CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Umbertide, scuole: chiesti soldi per la messa in sicurezza degli edifici

Alta Umbria Extra

Umbertide, scuole: chiesti soldi per la messa in sicurezza degli edifici

Redazione
Condividi

De Rosa, commissario straordinario Umbertide

UMBERTIDE – Nei giorni scorsi il Comune ha avanzato richiesta di finanziamento per una serie di interventi di messa in sicurezza di edifici pubblici, così come previsto dalla legge n. 205 del 27 dicembre 2017, per i quali il Governo ha stanziato 150 milioni di euro per l’anno 2018. Nello specifico il Comune ha richiesto contributi per interventi di messa in sicurezza e miglioramento sismico riguardanti soprattutto le scuole del capoluogo e delle frazioni, già inseriti nel bilancio di previsione 2018-2020, alcuni dei quali in parte finanziati, per un importo totale di 4.818.000 euro.

 

Questi gli interventi Demolizione e rifacimento della scuola dell’infanzia Monini (per la quale è stato richiesto un contributo pari a 568.000 euro da aggiungere ai 2.272.000 euro già finanziati); miglioramento sismico della scuola primaria di Niccone (800.000 euro); realizzazione del nuovo asilo nido comunale (795.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell’infanzia di Montecastelli (250.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell’infanzia di Calzolaro (330.000 euro); miglioramento sismico della scuola dell’infanzia di Pierantonio (600.000 euro). A questi interventi si aggiungono anche l’adeguamento sismico del Museo Santa Croce per un importo richiesto di 480.000 euro e il miglioramento sismico del Magazzino comunale per 995.000 euro. La richiesta è stata inoltrata dal Commissario De Rosa alla Direzione Centrale per la Finanza Locale del Ministero dell’Interno, come previsto dal bando, in anticipo rispetto alla scadenza del 20 febbraio 2018.

“Le scuole rappresentano il biglietto da visita di una città – ha affermato Castrese De Rosa – e abbiamo voluto, d’intesa con i tecnici del Comune a cui va il mio plauso per l’impegno profuso, concentrare tutti gli sforzi in questa direzione. Confido che le nostre richieste di finanziamento possano essere accolte così potremo concretizzare le previsioni del piano triennale delle opere pubbliche anticipando i tempi di realizzazione”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere