2 – 1 Sir.
Errore di Podrscanin al servizio: 2 pari.
Atanasijevic murato: 3 – 2 Modena.
Bednorz attacca con successo in parallela: 4 – 2 Modena.
Out il servizio di Mazzone: 4 – 3 Modena.
Ace di Atanasijevic su Bednorz: 4 pari.
Mani out d’eperienza di Zaytsev: 5 – 4 Modena.
Out l’attacco di Bednorz in attacco: 5 pari.
Ace di Leon su Urnaut: 6 – 5 Sir.
Errore di Leon in battuta: 6 pari.
Anche Bednorz mette il srvizio in rete: 7 – 6 Sir.
Out anche il servizio di Ricci: 7 pari.
Anche Holt sbaglia di nove metri: 8 – 7 Sir.
Errore di De Cecco al servizio: 8 pari.
Leon attacca sull’alzata di Colaci: 9 – 8 Sir.
Zaytsev murato da Podrascanin: 10 – 8 Sir.
Ace di Lanza su Rossini: 11 – 8 Sir.
Pipe vincente di Lanza dopo il suo servizio: 12 – 8 Sir.
Ancora muro vincente, stavolta di Leon su Pinali: 13 – 8 Sir.
Errore al servizio di Lanza: 13 – 9 Sir.
Primo tempo vincente di Podrascanin: 14 – 9 Sir.
Quattro tocchi dalla parte di Modena: 15 – 9 Sir.
Attacco vincente di Pinali: 15 – 10 Sir.
Primo tempo vincente di Ricci: 16 – 10 Sir.
Errore di Atanasijevic al servizio: 16 – 11 Sir.
Out il servizio di Pinali: 17 – 11 Sir.
Out anche Leon in battuta: 17 – 12 Sir.
Lanza preciso in diagonale: 18 – 12 Sir.
Fallo di poszione di Modena: 19 – 12 Sir.
Urnaut passa tra le mani del muro di Perugia: 19 – 13 Sir.
Mani out di Lanza: 20 – 13 Sir.
Out l’attacco di Urnaut: 21 – 13 Sir.
Out il servizio di De Cecco: 21 – 14 Sir.
In rete il servizio di Christenson: 22 – 14 Sir.
In rete anche il servizio di Lanza: 22 – 15 Sir.
Anche Urnaut mette in rete il servizio: 23 – 15 Sir.
De Cecco alza dai sei metri e Atanasijevic chiude: 24 – 15 Sir.
Errore di Podrascanin al servizio: 24 – 16 Sir.
Attacco di Pinali a segno: 24 – 17 Sir.
Chiude Atanasijevic in mani out: 25 – 17 Sir.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT LEO SHOES MODENA 3-0 (25-18, 28-26, 25-17)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 16, Podrascanin 7, Ricci 6, Leon 10, Lanza 9, Colaci (libero), Seif, Hoag 1, Piccinelli, Della Lunga. N.e.: Galassi, Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana.

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Christenson 2, Zaytsev 9, Anzani 4, Holt 3, Urnaut 5, Bednorz 9, Rossini (libero), Pinali 2, Keemink, Pierotti, Kaliberda, Mazzone. N.e.: Benvenuti (libero), Van der Ent. All. Velasco, vice all. Cantagalli.

Arbitri: Stefano Cesare – Dominga Lot

Le Cifre
PERUGIA: 22 b.s., 9 ace, 28% ric. pos., 9% ric. prf., 58% att., 8 muri. MODENA: 17 b.s., 4 ace, 36% ric. pos., 15% ric. prf., 43% att., 3 muri.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere