CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Vido più Gyomber: il Perugia batte il Pescara e ora ‘vede’ i playoff

Calcio Sport Extra EVIDENZA2

Vido più Gyomber: il Perugia batte il Pescara e ora ‘vede’ i playoff

Redazione sportiva
Condividi

Luca Vido (foto AC Perugia)

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Cremonesi, El Yamiq, Gyomber, Ngawa; Dragomir, Kingsley, Bordin (35’st; Mazzocchi); Verre; Mustacchio (25’st Kouan), Vido (41’st Bianchimano) A disp.: Leali, Perilli, Melchiorri, Sgarbi, Ranocchia, Moscati, Terrani, Han. All Nesta
PESCARA(4-3-3): Kastrati; Ciofani, Gravillon, Perrotta, Del Grosso; Brugman, Machin, Melegoni; Marras (37’st Monachello), Mancuso (37’st Del Sole), Crecco (24’st Cocco). A disp.: Farelli, Scognamiglio, Memushaj, Fornasier, Balzano, Elizalde, Palazzi, Scuccimarra. All Pillon
ARBITRO: Ghersini di Genova
MARCATORI:42’pt Verre (Pg), 7’st Melegoni (Pe), 20’st Gyomber (Pg)
NOTE: mmonito Bordin (PG)

PERUGIA – Il Perugia compie l’impresa, batte il Pescara e vola in zona playoff. Vittoria sofferta, ma un Perugia capace di gettare il cuore oltre l’ostacolo e le assenze, capace di tenere testa ad una squadra forte e bene organizzata.

Le scelte. Nesta sceglie la difesa con El Yamiq e Ngawa sulle fasce. Davanti Mustacchio al posto di Melchiorri in attacco, mentre in cabina di regia tocca al giovane Bordin. Il Pescara è quello annunciato, con Melegoni in mediana, Crecco nel tridente e il baby albanese Kastrati in porta.

Primo tempo. Poco gioco per buona parte del primo tempo, le squadre si studiano lungamente, senza però trovare nessuno spunto buono. Tutto questo fino al 22′ quando il Perugia centra un palo con Vido: dulla ripartenza simbeccata di Verre per l’azzurrino che rientra sul destro e spara dal limite e centra il palo lontano.
Il Pescara risponde al 38′ con Mancuso, servito da Ciofani, con Gabriel che devia. Al 42′ il vantaggio biancorosso: Verre si accentra e tira da 30 metri, la difesa del Pescara dorme e Kastrati non ci arriva a sufficienza.

Secondo tempo. Ripresa che si apre col pareggio del Delfino al 7′: l’ex Ternana Crecco mette in mezzo per Melegoni che incontrastato, batte a rete: la deviazione di Cremonesi non è decisiva ma contribuisce a mandare fuori giri Gabriel. Al 16′ il Perugia reclama un rigore per l’uscita di Kastrati su Vido, poi al 19′ trova il raddoppio: angolo di Bordin e colpo di testa dello slovacco Gyomber. E’ di fatto l’ultima nota del match, perchè il Pescara non si raccapezza e nonostante i cambi di Pillon, reagisce solo con una botta di Cocco parata da Gabriel senza problemi. Nel finale, destro di Monachello salvato sulla linea da Dragomir.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere