CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Volley, la Sir Perugia inizia alla grande: secco 3-0 al debutto con Latina

Perugia Pallavolo Sport Extra EVIDENZA2 Città

Volley, la Sir Perugia inizia alla grande: secco 3-0 al debutto con Latina

Redazione sportiva
Condividi

Semifinale Del Monte® Supercoppa 2018, SuperLega Pallavolo Maschile Serie A1 presso PalaEvangelisti Perugia IT, 6 ottobre 2018 - Foto di Michele Benda per VolleyFoto [Riferimento file: 2018-10-06/ND5_0229]

di Raffaello Agea

PERUGIA – Dire buona la prima forse è scontato, anche se per la verità questa per la Sir non era la prima.

Le premesse incerte L’antipasto amaro di Supercoppa e la digestione della sconfitta nell’amichevole infrasettimanale di Siena non erano agevoli. Ma in questa seconda scena, la prima di campionato, la squadra di Bernardi supera l’esame. Se fosse stato un esame all’università sarebbe servito un 30 e stasera un 30 separato da un trattino è arrivato.

Un 3 a 0 contro Latina, che comunque non è squadra da prendere con le molle, ma che dal punto di vista della caratura tecnica è certo un po’ inferiore alla Sir, non era affatto scontato all’inizio.

E come Bernardi aveva evidenziato in settimana, ai suoi uomini non serviva certo di dimostrare il tasso tecnico individuale, che altrettanto certamente non si disperde in una final four, tanto più quando l’evento si svolge “a freddo”, all’inizio di una stagione preceduta da un mondiale finito solo qualche giorno prima e nel quale più di mezza squadra era stata impegnata.

Ma i malumori di qualche tifoso e dell’ambiente, soprattutto quelli del presidente, avevano bisogno di una prova di sostanza, corale e di carattere.

… e una prova di carattere E quanto al carattere, se si eccettuano alcune distrazioni nel corso del terzo set, che alla fine hanno riacceso il pubblico di fede perugina, De Cecco e soci hanno dimostrato di averne.

Forse non sarà stata la miglior Sir di sempre, ma non si può certo sottilizzare.

Assente Berger, prudenzialmente tenuto a riposo dopo gli ultimi acciacchi, il primo ad essere atteso era Leon. Il cubano, dal canto suo, non ha deluso le aspettative e quando è andato al servizio sul 3 pari del primo set, ha inanellato una serie incredibile di servizi alla nitroglicerina (9!) con ben 4 aces, consentendo negli altri casi agevoli chiusure ai suoi. Sull’11 a 3 il set era quasi concluso e la reazione dei pontini è stata tutto sommato debole, mentre i padroni di casa, sulle ali di un entusiasmo più che giustificato, hanno continuato a macinare punti in attacco: Atanasijevic con un significativo 86% nel parziale e sei punti a referto; ma anche con Lanza (67%), Podrascanin (75%), Ricci (100%). Percentuali alte (70% di squadra) e pochi punti individuali quando un set finisce con ampio margine (25 – 18), ma affidabilità massima a prescindere dalla difesa organizzata dall’altra parte.

Ritrovata l’affidabilità, nonostante nel secondo set non arrivino punti con l’attacco dai nove metri, il muro torna su livelli accettabili e oltre a dare due punti diretti, consente buone ricostruzioni. Il match, pur non vivendo le fiammate del primo frangente, rimane sotto controllo e quello che non dà il servizio viene in attacco: Podrascanin e Ricci al 100%, Atanasijevic e Leon rispettivamente al 50 e 55%, con 15 punti totali e il 54% di squadra. La fase break è tutto sommato buona, con 8 punti che consentono gli allunghi decisivi, fino alla conquista di ben 6 set point sul 24 a 18.

Qualche disattenzione di troppo non permette la chiusura immediata, ma stasera Leon e Atanasijevic ci sono e mettono a terra gli ultimi due palloni per il definitivo 25 a 21 che vale la frazione.

A questo punto tutti pensano a un terzo set sulla falsa riga dei primi due, ma le disattenzioni della fine di quello precedente si ripetono. E Latina, con Stern e Parodi molto concreti in attacco, mette avanti il naso fino a un + 4 (11 – 7). La ricezione rivedibile di Lanza, apparso spento nelle ultime azioni, induce Bernardi a sostituirlo con Della Lunga, che oltre a dare qualcosa in più in seconda linea, è chiamato ad incidere di più al servizio. L’ex Trento, infatti, sembra proprio litigare con il lancio di palla al servizio, tanto che quasi sempre abbandona la battuta spin per la jump flot.

La ricetta funziona perché oltre che al servizio, lo schiacciatore di Perugia subentrato trova anche due punti, uno in attacco, ma soprattutto uno a muro, che porta i suoi al match point sul 24 a 21.

E’ Podrascanin a siglare il punto della vittoria con il suo decimo sigillo personale.

Spettri esorcizzati? Leon risponde! Percentuali e ruolini personali a parte, a tratti si è rivista la Sir d’annata che non lascia nulla al caso. Non ancora la squadra cannibale e spietata della scorsa stagione, ma di sicuro in netta ripresa, prima di tutto dal punto di vista dei meccanismi.

De Cecco, peraltro molto preciso al servizio, ritrova più che accettabili ispirazione e precisione, mentre Colaci in seconda linea riesce a dare la tranquillità che serve alla squadra.

Molto ci sarà da fare, perché se le sconfitte di Supercoppa hanno aperto molti interrogativi, non tutte le domande possono aver trovato risposta in una partita contro un avversario sulla carta molto più abbordabile di altri.

Le prossime sfide, a partire dalla trasferta di Verona del prossimo turno diranno la loro.

Ma una cosa è certa: il Bernardi oggi premiato con il riconoscimento di miglior tecnico della scorsa stagione, sa che il suo attacco dai nove metri con Leon funziona davvero e che una serie come quella del primo set, oltre ad essere impreziosita da quattro aces, può valere un set e probabilmente un intero match.

Valore che ha indotto la critica a proclamare il giocatore caraibico quale MVP e che forse è il miglior viatico per la sua definitiva integrazione nella squadra.

Il telegramma di questa sera non può essere che questo: Perugia chiama Leon, Leon risponde.

Primo set Si parte con la Sir al servizio con Podrascanin. Mani out di Stern e 1 a 0 per Latina.

Non passa la pipe di Lanza: 2 – 0 Latina.
Servizio out degli ospiti: 2 – 1 Latina.
Primo punto per Atanasijevic: 3 – 2 Latina.
Muro di Ricci dopo servizio potente di Leon: 3 pari.
Ace di Leon e Perugia passa in vantaggio 4 – 3.
Raddoppia l’ace Leon: 5 – 3 Perugia.
Ancora servizio bomba di Leon (120 km/h) e muro della Sir: 6 – 3.
Free ball chiusa da Ricci al centro dopo altro servizio potentissimo di Leon: 7 – 3.
Ace di Leon: 8 – 3 Sir.
Dopo l’ennesimo servizio al fulmicotone di Leon chiude Atanasijevic: 9 – 3 Sir.
10 a 3 Sir dopo altro servizio di Leon.
Ace di Leon: 11 – 3 Sir.
Attacco di Latina che passa: 11 – 4 Sir.
Errore di Stern al servizio: 12 – 4 Sir.
Riceve Leon, chiude Atanasijevic a tutto braccio: 13 – 5 Sir.
Podrascanin porta Perugia sul 14 – 6.
Latina recupera due punti e poi si porta a – 6 con un ace di Sottile: 15 – 9 Sir.
Attacco di vincente di Leon: 17 – 9 Sir.
Scambio lungo chiuso da Parodi per Latina: 18 – 11 Sir.
Leon spedisce fuori il servizio, il videocheck conferma: 19 – 12 Sir.
Stern al servizio su Leon che riceve male: 19 – 13 Sir.
Ace di Ricci: 21 – 13 Sir.
Lanza potente sul muro trova un mani out per il 22 – 14 per la Sir.
Ace di De Cecco morbido tra posto 1 e posto 2: 23 – 14 Sir.
Lanza con un mani out da posto 2 posta la Sir sul set point: 24 – 16.
Chiude Leon con un attacco potentissimo da posto 4: 25 – 16.

Secondo set

Primo punto per la Sir con Podrascanin dal centro: 1 – 0.
Attacco vincente di Stern: 1 pari.
Tapin vincente di Leon dopo servizio potente di Atanasijevic: 2 pari.
Leon mette a terra, il videocheck conferma: 4 – 2 Sir.
Atansijevic murato e Latina si riposta in parità: 4 – 4.
Diagonale vincente di Parodi e Latina si porta sopra: 6 – 5.
Ricci riporta la parità: 6 – 6.
Muro vincente di De Cecco ed è 7 – 6 Sir.
Attacco out si Stern e Perugia è a + 2: 9 – 7 Sir.
Pipe vincente di Leon: 10 – 8 Sir.
Rossi dal centro per Latina a segno: 11 – 10 Sir.
Tocco di seconda di De Cecco a segno: 13 – 10 Sir.
Errore al servizio di Rossi e Perugia è ancora a + 4: 15 – 11.
Anche Leon spedisce fuori il servizio: 15 – 12 Sir.
Atanasijevic chiude una palla molto difficile da seconda linea dopo lunga azione: 16 – 12 Sir.
Atanasijevic murato e Latina è a – 2: 16 – 14.
Poi l’opposto serbo chiude sui due metri: 17 – 14 Sir.
Muro vincente di Podrascanin: 18 – 14 Sir.
Colaci non riesce a difendere un attacco in parallela di Stern: 19 – 17 Sir.
Leon trova un ottimo mani out da seconda linea dopo aver difeso una palla molto difficile: 21 – 17 Sir.
Tapin di Leon dopo servizio di Podrascanin: 22 – 17 Sir.
Ricci mura Rossi nell’uno contro uno: 23 – 17 Sir.
Leon attacca altissimo e porta Perugia al set point: 24 – 18.
Qualche disattenzione di Perugia consente a Latina di accorciare sul 21 – 24.
Chiude il parziale Atansijevic in attacco: 25 – 21.

Terzo set

Latina in vantaggio dopo errore di Atansijevic al servizio: 2 – 1.
Ricci ristabilisce la parità con un attacco mani out: 2 – 2.
Ace di Leon sull’angolo di posto 1: 3 – 2 Sir.
Ricci ancora a segno dal centro: 4 – 3 Sir.
Lanza murato ed è 4 pari.
De Cecco di prima intenzione trova un mani out dopo alcune due difese consecutive su Lanza: 5 – 4 Sir.
Lanza ristabilisce la parità con attacco a terra da posto 4: 6 – 6.
Stern mette a terra per il 7 – 6 Latina.
Palacios porta Latina a + 2: 8 – 6.
Leon potente e altissimo mette giù: 8 – 7 Latina.
Latina a + 3 dopo attacco out di Atansijevic: 10 – 7.
Ricezione rivedibile di Lanza e Latina è a + 4: 11 – 7.
Ace di Atanasijevic che riporta Perugia a – 2: 11 – 9.
Leon chiude sui 3 metri: 12 – 10 latina.
Atanasijevic chiude in attacco da seconda linea dopo lunga azione con salvataggi da ambo le parti e riporta Perugia a – 1: 13 – 12 Latina.
Muro vincente di Podrascanin ed è parità: 13 – 13.
Leon appoggia una pipe e Stern dall’altra parte mette a terra: 15 – 13 Latina.
Parità sul 15 – 15 dopo altro muro vincente di Podrascanin.
Atansiijevic per la nuova patità: 16 – 16.
Podrascanin, mani out: 17 pari.
Leon aggiusta in attacco un’alzata in bagher di Colaci: 18 pari.
Errore di Sterno al servizio: 19 pari.
Servizio potentissimo di Leon, Palacios spedisce fuori, ma il videocheck dice che c’è un tocco a muro: 20 – 19 Latina.
Atanasijevic riporta la parità con attacco in diagonale a terra: 20 – 20.
Della Lunga mette a terra dopo salvataggio in bagher di Leon: 21 – 20 Sir.
Parodi attacca con successo in parallela da posto 4: 21 pari.
Atansijevic murato, ma c’è un’invasione decretata dal videocheck: 22 – 21 Sir.
Attacco out di Stern: 23 – 21 Sir.
Della Lunga mura Stern e per Perugia ci sono 3 match point: 24 – 21.
Servizio sull’angolo di posto 5 di De Cecco, il videochek dice che è fuori, ma poi Podrascanin mette a terra e consegna set e match a Perugia: 25 – 22.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – TOP VOLLEY LATINA 3-0 (25-18, 25-21, 25-22)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 4, Atanasijevic 15, Podrascanin 10,
Ricci 8, Leon 17, Lanza 4, Colaci (libero), Seif, Piccinelli, Della Lunga
2. N.e.: Galassi, Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana e Caponeri.

TOP VOLLEY LATINA: Sottile 2, Stern 11, Rossi 6, Gitto 7, Palacios 8,
Parodi 12, Tosi (libero), Barone, Huang, Ngapeth 1, Gavenda 1. N.e.:
Caccioppola. All. Tubertini, vice all. Pozzi.

Arbitri: Bruno Frapiccini – Massimo Florian

LE CIFRE – PERUGIA: 7 b.s., 8 ace, 55% ric. pos., 27% ric. prf., 59%att., 8
muri. LATINA: 11 b.s., 4 ace, 42% ric. pos., 20% ric. prf., 49% att., 7
muri.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere