CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Vantaggiato manda in estasi le Fere: espugnata per la prima volta Potenza

Calcio Sport

Vantaggiato manda in estasi le Fere: espugnata per la prima volta Potenza

Redazione sportiva
Condividi

POTENZA (3-5-2): Ioime; Sales (39’st França), Giosa, Emerson; Viteritti (13’st Isgrò), Silvestri, Ricci (30’pt Coccia), Dettori, Panico;  Murano, Ferri Marini (13’st D’Angelo).  A disp: Breza, Brescia, Iuliano,  Arcidiacono,Coppola, Vole, Di Somma, Longo. All. Raffaele.
TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli; Parodi, Diakité, Bergamelli, Mammarella; Paghera, Palumbo, Damian (35’st Defendi); Partipilo (35’st Russo); Ferrante, Marilungo (17’st Vantaggiato9. A disp: Marcone, Tozzo, Celli, Furlan, Mucciante, Torromino, Sini, Nesta, Salzano. All. Gallo.
ARBITRO: Gariglio di Pinerolo.
MARCATORI: 42’st Vantaggiato (T)
NOTE: Giornata fredda, terreno di gioco in erba sintetica in buone condizioni. Spettatori 2821 dei quali 91 da Terni. Espulso al 29’st Paghera (T) per doppia ammonizione. Ammoniti: Ricci (P),Parodi (T), Damian (T). Emerson (P), Silvestri (P). Calci d’angolo: 4-5. Recupero: 0’pt 5’st.

POTENZA –  Il Toro di Brindisi e la sua rivincita. La Ternana passa per la prima volta nella sua storia a Potenza e lo fa vincendo in 10 contro 11, con l’attaccante inserito in corso d’opera da Gallo: tre punti di platino per i rossoverdi che accorciano a -9 sulla Reggina e scavalca di nuovo i lucani.

Le scelte. Clamorose le scelte di Gallo. Iannarilli torna in campo: non giocava dalla trasferta di Bari del 13 ottobre, per scelta tecnica. Esattamente come Bergamelli, di nuovo dall’inizio, stavolta insieme a  Diakitè  titolare per la prima volta in stagione. Damian terzo di centrocampo con Palumbo e Paghera, Partipilo trequartista.  Nel Potenza il difensore Silvestri adattato centrocampista.

(foto Ternana Calcio)

Primo tempo. Gara vivace, sin dalle prime battute, con le due formazioni che si confrontano a viso aperto. Occasione per la Ternana al 6′, con Damian che al termine di una azione ben orchestrata arriva davanti a Ioime ma poi non si coordina bene e sbaglia; subito dopo Ferri Marini salta Bergamelli e Diakitè e manda a fil di palo. Al 15′ Paghera ha un pallone d’oro per sbloccare il match: Marilungo ruba appa sulla trequarti e serve dal limite Paghera, controllo e tiro sull’esterno. Male il Potenza sulla trequarti, con la Ternana che entra spesso e volentieri, come al 18′ quando è Marilungo a mettere Partipilo davanti a Ioime: dribbling e tiro parato a terra. Poco dopo Iannarilli per due volte toglie il pallone dalla porta. Finale di tempo col ritmo che si abbassa ed il gioco che si frammenta, anche per via di alcuni interventi pesanti. L’unica vera occasione è il colpo di tacco di Ferri Marini al minuto 39 che manda in apprensione la difesa delle Fere, costringendo Mammarella a chiudere in angolo. Il Potenza chiude il tempo in avanti, con una doppia occasione per Emerson, la prima su punizione (Iannarilli respinge), la seconda di testa (palla in angolo).

Secondo tempo. Parte di nuovo in avanti la Ternana e al 6′ impegna subito la difesa locale: Partipilo in dribbling entra al limite dell’area e scarica il pallone per Damian che tira forte, col portiere che manda in angolo. Subito dopo contropiede rossoverde con Marilungo che serve al limite dell’area Partipilo, il cui tiro di punta è respinto da Ioime in tuffo. Ancora Partipilo al 15′, al termine di una combinazione con  Marilungo: il tiro sorprende Ioime ma finisce a lato di pochissimo.

(foto Ternana Calcio)

La Ternana gioca ma non riesce a sfondare e così Gallo prova la carta Vantaggiato al posto di Marilungo. L’attaccante brindisino si fa largo a spallate, guadagna calci franchi ma il ritmo non è quello del primo tempo e inoltre l’espulsione al 30′ di Paghera per doppio giallo complicano le cose ai rossoverdi. Gallo inserisce Defendi e Russo per Partipilo e Russo, rinforzando il centrocampo e la difesa, per tenere a bada il Potenza, sempre pericoloso nei finali di match. Proprio negli ultimi minuti, dopo l’ingresso del brasiliano França, l’uomo della ‘zona Cesarini’ va vicinissimo al gol Isgrò, la cui sgroppata finisce a lato di poco. Ma all’improvviso arriva il gol della Ternana, favorito da un clamoroso errore di Panico, che libera al tiro Vantaggiato, il quale da dentro l’area non si fa pregare e batte Ioime in bello stile. L’assalto finale è con França che manda alto di testa, ma la Ternana festeggia: col ko della Reggina a Castellammare di Stabia, è una vittoria pesantissima.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere