venerdì 18 Giugno 2021 - 23:08
31.9 C
Rome

Verso Ternana-Perugia, Lucarelli: “Derby giusto per caricare i tifosi”. Torna a sorpresa Palumbo

Domani alle ore 15 al Liberati la gara che assegna la Supercoppa di serie C e chiude la stagione: il tecnico rossoverde è pronto. Limitazioni alla circolazione

TERNI – Cristiano Lucarelli nasconde le carte, come è giusto, in vista del derby col Perugia che domani alle 15 allo stadio Liberati assegna la Supercoppa. In conferenza stampa non si scopre ma non snobba nè il match nè l’avversario.

“Non poteva esserci partita migliore – spiega –  abbiamo sempre ritenuto la Supercoppa un obiettivo importante, a prescindere dagli avversari. Ovviamente con la partecipazione del Perugia si ha l’occasione per dare una gioia ai nostri tifosi, che non è un elemento trascurabile. Dal momento in cui abbiamo vinto matematicamente il campionato, abbiamo pensato subito alla Supercoppa”

“Fosse stata la finale dei playoff sarebbe stata una partita diversa. Entrambe le gare di Supercoppa sono state giocate su ritmi bassi di fine campionato, è proprio il derby che accentua l’entusiasmo. Quanto pesa questa partita? Deve pesare il giusto, noi abbiamo fatto un campionato straordinario, loro hanno vinto in modo diverso. Ma anche il Perugia è stato molto bravo, non era facile tornare subito in Serie B, in una situazione particolare. Gli faccio i complimenti, ha vinto l’Umbria quest’anno. Ha vinto il campionato soffrendo, ma come è normale in Serie C, siamo noi che abbiamo fatto qualcosa di straordinario. Se non ci fosse stato il Perugia sarebbe stata una partita importante, ma con meno pressione”

Sul Perugia. Del Grifo dice: ” Il Perugia è forte in tutti i reparti, quando si vincono i campionati è sempre difficile in qualunque categoria. I meriti vanno divisi tra giocatori, allenatori e società, ci sono state per loro sconfitte pesanti anche durante la stagione, ma non hanno mollato e hanno vinto alla fine. La loro forza è stata soprattutto mentale, una vittoria di nervi. Sicuramente sarà una bella partita, che entrambe vorranno vincere, una prova degna un derby”.

Niente pubblico. Poi la nota dolente: “I nostri tifosi? E’ sempre bello sentirli vicino, sono uno che apprezza molto queste cose, penso di essere uno dei pochi allenatori ad essere cresciuto in curva. Rivivere questo clima di calcio mi ha fatto venire i brividi, non eravamo più abituati. Ieri avere assistito ai cori, bandiere, sciarpe e fumogeni, per uno come me che conosce la passione che c’è dietro, mi ha fatto venire la pelle d’oca. Certo sarebbe stato molto diverso giocare questo match col pubblico”. E avverte: “Sappiamo bene che per i tifosi conta tantissimo, ma qualunque cosa accada non cambierà il giudizio sulla nostra stagione”

Le ultime. Recupera a sorpresa Palumbo, assenti Celli, Suagher e Vitali. Potrebbe andare in campo lo stesso undici visto a Como, oppure Lucarelli potrebbe optare per un cambio in mediana – dipenderà anche dalla condizione di Palumbo – ed uno in avanti. Difesa pressochè obbligata vista la coperta corta.

Le restrizioni. La Prefettura ha diramato alcune indicazioni, nonostante l’assenza di pubblico, in relazione alle limitazioni alla circolazione: in particolare è stato istituito “il divieto di circolazione e di sosta, con rimozione forzosa dei veicoli, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 del 22 maggio, lungo entrambi i lati di Via Pettini, compresa l’area di parcheggio retrostante la curva nord, in Strada San Martino, ad eccezione dei residenti. Dalle ore 12.00 alle ore 19.00, è inoltre prevista la chiusura al traffico sia veicolare che pedonale lungo Viale dello Stadio e Via Bramante, assicurando in ogni caso l’accesso ai residenti.Saranno come di consueto assicurati i controlli per prevenire possibili fenomeni di assembramento, al fine di mantenere sempre alto il livello di attenzione con l’obiettivo di far rispettare le norme di contenimento del contagio il rischio associato al quale non è ancora definitivamente superato”.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi