CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, la Sir Perugia si prende la rivincita su Milano: piegata 3-0 con forza e autorevolezza

Perugia Pallavolo Sport Extra Città

Volley, la Sir Perugia si prende la rivincita su Milano: piegata 3-0 con forza e autorevolezza

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

Milano – Orario calcistico a parte, con un inusuale fischio di inizio alle 15:00, quella di oggi tra i meneghini e i Block Devils era sfida vera. Vera e di rivincite. Vera perché Milano ha sfoderato una prima parte della regular season di vero livello, strappando il quarto posto a Trento per la battaglia dei quarti di finale di Coppa Italia. Vera perché la Sir, invece, ha trovato il passo giusto e le vittorie nella seconda parte del girone di andata. Di rivincita “obliqua” perché i padroni di casa, nonostante il vantaggio di disputare quel quarto di finale tra le mura amiche, qualche giorno fa hanno ceduto nella sfida diretta contro i trentini. Ma di rivincita anche per Perugia, che nella partita di andata al PalaBarton aveva ceduto di schianto con un netto 0 – 3.

Assente più che giustificato Marko Podrascanin, rimasto a Perugia per festeggiare la nascita del suo secondogenito Matija, al quale vanno i migliori auguri. 

Con piglio e autorevolezza, nonostante una buona Milano, che ha fatto di tutto portando ai vantaggi sia il primo che il terzo parziale, Perugia conquista altri tre punti che consentono di mantenere in sicurezza la seconda posizione in classifica.

 

Milano competitiva, ma Perugia c’è

Perugia parte con la coppia di centrali italiani Russo-Ricci e in posto 4 Plotnytskyi, che proprio grazie a questa occasione può partire nello starting six.

Il primo punto è della Sir con la parallela vincente di Leon. Allunga Perugia sul 4 – 1, con l’inconsueto attacco di Atanasijevic in palleggio che trova il classico buco. Leon murato per tre volte consecutive ed è parità (4 – 4). Atanasijevic conferma l’ottimo stato di forma, ma risponde Nimir, che chiude portando in vantaggio i suoi (8 – 7). Il muro passivo di Milano funziona alla perfezione e consente alla squadra di Piazza di ricostruire, con l’ulteriore chiusura di Nimir ed è + 3 per Milano (11 – 8). Leon restituisce il muro a Nimir ed è parità (12 – 12), ma poi è lo stesso olandese a piazzare un ace in zona 6 per il nuovo vantaggio dei suoi (14 – 12). Plotnytskyi è caldo e mette a segno due attacchi vincenti, ma Nimir sembra incontenibile e riporta Milano a + 4 con una parallela da zona 2 di pregevole fattura (19 – 15). Milano si mantiene a + 4, con Petric che ci mette lo zampino (23 – 19). Rimonta Sir con il turno di servizio di Leon, che piazza due ace consecutivi (23 – 23). Ai vantaggi la Sir annulla tre set point, due ne annulla Milano, ma l’occasione giusta è quella di Russo, che mette a terra in primo tempo e porta i suoi alla conquista del parziale (28 – 30).

 

Perugia c’è ancora

Parte forte Milano, che si porta sul 3 a 0. Ma dalla parte di Perugia comincia a funzionare anche la difesa e sulla ricostruzione Atanasijevic trova il block out della parità (4 – 4). Qualche problema in ricezione per la Sir sulla serie dai nove metri di Petric e Milano si porta a + 3 (8 – 5). Rimonta Perugia, che pareggia sull’errore di Petric dalla seconda linea (10 – 10). Nimir spinge i suoi, ma rispondono Leon e Atanasijevic che mettono a terra per il sorpasso degli ospiti (11 – 12). Equilibrio  che si rompe sul turno al servizio di Leon: sulla ricezione abbondante Ricci mette a terra ed è 14 – 16. Nimir spara dalla sua mattonella, ma Russo lo mura e la Sir è di nuovo a + 1 (16 – 17). Sir a + 2 con l’ace di Atanasijevic (17 – 19). Ancora ace dell’opposto serbo ed è + 3 per gli ospiti (17 – 20). Atanasijevic va in serie dai nove metri e sulla difesa e contrattacco Perugia vola a + 6 (17 – 23). La frazione è della Sir sull’errore al servizio di Gironi (19 – 25).

Equilibrio nelle prima fasi del terzo parziale, con le squadre che collezionano diversi errori al servizio (4 – 4), con i due registi che cercano molto i top scorer Leon e Nimir (6 – 6). E’ ancora Nimir a tenere in corsa i suoi, ma Kozamernik sbaglia ancora al servizio e Perugia si porta a + 2 (8 – 10). Lanza, rimasto in campo al posto di Plotnytskyi da metà del secondo set, dà equilibrio alla Sir e la sua pipe vale il nuovo + 2 per Perugia (9 – 11). Poi Leon piazza il suo terzo ace e Perugia va a + 3 (10 – 13). Errore di Clevenot al servizio ed è + 4 Sir (11 – 15). Ci pensa Petric a mantenere Milano in corsa, prima in attacco, poi al servizio, piazzando l’ace che vale il – 2 (14 – 16). Ma Atanasijevic ancora molto positivo attacca con successo per il (14 – 17). Leon sembra non voler concedere nulla, ma Gironi trova un ace proprio sul cubano, che poi sbaglia in attacco sparando fuori ed è parità (20 – 20). Ancora parità (22 – 22), sul mani out di Nimir. Ci pensa Atanasijevic, con un attacco in diagonale chiuso sui due metri a riportare i suoi in vantaggio (22 – 23) e ad attaccare di nuovo mettendo a terra il pallone che vale il match point (23 – 24). Annulla Kozamernik con il primo tempo vincente. Sbertoli mette in rete il servizio e consegna il terzo match point a Perugia, che fa suo il parziale (25 – 27), sull’errore in attacco di Nimir.

 

De Cecco e soci fanno le cose giuste al momento giusto

La sfida disputata oggi all’Allianz Cloud di Milano, il nuovo salotto della pallavolo italiana, aveva molto da dire per gli stimoli di entrambe le squadre, sia di rivincita, che di classifica.

Milano è sembrata molto diversa da quella opaca vista nel quarto di finale di Coppa Italia ceduto a Trento qualche giorno fa proprio all’Allianz Cloud. Dall’inizio di questa stagione coach Piazza ha il problema dei centrali, con Piano assente a causa del grave infortunio al ginocchio e Alletti rientrante, ma certo non al meglio. Però ha un grande Nimir che può fare la differenza in ogni situazione. E Milano ha giocato bene, soprattutto nel primo set, quando si è addirittura trovata in vantaggio 23 – 19.

Ma gli uomini di Heynen non hanno mai perso la bussola e quando è andato al servizio Leon su quella situazione di punteggio, hanno fatto valere la loro legge: con due aces di Leon, ma soprattutto difendendo quel pallone in più che ha consentito le ricostruzioni decisive per la conquista del primo frangente.

Poi la Sir ha controllato il secondo parziale e nel terzo, quando i giochi sembravano fatti, pur subendo la rimonta di Milano, fa ancora tutto giusto. E nei momenti decisivi Perugia non sbaglia nulla, potendo sempre contare su due cavalli di razza pura come Atanasijevic e Leon a mettere a terra i palloni decisivi.

Il tecnico dei Block Devils, poi, alterna Plotnytskyi con Lanza e grazie alla concretezza della seconda linea, ma anche ai centrali, trova ancora gli equilibri giusti.

E’ ancora Atanasijevic il migliore dei suoi, che insieme a tutta la squadra dedica la vittoria al nuovo arrivo in casa Podrascanin.

Il ritorno da Milano sarà dolce, ma ci sarà giusto il tempo di tirare il fiato, perché già mercoledì la Sir scenderà di nuovo in campo per l’impegno casalingo della partita di ritorno di Champions League contro i francesi del Tours.  

 

ALLIANZ MILANO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA  0 – 3 (28 – 30, 19 – 25, 25 – 27)

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 1, Abdel-Aziz 20, Kozamernik 4, Alletti 2, Petric 12, Clevenot 4, Gironi 4, Okolic, Basic, Pesaresi (libero). N.e.: Izzo, Weber, Hoffer (libero). All. Piazza, vice all. Camperi.

 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 18, Ricci 5, Leon 19, Lanza 5, Colaci (libero), Zhukouski, Plotnytskyi 5, Russo 6, Piccinelli, Taht. N.e.: Hoogendoorn, Biglino. All. Heynen, vice all Fontana.

Arbitri: Daniele Rapisarda – Andrea Pozzato

I numeri – MILANO: 15 b.s., 3 ace, 53% ric. pos., 33% ric. prf., 47% att., 5 muri. PERUGIA: 20 b.s., 5 ace, 49% ric. pos., 31% ric. prf., 52% att., 6 muri.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere