CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Umbertide, politica: lunedì il Comune incontra i cittadini. Orazi sul calendario: “Sciatto e senza cuore”

Cronaca e Attualità Extra

Umbertide, politica: lunedì il Comune incontra i cittadini. Orazi sul calendario: “Sciatto e senza cuore”

Redazione
Condividi

Umbertide, uno scorcio del centro storico

UMBERTIDE – Si terrà lunedì 9 gennaio alle ore 18 presso il Centro socio-culturale San Francesco l’iniziativa pubblica “Il Comune è i cittadini”, incontro aperto alla cittadinanza in cui il sindaco Marco Locchi e la Giunta comunale illustreranno il resoconto del 2016 e i progetti per il 2017. 9-gennaioSarà l’occasione per l’Amministrazione Comunale per confrontarsi con la popolazione e discutere insieme di quello che è stato fatto fino ad oggi e soprattutto di ciò che si dovrà fare in un prossimo futuro per lo sviluppo della città. Con questa assemblea pubblica l’Amministrazione comunale intende dare il via ad una serie di incontri pubblici che si snoderanno nel corso del 2017 per affrontare in maniera seria ed approfondita le questioni più importanti che riguardano Umbertide, al fine di stabilire un confronto costruttivo, diretto e costante con i cittadini. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

 

Dall’opposizione  Scatenato il consigliere d’opposizione Luigino Orazi in merito al calendario 2017 fatto dal Comune. Questa la sua posizione, presa direttamente dal sito ufficiale di Umbertide Cambia: “Un calendario come quello ricevuto in questi giorni gli umbertidesi non se lo meritavano. Sciatto e senza “cuore”.

Luigino Orazi  (Umbertide Cambia)

Luigino Orazi (Umbertide Cambia)

Formato francobollo e progetto grafico discutibile. Ha senso mettere il calendario senza indicare il santo del giorno o le principali manifestazioni umbertidesi? Che dire, poi, dell’impegno di “parlare di prodotti semplici, a chilometri zero e tipici della tradizione popolare”, sbandierato dall’assessore Raffaella Violini? Miseramente fallito. Ve l’immaginate una mamma di famiglia di qualche anno addietro mentre cucina alla Piaggiola baccalà in umido con bieta (in umbertidese sarebbe bietola) ed uva secca oppure agnello con mele selvatiche e, nell’attesa, ha messo in tavola un antipasto veloce-un finger food? Ce lo vedete un contadino della Petrella a ristorarsi sotto un torrido sole estivo con un centrifugato di frutta o verdure? Roba da ridere. Meglio, cibi e bevande per chi della nostra tradizione culinaria non sa un bel niente. Ed allora l’assessore Raffaella Violini, che forse cercava un momento di visibilità nel contesto di un impegno istituzionale del quale non si hanno tracce, abbia l’umiltà di fare un passo indietro. Nel rispetto di quanti, in prima linea il compianto Amedeo Massetti, motore delle 25 edizioni precedenti, hanno messo nel calendario entusiasmo e competenza.”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere