CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Uil Terni, Venturi contro la Tevere-Nera: “Tassa penalizzante per il territorio”

Cronaca e Attualità Terni Extra

Uil Terni, Venturi contro la Tevere-Nera: “Tassa penalizzante per il territorio”

Redazione
Condividi

Gino Venturi, segretario della Uil Terni

TERNI -Intervenendo questa mattina al Congresso provinciale della UIL Pensionati il Segretario della UIL Gino Venturi ha evidenziato che da Terni portano via i centri direzionali pubblici ed associativi ma lasciano invece l’odiosa “tassa Tevere-Nera”.

“Proprio in queste settimane – ha detto Venturi – stanno arrivando a oltre 90.000 tra cittadini ed imprese le cartelle 2017 con cui viene richiesto nuovamente il pagamento del contributo di bonifica. Una tassa aggiuntiva che sono costretti a pagare, a parità di condizioni, solo gli umbri che abitano a Foligno, Spoleto, Terni. Per la precisone il contributo per il territorio del Comune di Terni e Narni Scalo riguarda terreni e case, mentre per il restante territorio provinciale solo terreni. Naturalmente invece a Perugia nessuno paga questo contributo e tutti gli interventi di tutela idrogeologica vengono sostenuti dalla fiscalità generale e cioè da tutti i cittadini dell’Umbria. La solita logica dei due pesi e due misure. Così, e lo riteniamo profondamente iniquo e penalizzante per il territorio, ogni anno cittadini ed imprese del ternano pagano in più oltre 2 milioni di euro per una ”tassa” che a Perugia non si paga. Le battaglie degli anni passati fatte da migliaia di cittadini e dal Comitato no Tassa non hanno purtroppo dato risultati per colpa di una politica sorda rispetto alle legittime richieste di una parte rilevante del territorio umbro. Nessuno però si illuda, sottolinea Gino Venturi, la UIL non si rassegna ed è pronta a riprendere la battaglia contro questa ingiustizia e a difesa degli interessi di Terni “.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere