CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, la Sir Perugia nella storia: Block Devils campioni d’Italia!

EVIDENZA Perugia Pallavolo Sport Extra Città

Volley, la Sir Perugia nella storia: Block Devils campioni d’Italia!

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

Perugia – Campioni d’Italia! La Sir è campione d’Italia. Nella magica alcova del PalaEvangelisti stasera si è avverato il sogno più bello per Perugia. Quel sogno accarezzato per più di una volta e che per un soffio o poco più era sfuggito nelle precedenti occasioni.

Ma la finale che conta è quella di oggi, quella che ha permesso di agguantare quella coppa e quello scudetto che sarà cucito sulle maglie di una squadra che quest’hanno ha vinto tutto.

Una squadra e una città, una squadra e un pubblico caldissimo; un gruppo di ragazzi eccezionali guidati da un condottiero altrettanto eccezionale; un manipolo di uomini che insieme hanno saputo far crescere intorno a loro un movimento che va molto al di là del tifo, con un seguito in ogni dove della penisola e anche oltre.

E alla Perugia dello sport un titolo di campione d’Italia mancava da troppo tempo, anzi prima di stasera – salvo un lontano scudetto nel calcio a 5 – non c’era mai stata una squadra maschile a vincerlo.

Ma quando tutto sembra perfetto per poter inneggiare alla vittoria, per poter dire sì, ce l’abbiamo anche noi uno scudetto, quello che conta è allontanare la tensione che il pensiero di un traguardo troppo importante e troppo desiderato potrebbe far sfuggire ancora.

Nel primo set l’adrenalina che entra in circolo non riesce a trasformarsi in energia positiva dalla parte di Perugia. La ricezione, nonostante Civitanova cerchi di bersagliare un Russell che nelle ultime sfide era stato l’anello debole della catena, funziona in modo egregio per la Sir, con un significativo 67% di positiva. Per buona parte del game, però, l’attacco della Lube mette a segno qualche pallone in più; e malgrado non ci siano strappi decisivi, gli ospiti rimangono costantemente in vantaggio.

La svolta del frangente, e forse anche dell’incontro, si concretizza con un muro vincente di Anzani su una pipe di Juantorena, seguito da un ace di Atansijevic. La parità ristabilita (18 – 18) diventa vantaggio per la Sir grazie a due aces consecutivi di Russell, il primo dei quali con l’aiuto decisivo del nastro, che valgono il 21 a 19 per i Block Devils.

Medei capisce che ha bisogno di qualcosa in più in battuta e fa entrare Zhukouski al posto di Stankovic quando era già pronto ad eseguire il servizio. Bernardi dal canto suo sa che in una situazione nella quale gli avversari tireranno tutto dai nove metri, a sua volta ha bisogno di solidità in seconda linea e fa entrare Cesarini (con divisa ordinaria) per Russell. La mossa, come era stato per il set vinto in gara 4, si rivela quella giusta. Poi Russell, dopo essere rientrato, libero da compiti di ricezione, mette a segno il punto che conclude il set (25 – 22) dopo un “quasi ace” di Zaytsev.

La Lube tenta ancora la carta servizio e guarda caso è sempre Russell ad essere bersagliato in ricezione. I marchigiani si portano avanti nel secondo set (6 – 2) e Bernardi sostituisce Russell con Berger, per quella che si rivelerà ancora una mossa azzeccata.

Una buona serie di Atansijevic al servizio, anche senza aces, consente alla Sir di riportarsi in vantaggio (14 – 12). Sul finire del set sono Berger ed Anzani ad incidere al servizio ed è grazie ad un ace del centrale perugino che i padroni di casa ottengono il massimo vantaggio (21 – 17).

Alcuni errori in attacco della Lube e un convincente Atanasijevic in attacco, consentono alla Sir la conquista del secondo parziale con il punteggio di 25 a 23.

A questo punto Perugia si trova ad un set dalla gloria tricolore, ma nonostante torni a graffiare al servizio sia con il suo opposto serbo, sia con Zaytsev, i marchigiani si rifanno sotto grazie ad una percentuale di realizzazione leggermente superiore in attacco, tanto da collezionare due set point (uno sul 24 a 23 e un altro sul 25 a 24).   

Risolve tutto lo Zar di casa e sono suoi gli ultimi tre punti: prima con un colpo ad effetto su un attacco in parallela da posto 4 che gira e cade a fianco del muro; poi, sempre da posto 4, con un attacco in diagonale; infine con una palla spinta dove nessuno dall’altra parte può arrivare (27 – 25).

E’ tripudio, con Bernardi che sale a dirigere i cori sul posto del primo arbitro, con qualche lacrima di gioia sul viso di alcuni, con la gioia incontenibile di tutta la squadra, con schizzi di spumante e coriandoli che piovono dal podio e vanno a formare un variopinto tappeto di gloria sportiva.

E alla fine capitan De Cecco alza al cielo la coppa dei vincitori, che passa tra le mani di giocatori e dei tifosi che l’hanno tanto desiderata e che adesso meritatamente si godono in questo meraviglioso ed indimenticabile momento. Un momento che non è un momento, destinato come è a rimanere scolpito per tutta la vita di coloro che a vario titolo vi hanno contribuito, a partire dai giocatori, nessuno escluso, da quel grandissimo tecnico che è Lorenzo Bernardi, a tutti i membri dello staff della squadra, ai tifosi e sostenitori di ogni dove, ai Sirmaniaci e ad un presidente come Gino Sirci, che anche nelle avversità ha sempre creduto fermamente al suo progetto.

Tutti hanno dato qualcosa per questa vittoria ed è stata la somma del contributo di tutti a fare la differenza per la conquista della vittoria. La Sir, in campo e fuori, ha dimostrato di essere squadra vera ed ha sublimato lo sport che è per eccellenza di squadra.

Onore ai vinti, ma stasera c’è solo la Sir campione d’Italia, c’è Perugia che finalmente ha il posto che si merita nello sport nazionale.    

Primo set

Si parte con Zaytsev al servizio. Primo punto per la Lube con Sokolov in attacco in parallela.
Out il servizio di Christenson: 1 pari.
Mette a terra Juantorena sopra il muro con un pallonetto spinto: 2 – 1 Lube.
Anzani in primo tempo ed è 2 a 2.
Veloce di Stankovic ed è 3 a 2 Lube.
Out l’attacco di Russell e primo break per la Lube: 4 – 2.
Stavolta Russell va a segno: 4 a 3 Lube.
Cester mette a segno il 5 a 3 per Civitanova.
Errore di Sokolov al servizio con una jump flot: 5 – 4 Lube.
Errore di Zaytsev in attacco che spedisce molto sopra il muro out: 6 – 4 Lube.
Pallonetto spinto di Sokolov che cade a terra: 7 – 4 Lube.
Primo attacco di Atanasijevic che scaglia sulle mani del muro out: 7 – 5 Lube.
Ace di capitan De Cecco in posto 5: 7 – 6 Lube.
Juantorena precisissimo da posto 4 mette giù: 8 – 6 Lube.
Lungo il servizio di Cester: 8 – 7 Lube.
Atanasijevic riporta in parità il punteggio dopo un’ottima difesa della sua seconda linea: 8 – 8.
Russell incerto in attacco viene murato: 10 – 8 Lube.
Christenson mette a segno un ace su Russell che lascia la palla, ma in campo: 11 – 8 Lube.
Out l’attacco di Atanasijevic dopo una buona ricostruzione: 12 – 9 Lube.
Il punto successivo è della Sir con Atanasijevic in attacco: 12 – 10 Lube.
Lube ancora a + 3 con Sokolov nonostante la buona difesa e ricostruzione della Sir: 13 – 10.
Atanasijevic in attacco e la Sir è di nuovo a – 2: 13 – 11.
Errore di Sokolov al servizio: 14 – 12 Lube.
Christenson mette a terra di seconda intenzione dopo il servizio jump flot di Anzani: 15 – 12 Lube.
Lube ancora a + 3 dopo un’incertezza in difesa della Sir: 16 – 13.
Pipe vincente di Russell con l’aiuto del nastro: 16 – 14 Lube.
Bernardi chiede time out sul 17 a 14 per gli ospiti.
Podrascanin in primo tempo riporta la Sir a – 2: 17 – 15.
Atanasijevic sulle mani del muro out ed è 18 – 16 Lube.
Pipe di Juantorena murata in modo vincente da Anzani: Sir a – 1 (17 – 18).
Ace di Atanasijevic che riporta il punteggio in parità: 18 – 18. Medei chiede time out.
Sokolov riporta la Lube a + 1: 19 – 18.
Errore di Stankovic al servizio: 19 pari.
Ace di Russell con l’aiuto del nastro: 20 – 19 Sir.
Ancora ace di Russell su Juantorena con un piccolo aiuto del nastro: 22 – 20 Sir.
Russell stavolta mette in rete il servizio: 22 – 21 Sir.
Primo tempo vincente di Anzani: 22 – 20 Sir.
Sokolov mette a terra per il 22 – 21 Sir.
Primo tempo vincente di Podrascanin: 23 – 21 Sir.
Juantorena trova un mani out per il 23 – 22 Sir.
Pipe vincente di Russell: 24 – 22 Sir.
Russell mette a terra dopo un “quasi ace” dello Zar e Perugia si aggiudica il primo set: 25 – 22.

Secondo set

Il secondo set si pare con un ace per la Lube: 1 – 0:
Atansijevic murato ed è 2 a 0 Lube.
Attacco out di Sokolov, ma c’è un tocco del muro di Perugia rilevato dal videocheck: 3 – 0 Lube.
Primo punto per la Sir con Atanasijevic: 3 – 1 Lube.
Fallo di Sokolov a rete ed è 4 a 2 Lube.
Errore di Atanasijevic al servizio: 5 – 2 Lube.
Bernardi chiede time out sul 6 a 2 Lube.
Al terzo tentativo Atanasijevic trova un mani out: 6 – 3 Lube.
Errore di Berger al servizio: 7 – 3 Lube.
Anche Sokolov sbaglia dai nove metri: 7 – 4 Lube.
Muro vincente di Podrascanin su Sokolov: 7 – 5 Lube.
Errore di Anzani che serve molto lungo: 8 – 5 Lube.
Non passa l’attacco di Kovar e la Sir è di nuovo a – 2: 8 – 6.
Juantorena spinge sul muro, che però è molto attento e rispedisce a terra dall’altra parte: 8 – 7 Lube.
Atanssijevic a terra potentissimo in diagonale da posto 2: 8 pari. Medei chiede time out.
Out il servizio di De Cecco: 9 – 8 Lube.
Zaytsev d’astuzia sulle mani del muro: 9 pari.
Sokolov riporta la Lube a + 2 dopo incertezze difensive della Sir: 11 – 9.
Atanasijevic da seconda linea, praticamente da posto 6 mette a terra: 11 – 10 Lube.
“C” di Anzani e la Sie è ancora a – 1: 12 – 11.
E’ ancora Anzani, questa volta con un muro vincente, a riportare la Sir in parità: 12 – 12.
Fallo a rete della Lube su attacco di Beger dopo una difesa di Colaci delle sue: 13 – 12 Sir.
Sokolov non trova la palla in attacco dopo un servizio molto potente di Atanasijevic che aveva messo in difficoltà la ricezione: 14 – 12 Sir.
Sokolov molto preciso mette a terra da posto 2: 14 – 13 Sir.
Kovar riporta in vantaggio la Lube con un attacco vincente in diagonale: 15 – 14.
Out il servizio di Stankovic, il videocheck smentisce: 16 – 14 Lube.
Poi lo stesso Stankovic mette in rete il servizio: 16 – 15 Lube.
Ace di Berger millimetrico sull’angolo di posto 5: 16 pari.
Sokolov spedisce out in diagonale da posto 2: 17 – 16 Sir.
Poi è lo steso Sokolov che trova un mani out dopo unpazione confusa: 17 pari.
Zaytsev mette a terra da posto 4 in parallela: 18 – 17 Sir.
Sokolov murato in modo vincente: 19 – 17 Sir.
Zaytsev ancora vincente da posto 4 in diagonale: 20 – 17 Sir.
Ace di Anzani su Sander e la Sir è a + 4: 21 – 17.
Sander trova una parallela vincente da posto 4: 21 – 18 Sir.
Poi Juantorena è vincente in diagonale da posto 4 dopo una ricezione difficile della Sir, che è sempre a + 2: 21 – 19.
Atanasijevic mette a terra tra le mani del muro: 22 – 19 Sir.
Juantorena riceve e attacca in diagonale da posto 4: 22 – 20 Sir.
Slash vincente di Stankovic: 22 – 21 Sir.
Ancora una ricezione problematica della Sir ed uno slash della Lube, ma c’è un fallo a rete di Juante la Sir si riporta a + 2: 23 – 21.
Errore di Stankovic in attacco con la palla che non passa sul suo primo tempo: 24 – 22 Sir.
Out il servizio di Podrascanin: 24 – 23 Sir. Bernardi chiede time out.
Chiude il set Atanasijevic in attacco in diagonale: 25 – 23.

Terzo set

Si parte con un ace di Zaytsev: 1 a 0 Sir.
La Sir allunga in modo convincente e si porta sul 5 a 2.
Con anche di Atansijevic i padroni di casa si portano sul 6 a 2 in loro favore.
Berger spinge sulle mani del muro out ed è 7 a 3 Sir.
Zaytsev sul capo di Sokolov ed è 8 a 3 Sir.
Errore di Berger al servizio: 8 – 4 Sir.
Nonostante la difesa di Colaci l’attacco della Lube è vincente: 8 – 5 Sir.
Sokolov trova un mani out in parallela e la Lune di porta a – 2: 8 – 6.
Poi Sokolv mette fuori l’attacco in parallela dell’azione successiva: 9 – 6 Sir.
Kovar trova un buon mani out da posto 4: 9 – 7 Sir.
Ace di Kovar in zona di conflitto e la Lube è a – 1: 9 – 8 Sir.
Ma Kovar mette in rete il servizio e la Sir si riporta a + 2:
Muro vincente su Sokolov: 11 – 8 Sir.
Pipe altissima di Berger: 12 – 9 Sir.
Juantorena attacca in diagonale e Colaci non riesce a difendere: 12 – 10 Sir.
Primo tempo vincente di Podrascanin: 13 – 10 Sir.
Juantorena sbaglia in attacco per il 14 – 10 Sir.
Atanasijevic murato e la Lube è a – 2: 14 – 12.
Atanasijevic mette a terra al secondo tentativo: 15 – 12 Sir.
Errore di Stankovic dai nove metri: 16 – 13 Sir.
Sokolov vincente nonostante la difesa della seconda linea della Sir, che è ancora a + 2: 16 – 14.
Sokolov spedisce out il servizio: 17 – 14 Sir.
Anche Sander sbaglia al servizio: 18 – 15 Sir.
Juantorena ancora vincente da posto 4: 18 – 16 Sir.
Atansijevic murato in modo vincente su una free ball: 18 – 17 Sir.
Juantorena murato da Podrascanin: 19 – 17 Sir.
Juantorena attacca out dopo un servizio potente di Zaytsev, il videocheck dice che non c’è tocco: 20 – 17 Sir.
Zaytsev sbaglia al servizio: 20 – 18 Sir.
Berger vincente sulle ginocchia di Christenson: 21 – 18 Sir.
Stankovic mette a segno dal centro: 21 – 19 Sir. Bernardi chiede time out.
Sokolov attacca con successo e riporta i suoi a – 1: 21 – 20.
Muro vincente di Kovar su Atanasijevic, il videocheck dice che non c’è fallo a rete: 21 pari.
Atansijevic mette a terra e riporta la Sir in vantaggio: 22 – 21. Medei chiede time out.
Invasione della Lube su attacco di Kovar, il videocheck smentisce nonostante l’impressione sia quella contraria: 22 pari.
Anzani dal centro riporta la Sir in vantaggio: 23 – 22.
Kovar attacca e Colaci non riesce a trattenere: 23 pari.
Errore di Podrascanin in attacco che spedisce out dal centro: 24 – 23 Lube.
Sokolov spedisce in rete un servizio jump flot: 24 pari.
Cester in primo tempo e la Lube è sul 25 a 24.
Zaytsev da posto 4 “aggira” il muro in parallela: 25 pari.
Ancora Zaytev mette a terra da posto 4 dopo la difesa dei suoi: 26 – 25 Sir.
Zaytsev ancora e la Sir è campione d’Italia: 27 – 25.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-0 (25-22, 25-23, 27-25)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco l, Atanasijevic 17, Podrascanin 5, Anzani 7, Zaytsev 10, Russell 6, Colaci (libero), Cesarini, Berger 6, Shaw. N.e.: Della Lunga, Ricci, Andric. All. Bernardi, vice all Fontana.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 4, Sokolov 18, Stankovic 5, Cester 3, Kovar 14, Juantorena 10, Grebennikov (libero), Candellaro 1, Zhukouski, Sander 1, Casadei. N.e.: Marchisio, Milan, Storani (libero). All. Medei, vice all. Camperi.

Arbitri: Roberto Boris – Daniele Rapisarda

LE CIFRE – PERUGIA: 10 b.s., 8 ace, 44% ric. pos., 22% ric. prf., 48% att., 8 muri. CIVITANOVA: 16 b.s., 4 ace, 32% ric. pos., 21% ric. prf., 56% att., 7 muri.