domenica 5 Dicembre 2021 - 10:02
14.5 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Volley A1 Femminile, primo successo per la Bartoccini: battuta Roma 3-0

Grande prestazione di Valentina Diouf, che ha realizzato 14 punti, ma a fare la differenza è stata anche i 6 punti segnati col servizio.

PERUGIA-ROMA 3-0
Parziali: 25.19, 26-24, 25-22

PERUGIA: Bongaerts 1, Melandri 5, Guerra 11, Diouf 14, Havelkova 11, Bauer 4, Sirressi (L), Melli 4, Guiducci, Nwakalor 4, Diop 1. Ne Rumori, Provaroni. All.: Cristofani
ROMA: Trnkova 14, Bugg 4, Cecconello 5, Stigrot 9, Pamio 4, Klimets  9, Venturi (L), Papa 1, Arciprete, Decortes 3, Rebora. Ne Avenia, Bucci. All. Saja
ARBITRI: Papadopol – Zanussi.
DURATA: 26′, 32′, 29′. Tot 1h27′. Spettatori 430

PERUGIA – Prima gioia per la Bartoccini Fortinfissi che si impone 3-0 contro Roma al PalaBarton. Grande prestazione di Valentina Diouf, che ha realizzato 14 punti, ma a fare la differenza è stata anche i 6 punti segnati col servizio. La crescita di gioco delle ragazze di Cristofani è apparsa evidente in tutti i fondamentali. Ci sono ancora cose da migliorare ma intanto la squadra si è sbloccata.

La gara è  iniziata con la premiazione di coach Luca Cristofani con il “Pallone d’Oro” intitolato a Luigi Razzoli come “Miglior Allenatore di Serie A2” della scorsa stagione, succeduta dal minuto di silenzio in memoria di Mahjabin Hakimi, la giovane pallavolista afgana uccisa nel corso della scorsa settimana  per non dimenticare che è compito di una società civile come la nostra ha il dovere di opporsi a una simile barbarie.

Il match

Il primo set parte subito punto a punto, le capitoline tentano la fuga arrivando sul 5-8 ma Havelkova suona la carica dai nove metri e sul 9-9 si torna in parità, coach Saja decide per il time-out ma al rientro la capitana perugina resta concentrata e resta al servizio fino all’11-9. La Bartoccini-Fortinfissi Perugia continua ad amministrare il +3 ma quando il margine aumenta sul 21-17 Roma sceglie di fermare il gioco per la seconda ed ultima volta, il divario oramai è troppo per essere colmato e la fast di Bauer manda in archivio il primo set 25-20.

Nel secondo set Roma parte subito forte trainata da Stigrot e Trnkova, sul 2-5 Cristofani ferma subito il gioco, la pausa carica Guerra ed Havelkova che mettono a referto due punti ciascuna ma le ospiti non restano certo a guardare ed amministrano il vantaggio, Cristofani allora tenta il doppio cambio in diagonale per tentare di mischiare le carte ed il divario comincia a calare, al rientro della diagonale titolare la strada è tracciata ed il muro di Bauer riporta tutto in parità (12-12). Sotto pressione le romane diventano fallose ed al secondo errore consecutivo Saja decide di fermare il gioco per la sua prima volta nel set, anche in questo caso la pausa era quel che ci voleva, la Acqua & Sapone inizia una serie positiva che la porta sul 20-15, Melli e Nwakalor rilevano Guerra e Bauer, il ritmo cambia e la Bartoccini-Fortinfissi Perugia comincia la rimonta, sul 21-21 arriva la parità con l’ace della centrale appena entrata, Saja va ancora una con il time-out, la fase finale è delicata e va ai vantaggi ma Melandri prima e Melli poi decidono che può bastare così per il momento e si va al cambio campo dopo il 26-24 siglato dalla ex Trento.

Terzo set che parte con la Bartoccini-Fortinfissi Perugia subito corsara con Guerra ed approfittando di qualche errore di troppo delle romane che sul 9-5 suggeriscono a Saja di chiamare il time-out. Le “Magliette Nere” mantengono il controllo della situazione ed aumentano il margine fino al 16-10, poi qualcosa s’inceppa e Stigrot e Klimets riportano sotto le capitoline, arrivato il 17-15 allora Cristofani a fermare il gioco, la pausa ferma l’inerzia per un momento ma poi la Acqua & Sapone torna ad essere concreta e sul 18-18, momento in cui Perugia di nuovo ferma è di nuovo tutto da ricostruire. Al rientro in campo Havelkova e compagne trovano la rotazione definitiva, Mellli appena entrata da posto uno mette a segno due ace ma il punto che regala la gioia agli spettatori del PalaBarton è quello del muro di Nwakalor che sancisce il 25-21 ed il 3-0 finale

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi