CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Umbertide, ‘La Rocca’ ha riaperto i battenti: inaugurata la mostra ‘Intreccio’

Varie Alta Umbria Extra

Umbertide, ‘La Rocca’ ha riaperto i battenti: inaugurata la mostra ‘Intreccio’

Redazione
Condividi

Inaugurazione mostra 'Interccio'

UMBERTIDE – E’ una collettiva interamente declinata al femminile la mostra che è stata inaugurata venerdì 3 marzo nelle sale della Rocca e che ha aperto ufficialmente la stagione 2017 del Centro espositivo per l’arte contemporanea di Umbertide.
‘Intreccio’ il titolo dell’esposizione a cura di Francesco Candelori e Joseph Roveto e con la partecipazione di Manuela De Leonardis, promossa da Galleria Grefti e Rocca – Centro per l’arte contemporanea.

L’inaugurazione  All’inaugurazione ha preso parte anche l’assessore alla cultura Raffaela Violini che ha accolto con entusiasmo la collaborazione tra il comune di Umbertide e la Galleria Grefti, ed ha sottolineato che quest’anno, in via sperimentale, la rocca è stata aperta con qualche settimana di anticipo e dal mese di marzo fino al prossimo novembre ospiterà ben sette mostre, tra personali e collettive, che abbracceranno le varie forme d’arte, dalla scultura alla pittura passando per la fotografia, rispondendo alle esigenze di un pubblico vasto ed eterogeneo. Con ‘Intreccio’ la rocca lascia spazio alla creatività e all’estro artistico femminile visto che la collettiva è opera di sedici artiste, donne italiane e straniere che in questa mostra di respiro internazionale danno vita ad un vero e proprio intreccio di forme d’arte, di stili, di visioni, emozioni e sensazioni. D’altronde il filamento intrecciato dalla mano dell’artista è la metafora della visione estetica e morale della Galleria Grefti che con questa mostra alla rocca visitabile fino al prossimo 26 marzo, mira a costruire e ricostruire un nuovo tessuto sociale, fatto di interazioni e collaborazioni, avvicinando all’arte la comunità locale.
Un obbiettivo che Galleria Grefti tenta di raggiungere attraverso gli intrecci delle opere d’arte esposte nelle sale della rocca, dai colorati e vivaci tessuti africani ritratti su tela alle dodici opere del progetto artistico Il sangue delle donne’ per condannare, attraverso l’arte, qualsiasi forma di violenza contro le donne.

La mostra, visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, racchiude le opere di Virginia Ryan, Sofia Rocchetti, Betsy Lahassoise, Maimuna Feroze-Nana e una selezione di lavori tratti dal progetto artistico “Il sangue delle Donne” curato da Manuela De Leonardis, e realizzate da Alessandra Baldoni, Giovanna Caimmi, Rupa Chordia-Samdaria, Sara Ciuffetta, Kristien De Neve, Maria Diana, Victoria Manganiello, Elly Nagaoka, Virginia Ryan, Judy Tuwaletstiwa, Laura VdB Facchini, Nicole Voltan.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere