CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, la Sir Perugia domina Ravenna: Block Devils campioni d’inverno

Perugia Pallavolo Sport Extra EVIDENZA2 Città

Volley, la Sir Perugia domina Ravenna: Block Devils campioni d’inverno

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

RAVENNA – Gli uomini della Sir il regalo di Natale se lo sono fatto da soli. E per una squadra di volley, oltre che per i suoi giocatori, famiglie ed amici a parte, il miglior regalo è una prestazione di alto livello coronata da una vittoria schiacciante. E una prestazione di alto livello, una vittoria di questo tipo ed una strenna natalizia oggi sono state.

A Ravenna, contro una squadra che è meritatamente una delle rivelazioni del campionato, il compito non era certo dei più facili, anzi c’era il rischio di “mandarla in cagnara” in un caldissimo Paladeandré, gremito fino all’ultimo posto disponibile.  

Ma tutto è andato liscio; e non certo per demerito dei padroni di casa.

I Block Devils hanno fatto il loro e guarda caso un Satana di passaggio a Bari ed a Modena ha giocato un brutto tiro alla Lube (che perde al tie break contro Castellana) ed all’Azimut (sconfitta in casa 3 a 1 da Padova e forse alle prese con i noti “’Ngapethproblemi”), con gli umbri che tornano da soli sul graduino più alto della classifica.

Il clima, grazie ai 3500 sugli spalti (200 Sirmaniaci compresi), è di quelli che fa circolare la giusta dose di adrenalina nelle vene dei giocatori, che non deludono certo le aspettative.

Nel primo parziale le squadre sembrano studiarsi: come si dice vanno punto a punto fino al 9 pari. Sono Zaytsev in attacco da posto 4 e due muri della coppia serba Atanasijevic-Podrascanin, a portare Perugia a + 4 (15 a 11). Il vantaggio degli ospiti si mantiene costante fino al momento caldo del game, quando un paio di errori gratuiti (forse gli unici del match da parte Sir), riportano la Bunge a – 1. Ma Buchegger, che fino a quel momento aveva tenuto ampiamente in carreggiata i suoi, sbaglia al servizio ed è Russell a chiudere da posto 4 con un palla morbida solo toccata dai ravennati (25 – 22).

La storia del secondo e del terzo set, come spesso ha fatto la Sir nel corso della stagione, è un’altra pallavolo e Ravenna non è mai in partita. La sensazione che oggi si è ripetuta è stata quella di una squadra che quando vuole accelera, sorpassa e si mantiene a distanza di ampia sicurezza.

Il servizio è sempre incisivo ed a parte la ragguardevole cifra degli 8 aces, i romagnoli non riescono mai ad attaccare come ci si aspetterebbe da una squadra che ha velleità di vittoria contro questa Sir.

A chiudere il cerchio contribuiscono i martelli perugini: un ritrovato Russell con 15 punti (3 aces per lui e titolo di MVP) ed un più che convincente, costante ed affidabilissimo Zaytsev (10 marcature a referto per lo Zar).

Forse erano proprio i punti degli uomini in banda ad essere mancati contro Civitanova e Modena; ma oggi i due posti 4 della Sir, ben assistiti da Boss De Cecco, hanno fatto la vera differenza: e non di poco.

Con il punteggio che non è mai in bilico gli altri, soprattutto Anzani e Podrascanin al centro, viaggiano a velocità di crociera e si limitano a controllare a muro ed a giocare palloni vincenti quando chiamati in causa.

E il muro della Sir, quando non è vincente, con la collaborazione di Colaci in seconda linea (che è il magnete che tutti conoscono per i palloni più difficili), consente a Perugia di esaltarsi anche nelle azioni più lunghe; azioni quasi sempre chiuse in favore della compagine allenata da Bernardi, con un decisivo contributo alla ragguardevole percentuale in attacco (58%).

Tirata la linea dei conti alla fine del girone d’andata ed in virtù dei risultati delle dirette avversarie, come direbbe il Presidente Sirci, Perugia #RCD, cioè regna con diritto in vetta alla classifica di regular season ed è quindi campione d’inverno a quota 33, con un punto in più rispetto alla Lube e tre sopra l’Azimut.

Ma gli esami di maturità per mantenere la posizione, ci saranno già da sabato prossimo, quando la Sir affronterà Padova in terra veneta. Perché se oggi Padova al Palapanini ha battuto Modena 3 a 1, non lo ha fatto certo per caso.

Primo set Ravenna mette a segno i primi due punti, poi Orduna sbagli al servizio ed è 2 a 1 per i padroni di casa.
Russel in pipe ripota il punteggio in parità (3 – 3).
Buchegger spedisce fuori in diagonale ed è di nuovo parità (4 – 4).
Atanasijevic potente in parallela ed è ancora parità (7 – 7).
Perugia allunga sul 9 a 7 ed il coach ravennate chiede time out.
Ancora Buchegger riporta in parità i suoi (9 – 9) con un muro out di Perugia.
Zaytsev potentissimo da posto 4 ed è 10 a 9 per Perugia.
Muro vincente di Atanasijevic su attacco di Buchegger: 13 – 10 per Perugia.
Dopo un’azione molto lunga è il muro vincente di Podrascanin che consegna il 15 a 11 agli ospiti.
Perugia si mantiene a distanza (17 a 13) con una conclusione al centro di Podrascanin ed un errore in attacco di Ravenna.
Russell in diagonale vincente: 19 a 15 per Perugia.
Anzani dal centro: 20 a 16 per gli ospiti.
Della Lunga entra al posto di Anzani per incidere al servizio, ma Ravenna recupera un punto (20 a 17 per Perugia).
Ancora un muro di Podrasacanin ed è 22 a 19 per i Block Devils.
Pipe di Zaytsev: 23 a 20 per Perugia.
Buchegger riporta Ravenna a – 1 dopo un paio di errori banali di Perugia, ma poi sbaglia al servizio ed è 24 a 22 per Perugi.
Chiude il set Russell sul 25 a 22 per Perugia con una palla morbida da posto 4.

Secondo set Si parte in equilibrio (2 a 2), ma poi sono un ace di De Cecco ed un muro vincente di Zaytsev a portare Perugia sul 4 a 2.
Errore di Ravenna al servizio ed è 5 a 4 per Perugia.
Mani-out su attacco di Russell: 6 a 5 Sir.
Ace di Atanasijevic: 8 a 6 Sir (Ravenna chiede time out).
Primo tempo di Anzani su alzata tesa di De Cecco ed è 9 a 6 per gli ospiti.
Tapin di De Cecco: 10 a 7 Sir.
Ace di Russell: 11 a 7 per Perugia.
Ancora Russell incide al servizio ed è 13 a 7 per la Sir.
Anzani da posto 2: 14 a 8 per la Sir.
De Cecco di seconda dopo ricezione ottima di Zaytsev: 15 a 9 per Perugia.
Carezza sopra il muro di Zaytsev da posto 2: 16 a 10 per i Block Devils.
Massimo vantaggio di Perugia dopo un attacco strettissimo in diagonale di Atanasijevic: 18 a 12 per la Sir.
Russell molto incisivo al servizio scompiglia la retroguardia avversaria: 20 a 13 Sir.
Entrano Shaw per De Cecco e Della Lunga per Anzani (al servizio); Ravenna recupera un punto (21 a 15 Sir).
Tornano in campo De Cecco ed Anzani e dopo un errore al servizio di Marechal per Ravenna, Perugia si porta sul 22 a 15 in suo favore.
Zaytsev potentissimo al servizio consente a Podrascanin un agevole tapin: 24 a 16 per Perugia.
Poi è un ace dello zar a chiudere il secondo set in favore della Sir: 25 a 16.

Terzo set Perugia parte ancora forte e si porta sul 4 a 2 in suo favore.
5 a 3 per la Sir dopo una pipe violentissima dello zar.
Russell dalla sua mattonella: 6 pari.
Ace di Atanasijevic ed è 7 a 6 per Perugia.
Russell altissimo dopo una buona ricezione di Perugia, che si porta in vantaggio 9 a 8.
Zaytsev spara forte sul muro e la palla esce: 10 a 8 Sir.
Muro vincente di De Cecco: massimo vantaggio Sir sul 12 a 8.
Atansijevic potentissimo in parallela: 14 a 11 Perugia.
Ancora l’opposto serbo di Perugia ed è 16 a 11 per gli ospiti.
Ace di De Cecco morbido tra posto 1 e posto 2: 18 a 11 Sir.
Errore al servizio di Ravenna: 19 a 12 Sir.
Russell da fermo da posto 4 la mette giù: 20 a 13 per i Block Devils.
Ravenna recupera qualche punto, ma poi Russell, con un tocco a muro out, porta Perugia sul 21 a 15.
Shaw di seconda dopo un’ottima difesa di Perugia: 22 a 16 Sir.
7 set point per Perugia sul 14 a 17.
Orduna sbagli al servzio e la Sir si aggiudica anche il terzo set (25 a 18) ed il match.

BUNGE RAVENNA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3 (22-25, 16-25, 18-25)

BUNGE RAVENNA: Orduna, Buchegger 11, Georgiev 2, Diamantini 6, Marechal 3, Poglejen 12, Goi (libero), Raffaelli 2, Gutierrez 4, Vitelli. N.e.: Mazzone, Pistolesi, Marchini. All. Soli, vice all. Parisi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 5, Atanasijevic 13, Podrascanin 5, Anzani 3, Zaytsev 10, Russell 15, Colaci (libero), Della Lunga, Shaw 1, Berger. N.e.: Ricci, Andric, Siirila, Cesarini (libero). All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Mauro Goitre – Giorgio Gnani

LE CIFRE – RAVENNA: 14 b.s., 3 ace, 35% ric. pos., 18% ric. prf., 45% att., 0 muri. PERUGIA: 9 b.s., 8 ace, 47% ric. pos., 16% ric. prf., 58% att., 7 muri.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere