CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Aeroporto dell’Umbria, arriva un nuovo scossone: Sase si separa da FlyVolare

Perugia Cronaca e Attualità Extra EVIDENZA2 Città

Aeroporto dell’Umbria, arriva un nuovo scossone: Sase si separa da FlyVolare

Redazione
Condividi

L'ingresso dell'aeroporto 'San Francesco'

PERUGIA – E’ ufficiale il divorzio fra Sase e la compagnia FlyVolare. Come anticipato poco tempo fa nel corso di un’audizione in seconda commissione del Consiglio regionale da Ernesto Cesaretti, presidente della società che gestisce il ‘San Francesco d’Assisi’, nella giornata odierna, il consiglio di amministrazione di Sase ha deliberato la risoluzione del contratto con la compagnia italomaltese e si è messa in moto per recuperare i 500mila euro dati come cauzione.

Lo scorso mese giugno, Fly Volare presentò un contratto di acquisto degli aerei e a questo punto Sase ha deciso di dare seguito all’accordo. Ma dopo tre mesi, alla luce del non rispetto di quanto stabilito – come ad esempio la mancata presentazione delle licenze -, la società aveva fatto recapitare una lettera di disdetta. Ora, la separazione è realtà e i 500mila dovrebbero tornare nelle casse di Sase – salvo clamorosi imprevisti – a breve.

Crisi Mistral Air Risolto un problema, ecco che se ne presenta un altro. Mistral Air, la compagnia aerea di Poste Italiane, in questi giorni è alle prese con numerose turbolenze, soprattutto di carattere economico. Come si evince dall’Ansa, che ha riportato le parole dell’Associazione nazionale piloti, Mistral sarebbe pronta a licenziare 19 comandanti. A causa della situazione non tranquilla in cui versa la compagnia, i voli per Tirana e Cagliari – che dopo gli incoraggianti risultati estivi avrebbero dovuto proseguire anche in inverno – sarebbero stati momentaneamente messi in freezer, mettendo così un gigantesco interrogativo anche sui già sulle annunciate rotte su Olbia, previste per la prossima estate.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere