CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Volley, la Sir Perugia conferma la ripresa: Trento battuta 3-1

Perugia Pallavolo Sport Extra EVIDENZA2 Città

Volley, la Sir Perugia conferma la ripresa: Trento battuta 3-1

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

PerugiaRi come ripresa, o anche come risveglio. Ma anche ri come rivincita rispetto alla recente partita di Supercoppa. Anche se oggi parlare di rivincita contro una squadra contro la quale la Sir ha disputato la trentunesima partita da quando milita in Superlega, forse non rende l’idea. Meglio parlare di tante battaglie e di una guerra che sembra non avere fine. Ma è altrettanto certo che si è trattato di una battaglia molto importante per capire se il lavoro delle ultime settimane potesse cominciare a dare i frutti sperati.
Una battaglia cominciata male

Le squadre scendono in campo con le formazioni tipo, ma il confronto all’inizio è caratterizzato da molti errori sia da una parte che dall’altra, soprattutto al servizio. Il muro della Sir non decolla e consente solo il primo vantaggio di misura dei padroni di casa, con Ricci che ferma Lisinac. Guarda caso la spallata al primo parziale la dà proprio l’attacco dai nove metri.

Sul 10 pari va in battuta Vettori, che impreziosisce il suo tabellino personale con due ace (tre in totale alla fine), per la verità dovuti più a demeriti della ricezione di casa. Sul 13 a 10 è sempre l’opposto di Trento ad andare al servizio e ad incidere, propiziando un errore di Leon in attacco e un muro vincente di Russell su Atanasijevic che valgono il 15 a 10 per la squadra di Lorenzetti.

Il saldo degli aces è dalla parte di Trento con un secco 5 a 0. Ma anche il muro è dalla parte degli ospiti, con un altrettanto netto 4 a 1.

Russell conferma di essere già parte integrante dei meccanismi trentini e con i suoi 8 punti nel parziale (53% di squadra contro 43%) fa volare i suoi. Dalla parte di Perugia non bastano i 5 punti di Leon, con Atansijevic che rimane fermo a 2, tanto che Bernardi, probabilmente pensando già al set successivo, gli dà una boccata di ossigeno sostituendolo con Hogendoorn.

Finisce addirittura peggio che nella sfida di Supercoppa, con un allarmante 25 a 17 in favore di Trento.
… ma finita con un grande prestazione

Il secondo set è quello del risveglio. Nei due fondamentali che avevano caratterizzato la prima frazione, il rendimento si ribalta nettamente in favore di Perugia, con due ace di Leon e di Atanasijevic e con tre muri vincenti contro uno, due dei quali di un Lanza molto positivo e in fiducia.

Ma il secondo set è certamente quello nel corso del quale, al di là delle loro battute vincenti, sono saliti in cattedra proprio Leon e Atanasijevic, con 6 punti per il cubano e ben 8 per il serbo, che in pratica non sbaglia un colpo dalla prima linea (83% per lui). Un significativo 67% di squadra a fronte di un modesto 37% per i trentini, dà l’idea di come la squadra giri, con un De Cecco molto ispirato che mette in azione anche i nuovi, compreso un Lanza in netta ripresa anche in attacco. Il punteggio è quasi ribaltato rispetto al parziale vinto da Trento (25 – 18).

Nel terzo set il servizio di Perugia cala un po’ e Trento riesce a mettere in azione sempre più spesso Lisinac, che fino a metà parziale sarà una vera spina nel fianco. Ma anche Kovacevic e Russell non scherzano. Rispondono per le rime le punte di diamante di Perugia e quando uno come Leon mette a segno 8 punti con un 100% personale, con colpi di rara bellezza come le sue “air pipe” (non ha caso l’asso cubano indossa calze con il logo di Michael Jordan …), non solo il pubblico stropiccia gli occhi, ma anche si vincono i set.

E tutto questo, unito ad un tasso tecnico fuori discussione, contribuisce a scaldare ancor più il braccio degli uomini di Bernardi, che tengono sempre sotto controllo il quarto frangente.

L’attacco di Perugia è sempre sugli scudi anche se le percentuali di ricezione sono leggermente a favore di Trento; segno che la regia di De Cecco ha cominciato a trovare le giuste intese con tutti.

I centrali di casa, pur non brillando particolarmente, fanno il loro e l’ultima palla cade dalla parte di Trento dopo un malinteso tra Giannelli ed il suo centrale in prima linea, per il definitivo 25 a 22 che vale il set e il match.  

Risveglio, riscatto e ripresa

La partita di stasera è paragonabile a un dolce risveglio, che per quello che può valere significa anche riscatto dalla prestazione a dir poco opaca della Supercoppa.

Ma soprattutto significa che stanno emergendo i reali valori della nuova Sir.

Nessuno aveva pensato che la vera Perugia potesse essere quella di Supercoppa, ma Bernardi che aveva parlato di malattia non si era mai sbilanciato sulla durata della convalescenza.

Tutto sommato la convalescenza non è durata molto, perché già dalla prima di campionato con Latina si erano visti segnali positivi, concretizzatisi nell’eccellente prestazione di Verona, poi confermata nel decisivo impegno di oggi; non tanto per la classifica, ma certo in prospettiva futura.

Un futuro nel quale, oltre ai “vecchi”, c’è un Leon che conquista per la seconda volta consecutiva il riconoscimento di MVP, con 26 punti sul suo carniere e che sono proprio “tanta roba” per un giocatore di posto 4. E c’è anche Lanza, che insieme a Leon oggi ha garantito altri 10 punti e che al pari di tutti gli altri ha meritato l’ovazione dei 4.000 del PalaBarton.

Morale della favola: primo posto a parimerito con Civitanova, con la quale già da giovedì, con il primo turno infrasettimanale, sarà ancora sfida vera.

E siccome le premesse sembrano esserci, si attendono conferme …

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO 3-1 (17-25, 25-18, 26-24, 25-22)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 19, Podrascanin 8, Ricci 6, Leon 26, Lanza 10, Colaci (libero), Hoogendoorn, Seif, Della Lunga. N.e.: Galassi, Piccinelli. All. Bernardi, vice all Fontana.

ITAS TRENTINO: Giannelli 4, Vettori 10, Lisinac 12, Candellaro 3, Russell 15, Kovacevic 12, Grebennikov (libero), Van Garderen 1, Nelli, Daldello, Codarin. N.e.: Cavuto, De Angelis (libero). All. Lorenzetti, vice all. Petrella.

Arbitri: Roberto Boris – Stefano Cesare

LE CIFRE – PERUGIA: 23 b.s., 9 ace, 38% ric. pos., 17% ric. prf., 58% att., 9 muri. TRENTO: 19 b.s., 10 ace, 46% ric. pos., 26% ric. prf., 48% att., 7 muri.

Primo set 

Al servizio Podrascanin che spedisce in rete: 1 – 0 Trento.
Pareggia Aytanasijevic: 1 – 1.
Attacco vincente di Russell: 2 – 1 Trento.
Vettori sbaglia al servizio: 2 – 2.
Lisinac murato da Ricci: 3 – 2 Sir.
Errore di Leon al servizio: 3 – 3.
Anche Russell sbaglia dai nove metri: 4 – 3 Sir.
Pallonetto vincente di Lanza: 5 – 4 Sir.
Out il servizio di De Cecco: 5 – 5.
Pipe vincente di Leon dopo attacco di Lanza difeso: 6 – 5 Sir.
Pareggia Lisinac dal centro: 6 – 6.
Attacco a terra di Russell: 7 – 6 Trento.
Servizio out di Kovacevic: 7 – 7.
Pipe di Kovacevic difesa e attacco vincente di Leon: 8 – 7 Sir.
Attacco vincente di Russell: 8 pari.
Atanasijevic mette fuori un attacco dopo un’eccellente difesa: 9 – 8 Trento.
Magie di De Cecco dopo ricezione rivedibile di Leon e attacco vincente di Atanasijevic: 9 pari.
Perugia difende e Leon mette a terra: 10 – 9 Sir.
Russell molto alto sulle mani del muro out: 10 – 10.
Ace di Vettori: 11 – 10 Trento.
Candellaro mura Atanasijevic e Trento va a + 2: 12 – 10.
Vettori mette a terra un altro ace e gli ospiti si portano sul 13 – 10.
Attacco out di Leon: 14 – 10 Trento.
Atanasijevic murato da Russell e Trento vola a + 5: 15 – 10.
Errore di Vettori al servizio, il videocheck conferma: 15 – 11 Trento.
Atanasijevic sostituito da Hogendoorn.
Ace di Russell che porta Trento sul 17 – 11. Bernardi chiama il suo secondo time out.
Servizio out di Ricci: 18 – 12 Trento.
Lanza murato e Trento vola a + 7: 19 – 12.
Entra Seif al posto di De Cecco, l’americano alza per Lanza che mette a terra: 19 – 13 Trento.
Vettori vincente e Trento è di nuovo a + 7: 20 – 13.
Ace di Giannelli con palla morbida che cade tra posto 1 e posto 2: 21 – 13 Trento.
Pipe di Leon, ma Trento è sempre a + 7: 21 – 14.
Della Lunga entra per Lanza, ma Trento si porta sul 22 – 14.
Leon mette a terra su palleggio di Colaci: 22 – 15 Trento.
Errore di Podrascanin al servizio ed è 23 – 16 per Trento.
Servizio out di Lisinac: 23 – 17 Trento.
Mani out di Russsell e per Trento ci sono 7 set point (24 – 17).
Chiude il set Vettori con un ace: 25 – 17.

Secondo set

Si comincia con un muro vincente di Podrascanin: 1 – 0 Sir.
Poi il centrale serbo mette in rete il servizio: 1 – 1.
Mani out di Leon: 2 – 1 Sir.
Errore di Atanasijevic al servizio: 2 pari.
Attacco vincente di Ricci: 3 – 2 Sir.
Ace di Leon a 128 km/h: 4 – 2 Sir.
Atanasijevic spinge una palla d’astuzia ed è 5 – 3 Perugia.
Attacco vincente di vettori e Trento si riporta a – 1: 5 – 4 Sir.
Lanza mette giù tra muro e rete: 6 – 4 Sir.
Errore di Giannelli al servizio: 7 – 5 Sir.
Lisinac mette a terra: 7 – 6 Sir.
Ace di Kovacevic per la parità: 7 – 7.
Podrascanin attacca con successo: 8 – 7 Sir.
Primo tempo vincente di Lisinac: 8 pari.
Problemi per Leon in ricezione che poi mette fuori in attacco: 9 – 8 Trento.
Atansijevic accorcia sul 9 – 10.
Ace di Atanasijevic sull’angolo di posto 1: 10 pari.
Raddoppia l’ace l’opposto serbo: 11 – 10 Sir.
Atanasijevic sbaglia dai nove metri, ma anche Vettori mette in rete la battuta: 12 – 11 Sir.
Muro vincente della Sir dopo servizio potente di Leon: 13 – 11 Sir.
Ace di Leon a 129 km/h: 14 – 11 Sir.
Pipe vincente del cubano: 15 – 11 Sir.
Atanasijevic murato dopo una ricezione difettosa: 15 – 13 Sir.
Accorcia ancora Trento con Vettori: 15 – 14. Bernardi chiama time out.
Atanasijevic riporta Perugia a + 2: 16 – 14.
Muro vincente di Lanza e la Sir è di nuovo a + 3: 17 – 14.
Si ripete Lanza con un mani out: 18 – 15 Sir.
Alzata in bagher di Colaci e chiusura di Atanasijevic: 19 – 15 Sir.
Errore di De Cecco al servizio: 19 – 16 Sir.
Primo tempo vincente di Ricci: 20 – 16 Sir.
Lisinac dal centro riporta Trento a – 3: 20 – 17.
Tapin di Atanasijevic dopo ricezione lunga di Trento: 22 – 17 Sir.
Leon mette a terra al secondo tentativo dopo azione lunghissima: 23 – 17 Sir.
Errore di Podrascanin al servizio: 23 – 18 Sir.
Anche Lisinac sbaglia al servizio e per la Sir ci sono 6 set point: 24 – 18.
Chiude Leon al primo tentativo da posto 2: 25 – 18.

Terzo set

Squadre in equilibrio nelle prime azioni, con Atanasijevic on un ace che porta Perugia sul 3 a 1.
Mani out di Vettori che porta Trento sul 4 a 5.
Pipe vincente di Leon: 6 – 4 Sir.
8 pari dopo un attacco vincente di Russell.
Leon riporta Perugia in vantaggio: 9 – 8.
Perugia a + 2 dopo un attacco a terra di Atansijevic: 10 – 8 Sir.
Ace di Lisinac: 10 pari.
Poi è lo stesso Lisinac a sbagliare al servizio: 11 – 10 Sir.
Russell attacca con successo in parallela: 11 pari.
Ancora Russell attacca con successo una palla vagante: 12 – 11 Trento.
Pareggia Leon su azione analoga alla precedente: 12 pari.
Poi il cubano sbaglia dai nove metri: 13 -12 Trento.
Atanasijevic mette fuori un attacco in parallela: 14 – 12 Trento.
Ricci accorcia dal centro: 14 – 13 Trento.
Accorcia ancora Lanza: 15 – 14 Trento.
Servizio out di De Cecco, il videocheck dice invece che è dentro: 15 pari.
Palleggio di Grebennikov per Kovacevic che mette a terra e Trento è di nuovo a + 2: 17 – 15.
Podrascanin accorcia ancora: 17 – 16 Trento.
Pareggia Leon dopo arcigna difesa di Perugia: 17 pari. Della Lunga entra per Lanza.
Muro vincente su Lisinac e la Sir si riporta in vantaggio: 18 – 17.
Leon riporta la Sir a + 1: 19 – 18.
Lisinac vincente dal centro: 19 pari.
Atanasijevic murato: 20 – 19 Trento.
Poi Lisinac mette fuori dai nove metri: 20 – 20.
Leon trova un mani out dopo un palleggio magico di De Cecco: 21 – 20 Perugia.
Nuova parità dopo attacco in parallela di Russell: 21 – 21.
Leon chiude sui tre metri in parallela: 22 – 21 Sir.
Attacco out di Russell, ma c’è un tocco dei giocatori della Sir (con cartellino verde): 22 pari.
Russell sbaglia al servizio: 23 – 22 Sir. Esce De Cecco per Seif, Lorenzetti chiama time out.
Kovacevic insacca tra rete e muro: 23 pari. Torna in campo De Cecco.
Atanasijevic trova un mani out con un attacco molto potente: 24 – 23 Sir.
Invasione di Perugia su attacco di Kovacevic: 24 pari.
Atanasijevic trova un tocco del muro ed è 25 – 24 Sir.
Leon mette a terra dopo il servizio di Lanza che tocca il nastro e mette in difficoltà la ricezione di Trento e porta la Sir sul 2 a 1 nel conto dei set (26 – 24).

Quarto set

Si parte con un attacco a terra di Podrascanin: 1 – 0 Sir.
Leon murato ed è 1 pari.
Poi il caraibico si rifà volando altissimo e mettendo a terra: 2 – 1 Sir.
Attacco di Leon con tocco e Perugia è a + 1: 3 – 2.
Ace di Leon decretato dal videocheck: 4 – 2 Sir.
Altro ace di Leon (131 km/h): 5 – 2 Sir.
Errore di Kovacevic al servizio: 6 – 3 Sir.
Muro vincente di Lanza: 7 – 3 Sir.
Attacco in parallela di Russel che porta Trento a – 3: 7 – 4.
Pipe vincente di Leon: 9 – 6 Sir.
Ancora Leon altissimo e la Sir è di nuovo a + 3: 10 – 7.
Atanasijevic schiaccia senza muro smarcato da De Cecco: 11 – 8 Sir.
Ace di Atanasijevic e massimo vantaggio per la Sir: 12 – 8.
Lisinac accorcia per Trento: 12 – 9.
Perugia ancora a + 4 con Atanasijevic: 13 – 9.
Ace di Kovacevic: 13 – 11 Sir.
Ricci dal centro dopo servizio corto di Kovacevic: 14 – 12 Sir.
Lanza mette a terra e riporta i suoi a + 2: 15 – 13.
Muro vincente di Podrascanin: 16 – 14 Sir.
Pareggia Trento con Kovacevic: 16 – 16.
Podrascanin riporta la Sir in vantaggio: 17 – 16.
Muro vincente di Ricci, con palla che cade sui 9 metri: 18 – 16 Sir.
Tocco di seconda intenzione di Giannelli: 18 – 17 Sir.
Perugia ancora a + 2 con Atanasijevic: 19 – 17.
Servizio out di Trento: 10 – 18 Perugia.
Anche Leon mette fuori dai nove metri: 20 – 19 Sir.
Servizio in rete di Kovacevic: 21 – 19 Sir.
Pipe di Leon difesa, ma poi l’attacco di Lisinac è out: 22 – 20 Perugia.
Servizio out di van Garderen: 23 – 21 Sir.
Van Garderen mette a terra dopo la difesa dei suoi: 23 – 22 Sir.
Podrascanin mette a terra dopo il servizio corto di Trento: 24 – 22 Sir.
Muro vincente di Leon ed è 25 – 22 Sir.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere