CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Volley, Champions: la Sir Perugia respinge i turchi anche ad est

Perugia Cronaca e Attualità Città

Volley, Champions: la Sir Perugia respinge i turchi anche ad est

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea 

Ankara – Malgrado nelle fila delle truppe del volley di terra turca da qualche tempo siano passati alcuni “perugini”, la Sir batte nettamente le forze ottomane sul campo di battaglia avversario.

Se fosse un bollettino di guerra potrebbe essere letto in questo senso: nonostante alcuni combattenti siano passati nei ranghi avversari, l’esercito di Perugia sconfigge quello della città di Ankara sul terreno nemico.

Tradotto in termini sportivi: ad Ankara la Sir Sicoma Colussi di coach Bernardi (peraltro anche lui ex di turno) batte nettamente Hallbank Ankara degli ex Kovac, Chernokozhev e Petric.

A complicare le cose, poi, dalla parte degli asiatici c’erano rinforzi non certo di seconda scelta: il palleggiatore Hierrezzuelo e l’opposto Hernandez, che l’anno scorso con Piacenza avevano dato un grosso dispiacere alla Sir, eliminandola clamorosamente dalla Coppa Italia.

Gli ingredienti per una sfida infuocata, considerando anche la posta in palio, vale a dire l’accesso alla fase a 6 della Champions League, in sostanza le semifinali che precedono la Final Four, c’erano tutti. Dunque vietato sbagliare.

I Block Devils partono con Berger al posto di Russell, ancora non al meglio. Dalla parte di Ankara Kovac schiera la sua miglior formazione.

E’ proprio Berger con un ace, in collaborazione con gli attacchi di Atanasijevic, ad organizzare il primo break per la Sir, che si porta sul 7 a 4. A rievocare qualche fantasma del passato recente, però,  due muri consecutivi di Hernandez riportano i padroni di casa in parità (7 – 7).

Ma da quel momento Perugia comincia a mantenere il controllo delle operazioni, rimanendo costantemente in vantaggio; fino a mettere a segno l’affondo finale per la conquista del parziale con Podrascanin a muro, Zaytsev da posto 2 e con un ace; ma anche con un tapin di Berger e di nuovo con il muro, questa volta con Shaw, che in questi frangenti entra proprio per avere qualche centimetro in più dalle parti della rete.

Finisce con ampio margine a favore degli ospiti (25 – 18): cosa che fa ben sperare per il prosieguo del match.

Ed è proprio così: la Sir parte forte anche nel secondo set, con De Cecco che distribuisce con ampie variazioni, chiamando in causa anche la seconda linea in pipe ed i centrali, tanto che il punteggio finale (25 – 22) è quasi bugiardo rispetto al livello di gioco espresso.

A questo punto ovvio dire che Ankara non abbia più nulla da perdere. E Kovac che è troppo esperto per non rendersene conto, rimescola un po’ le carte soprattutto al centro, avvicendando uno dei titolari. Ma a mettere in campo il massimo sforzo, sono Hernandez e Petric in attacco, che fanno “galleggiare” i padroni di casa sul minimo break in loro favore.

Quando il punteggio comincia a farsi caldo, Berger suona la carica per i suoi: mura Hernandez e riporta i suoi in parità (21 – 21).

E come è successo molte volte durante questa stagione in situazioni di punteggio analoghe, la cavalleria di Perugia schiera i suoi attaccanti, ma soprattutto mantiene altissimo il livello di gioco e la concentrazione: annulla alcuni set point e nonostante “subisca” a sua volta l’annullamento di sei match point, al settimo (non è una citazione biblica …) si aggiudica la tenzone (31 – 29).

Dal campo esce un rotondo 3 a 0, che è un ottimo viatico per il ritorno e che in vista di gara 2 dei play off di Campionato in quel di Ravenna, proprio in virtù del gioco espresso, dovrebbe essere più che incoraggiante per chiudere in terra romagnola il discorso qualificazione alle semifinali.

Ma per stasera, almeno prima di risalire sull’aereo, ci sarà la possibilità di festeggiare la vittoria pasteggiando a kebab.

Primo set Si parte con Zaytsev al servizio: Petric murato da Podrascanin ed è 1 a 0 per la Sir.
Pareggia Hernandez: 1 – 1.
Atanasijevic ed è 3 a 1 per Perugia.
Ace di Berger: 6 a 3 Sir.
Ancora Atanasijevic potente: 7 – 4 Sir.
Zaytsev murato due volte consecutive da Hernandez ed Ankara di riporta in parità: 7 – 7.
Poi è lo stesso Zar a riportare Perugia in vantaggio: 8 – 7.
Videochallenge lunghissimo su una richiesta di tocco a muro su un attacco di Atanasijevic: il tocco c’è e Perugia si porta sul 10 a 8 in suo favore.
Errore di Atanasijevic al servizio ed è 12 a 11 per la Sir, ma poi è lo stesso opposto serbo a riportare Perugia a + 2 (13 – 11).
Subasi da posto 4 riporta Ankara a – 2 (15 – 13).
Nuovo attacco di Atanasijevic e massimo vantaggio Sir: 17 – 13.
Muro di Podrascanin ed è 18 – 13 Sir.
Zaytsev da posto 2, che poi piazza un’ace: 20 – 14 per Perugia.
Tapin di Berger su palleggio sbagliato di Petric: 21 – 16 Sir.
Muro vincente di Shaw su ricezione lunga della Sir, che si porta sul 24 a 17.
Errore di Ankara al servizio e primo set a Perugia (25 – 18).

Secondo set Perugia parte forte e con una pipe dello Zar ed un attacco di Atanasijevic si porta sul 4 a 1.
Alzata ad una mano al centro per Anzani che chiude tagliando la palla verso posto 1: 5 a 2 Sir.
Atanasijevic risolve da seconda linea e Perugia è a + 5: 8 – 3.
De Cecco spinge una palla da posto 2 ed è 11 a 5 per la Sir.
Gran primo tempo di Podrascanin ed è 12 a 6 per Perugia.
Atanasijevic spinge morbido sul muro che tocca la palla: 12 – 7 Sir.
Anzani dal centro potente a terra: 15 a 9 Sir.
Ankara si riporta a – 3 con Subasi: 15 – 12 Sir.
Ancora Atanasijevic per il 16 a 12 per Perugia.
Zaytsev non può attaccare da posto 4 ed Ankara è a – 1: 16 – 15.
Pipe di Berger ed ace di De Cecco: 18 – 15 Sir.
Zaytsev vincente da posto 2: 19 – 16 Sir.
Pipe sulla rete di Subasi: 20 – 16 Sir.
Ripetuti errori da ambo le parti al servizio, ma Perugia è sempre sopra il break: 22 – 18.
Videochallenge a favore di Perugia su un muro out di Ankara: 23 – 19.
Atanasijevic a terra ed è set point per la Sir: 24 – 20.
Fallo di rotazione fischiato a Perugia che secondo l’arbitro anticipa la sua partenza: 24 – 22 Sir.
Errore dei padroni di casa al servizio e la Sir che si aggiudica il primo set: 25 – 22.

Terzo set Primo punto per Ankara con Hernandez.
Errore di Podrascanin dal centro ed è 3 a 0 per i turchi.
Il centrale serbo di Perugia mette a segno il primo punto per la Sir: 3 a 1 Ankara.
Ace di Podrascanin: 3 pari.
Primo tempo di Hakki per Ankara che si porta sul 6 a 4.
Atanasijevic: diagonale potentissimo e Perugia è a – 1 (7 a 6 Ankara).
Ankara di nuovo a + 2 con il centrale S. Gunes (9 – 7).
Berger riporta Perugia in parità (9 – 9).
Pipe di Zaytsev: 10 pari.
Ankara di nuovo a + 2 dopo una ricezione sbagliata della Sir (12 – 10).
Anzani: muro vincente e la Sir si riporta in parità (13 – 13).
Atanasijevic mette a terra e Perugia è ancora a – 1 (15 – 14).
Tocco di De Cecco a muro (confermato dal videochallenge): 16 – 14 Ankara.
Zaytsev sul muro a 3 avversario, la palla esce e Perugia è di nuovo a – 1: 16 – 15 per i turchi.
Ripetute coperture di Zaytsev e chiusura di Atanasijevic: 18 – 17 a favore di Ankara.
Berger riporta la Sir a – 1: 19 – 18 per i padroni di casa.
Petric riporta Ankara a + 2: 20 – 18.
Errore di Hernandez al servizio, ma Ankara è sempre a + 2: 21 – 19.
Atanasijevic incide al servizio e Petric in attacco spedisce fuori: 21 – 20 Ankara.
Hernandez murato da Berger ed è parità: 21 – 21.
Ace di Atanasijevic: 22 a 21 Sir.
Ancora ace di potenza di Atanasijevic: 23 – 21 per Perugia.
Subasi riporta in parità il punteggio: 23 – 23.
Attacco vincente di Berger su palla difficilissima: 24 a 23 Sir.
Hernandez annulla il match point ed è 25 pari.
Ancora match point per la Sir (26 – 25) su attacco di Zaytsev.
Hernandez murato da Atanasijevic e c’è un altro match point per la Sir (27 – 26 Sir).
Quinto match point per la Sir vanificato su errore di Podrascanin al servizio (28 – 28).
Attacco vincente di Petric che annulla il sesto match point: 29 pari.
Ancora Berger in attacco su palla difficilissima proveniente da dietro: 30 – 29 Sir.
Errore di Hernandez in attacco e Perugia si aggiudica il set (31 – 29) e l’incontro al settimo match point.

HALKBANK ANKARA – SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA 0-3 (18-25, 22-25, 29-31)

HALKBANK ANKARA: Hierrezuelo, Hernandez 16, Batur, Gunes 4, Petric 8, Subasi 10, Yesilbudak (libero), Demirciler (libero), Loh, Cam, Capkinoglu 3. N.e.: Ramazanoglu, Aydin, Chernokozhev. All. Kovac, vice all. Atik.

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 20, Podrascanin 6, Anzani 4, Zaytsev 9, Berger 14, Colaci (libero), Shaw 1, Della Lunga, Siirila. N.e.: Russell, Ricci, Cesarini (libero), Andric. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Wim Cambrè (BEL) – Sabine Witte (GER)

LE CIFRE – ANKARA: 16 b.s., 2 ace, 34% ric. pos., 17% ric. prf., 48% att., 5 muri. PERUGIA: 21 b.s., 6 ace, 45% ric. pos., 26% ric. prf., 61% att., 6 muri.