CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Umbria Sonics, Perugia e Terni insieme trionfano nel flag football

Perugia Terni Sport Altri

Umbria Sonics, Perugia e Terni insieme trionfano nel flag football

Emanuele Lombardini
Condividi

PERUGIA – La palla ovale consente cose che in quella rotonda non si vedono mai. Così come nel rugby fino a un paio di anni fa c’era la franchigia Umbria Rugby che univa Terni e Perugia a livello femminile (oggi invece Terni, Orvieto e Spoleto), anche il football, per la precisione il flag football ha una franchigia regionale. E ce l’ha forte. Umbria Sonics, questa la denominazione, mette insieme il meglio di Grifoni Perugia e Steelers Terni e per certificare ancora di più la vocazione regionale, lo head coach è Giorgio Fringuelli, folignate che vanta trascorsi sia con i Grifoni che con gli Steelers e che tra le altre cose gioca da quarterback.

Il trionfo. Quando la passione per il football supera il campanile, si possono ottenere grandi risultati, come la la vittoria nella sezione Bronze dell’Elite Bowl, svoltosi a modena Modena. Il ‘flag football’ è la versione cinque contro cinque del football americano, dove però al posto dei placcaggi, i giocatori vengono fermati strappando una delle due bandierine che portano attaccati alla cintura dei pantaloni, dunque senza contatto fisico. La neonata compagine nata sotto l’egida societaria dei Grifoni Perugia, vede la partecipazione di molti giocatori degli Steelers Terni. L’amicizia è il tratto distintivo insomma, che consente ai Sonics di partecipare ad un campionato ufficiale della Fidaf (le fedarazione) che da luglio ad ottobre vedrà impegnati questi atleti, capaci di togliersi anche molte soddisfazioni. Oltre alla vittoria è arrivata anche la nomina di  Pascal Katambayi Mvp (miglior giocatore) dell’evento.

I protagonisti. Frenguelli, motore dell’operazione, raccoglie i primi frutti del successo: “Ci divertiamo e diamo sfogo alla nostra passione per questo sport. Il Flag Football si sta diffondendo sempre di più anche in Italia, ed il fatto che l’Umbria veda protagonisti giocatori di Perugia e Terni è davvero un bel segnale di coesione anche in barba a rivalità campanilistiche”. Dello stesso avviso Pietro Baiocco, allenatore della difesa dei Sonics, capitano e defensive end degli Steelers Terni e Stefano Cocchi ricevitore ternano nonché autentica leggenda del Flag in Italia, capace in maglia azzurra di vincere anche il bronzo mondiale nel 2010, in Canada: “Abbiamo giocatori di alto livello tecnico che devono fare esperienza nel Flag Football, ma l’importante è credere in un progetto con obiettivi ben definiti. Ora dopo la bella vittoria nel Bowl di Modena, siamo fiduciosi anche per il futuro”. “Sappiamo che dobbiamo lavorare per crescere – aggiunge il linebacker dei Grifoni Jim Nimskov, ma le potenzialità ci sono e non abbiamo ancora dimostrato quanto possiamo valere”. Insomma, l’Umbria va a caccia di bandierine e per una volta unisce sportivamente Perugia e Terni. Non una cosa da poco…

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere