CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Volley A1 Femminile, alla Bartoccini non basta il cuore: Bergamo s’impone

Pallavolo Sport

Volley A1 Femminile, alla Bartoccini non basta il cuore: Bergamo s’impone

Redazione sportiva
Condividi

ZANETTI BERGAMO – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA 3-1 (25-17 25-20 19-25 27-25)

ZANETTI BERGAMO: Valentin 2, Loda 13, Moretto 7, Lanier 28, Enright 9, Dumancic 7, Fersino (L), Mio Bertolo 3, Faucette Johnson 1, Faraone 1, Marcon 1, Prandi.
All. Turino.
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 11, Koolhaas 10, Ortolani 16, Angeloni 3, Aelbrecht 9, Di Iulio 1, Cecchetto (L), Carcaces 15, Agrifoglio 1, Mlinar. Non entrate: Rumori, Scarabottini, Casillo.
All. Bovari.
ARBITRI: Rapisarda, Armandola.
NOTE: Spettatori: 153. Durata set: 21′, 26′, 24′, 37′; Tot: 108′.

BERGAMO- Trasferta ancora amara per la Bartoccini Fortinfissi Perugia che stenta a carburare in avvio, ma poi trova l’orgoglio cedendo però ai vantaggi del quarto set (3-1), contro una Bergamo trascinata da Lanier autrice di ben 28 punti.

Il primo set parte con le due squadre che si studiano ed avanzano punto a punto fino al 5-5, poi Bergamo scatta in avanti e con l’out di Koolhaas si ritrova sul 10-7, le padrone di casa continuano a macinare punti e sul 13-8 Bovari si rifugia nel time-out. La pausa non sortisce l’effetto desiderato, Loda insieme a Lanier si dimostra incontenibile e sul 21-13 Perugia ferma ancora una volta il gioco. La strada è ben delineata, sul finale le ospiti tentano di reagire con Angeloni ma il set termina con Loda che sigla il punto del 25-17.

Nel secondo set le bergamasche continuano sulla scia del primo e guadagnano subito margine, sul 6-1 Bovari chiama tempo, la pausa non da effetti immediati con Perugia che ottiene punti solo con gli errori avversari (10-4), Ortolani smuove le compagne e la neo entrata Carcaces cerca di accodarsi ma il margine è ancora ampio (17-12). Bergamo allunga di nuovo, poi i primi tempi di Koolhaas cominciano a fare male e sul 20-16 allora è coach Turino a fermare il gioco. Ortolani marca due punti di fila e l’errore di Bergamo in ricostruzione regala il punto del 21-19 rimettendo in corsa le perugine, lo slancio termina con l’out millimetrico su di un attacco di Ortolani, chiarito dal video-check chiamato direttamente dal Rapisarda (23-19). Le padrone di casa trovano nuova linfa con ed ottengono il set con le marcature di Loda prima e Lanier poi che mette a terra la palla del 25-20.

L’avvio di terzo set mostra una Bartoccini Fortinfissi Perugia più determinata con Koolhaas, Havelkova ed Ortolani subito a punto, un avvio così mette subito in allarme coach Turini che chiama il time-out. Lainer interrompe l’inerzia ma solo per poco, Ortolani e Koolhaas dimostrano tutta la loro determinazione e quando le padrone di casa pasticciano dando il 6-12 Bergamo ferma il gioco per la seconda volta. Le perugine amministrano il vantaggio di sei punti con i contributi di Ortolani, Koolhaas, Carcaces ed Havelkova (15-21). Le lombarde tentano il tutto per tutto cambiando la diagonale, Ortolani e Carcaces però vigilano attente sul risultato, proprio quest’ultima sul finale trova l’ace che manda al cambio campo sul 19-25.

Un quarto set che si avvia con le squadre subito determinate, da questo scaturisce un punto a punto che prosegue fino all’8-8, poi la Bartoccini Fortinfissi prende il largo, quando l’invasione e rete delle ragazze di casa segna il punto del 9-12 Turin ferma tutto e ci ragiona su, la pausa ha l’effetto sperato poiché Carcaces spara il servizio in rete, Perugia resta ancora avanti con Aelbrecht, le padrone di casa però non demordono e raggiungono la parità a quota 16 con Loda, avanzando poi con Dumancic a muro, Bovari chiama il time-out, la pausa non sortisce effetti poiché Dumancic replica ancora con il fondamentale di rete. Carcaces riprende le redini della situazione con due punti consecutivi che rimettono in mano il gioco a lei e le sue compagne (18-19), tanto da indurre Bergamo al secondo stop. Il finale di gara è quantomai concitato con le due squadre che lo contendono punto  punto, quando per la seconda volta consecutiva Moretto si supera a muro, Bovari ferma il tempo per la seconda volta (24-23). La pausa rinvia l’epilogo, che arriva però ai vantaggi con Loda che mette a terra la palla del 25-27 regalando set e prima vittoria stagionale a Bergamo.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere