CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Umbria Jazz 2018, mercoledì sera all’insegna della novità e della qualità

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

Umbria Jazz 2018, mercoledì sera all’insegna della novità e della qualità

Redazione cultura
Condividi

di S.B.

PERUGIA – Dopo l’ondata di pubblico e gli eventi più pop di questo UJ #45 si torna ad ascoltare suoni più consoni al dna del festival, anche se non propriamente jazz. Due nuove voci internazionali che hanno fatto molto parlare di sé con i recenti progetti. Nel primo set protagonista è Somi, giovane artista statunitense di origini ugandesi/ruwandesi il cui stile, definito afro-jazz è estremamente connesso ai suoni di mamma Africa e alle strutture più legate alla classicità jazz delle grandi voci.
È la grande sorpresa di questo festival, fino ad ora, grazie ad un innato carisma, una schietta eleganza e quel riuscito connubio armonico che compone una personalità musicale rara; una performance in continuo equilibrio tra sensibilità e intensità attraverso una voce magnifica, splendida la versione di “Englishman in NY”; qualità altissima. Benjamin Clementine è invece una delle più recenti scommesse della scena inglese. Autore di due album e un successo immediato, si fa ammirare per la sua unicità e complessità vocale. Personaggio atipico e stravagante, riesce a comunicare la sua emotività attraverso uno show scarno ma ricco di contenuti. Una musica, la sua, che a volte assume dei lati oscuri, anche schizofrenici, difficile da collocare ma comunque interessante per chi non si accontenta della “normalità”. La serata più bella all’Arena; un’occasione mancata per chi non era presente, un momento indelebile per il pubblico presente, non così numeroso come lo show avrebbe meritato.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere