lunedì 14 Giugno 2021 - 02:47
30.7 C
Rome

Vaccinazione, in Umbria arriva lo stop ad AstraZeneca per gli Under 60

Il provvedimento del commissario all’emergenza in attesa del pronunciamento del Cts

PERUGIA – Arriva lo stop. In Umbria il vaccino AstraZeneca non può essere somministrato a chi ha meno di 60 anni, neppure come richiamo. La decisione è stata presa dalla Regione ed è stata annunciata venerdì mattina in una nota. La sospensione, al momento ha una durata di 24 ore in attesa del pronunciamento del Comitato tecnico scientifico anche sul possibile cambio di farmaco per la seconda dose. Sulla scelta della Regione, ovviamente, pesa anche la morte di una ragazza di 18 anni, Camilla Canepa, di Sestri Levante, vaccinata con Astrazeneca il 25 maggio e finita in ospedale sabato scorso e poi deceduta a causa di una trombosi ai seni cavernosi.

Quantità somministrata In Umbria sono state somministrate finora il 93,03 delle dosi di vaccino AstraZeneca contro il Covid finora consegnate. Emerge dai dati sul sito della Regione aggiornati alla mattina dell’11 giugno. L’Umbria ha inoltre somministrato il 94,7 per cento delle dosi di Moderna finora avute, il 91,58 di Pfizer e il 72,16 di Johnson&Johnson. Dai dati emerge poi che AstraZeneca è stato utilizzato per il 23,1 per cento dei vaccinati con la prima dose (Pfizer è al 64,3) e per il 14,1 rispetto a coloro che hanno completato il ciclo di immunizzazione (Pfizer 67,6). Sempre in base a quanto riporta il sito della Regione, in Umbria il 55,57 per cento della popolazione residente ha ricevuto una dose dei vaccini, mentre il 24,2 ha completato il ciclo vaccinale.

Coletto “La Regione Umbria nella programmazione della campagna delle vaccinazioni ha applicato e rispettato tutte le indicazioni dei protocolli nazionali. Di conseguenza, i giovani sono stati e continueranno ad essere vaccinati con Pfizer o Moderna, nel rispetto delle indicazioni che in tal senso sono state chiare”, ha detto giovedì l’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, in merito al tipologia di vaccino somministrato ai giovani nei punti vaccinali del territorio umbro.

Il bollettino Covid.  Il bollettino della Regione Umbria segnala alla data di venerdì 11 maggio 16 i nuovi casi di Covid-19 su  5.085 tamponi presi in esame , per una percentuale di positivi pari allo 0,31%.  Le guarigioni riscontrate sono state 38.. Si registra purtroppo un altro decesso, relatiivo al territorio di Bastia Umbra, per un totale che sale a 1.415. Gli attuali positivi al virus in Umbria sono 1.102 (-23). Dall’inizio dell’epidemia sono state riscontrate 56.635 positività (+16).

Alla mattinata di venerdì le persone affette dal virus ricoverate negli ospedali umbri sono 45 (-2) di cui 5 (invariato) in terapia intensiva. Così i singoli ospedali: Perugia 24 ricoveri (-1) di cui 5 (invariato) in intensiva; Pantalla 12 ricoveri (invariato), nessuno in intensiva; Terni 9 ricoveri (-1), nessuno in intensiva. In isolamento fiduciario ci sono 861 persone (-12).

Sempre a venerdì  risultano somministrate 601.899 dosi di vaccino in Umbria (7.477, erano 594.422 alle 8.30 di giovedì 10 giugno), pari al 91,55% delle dosi disponibili (657.445). Gli umbri vaccinati con ciclo completo sono 188.168, pari al 24,20% degli aventi diritto.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi