CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Sul turismo numeri molto positivi a Terni: una crescita del 24% rispetto al 2019

Cronaca e Attualità Terni

Sul turismo numeri molto positivi a Terni: una crescita del 24% rispetto al 2019

Redazione
Condividi

La Cascata delle Marmore

TERNI – Il dato è di quelli molto incoraggianti e lo ha reso noto l’assessore e vice sindaco Giuli in un post su Facebook. Il turismo nel Comune di Terni in crescita del 24 per cento a giugno, luglio e agosto rispetto allo stesso intervallo di tempo del 2019. Per quanto riguarda la Cascata delle Marmore, dal 29 maggio (riapertura post Covid) al 30 agosto 2020 si registrano 283.366 ingressi complessivi (174.037 in agosto), mentre dal 29 maggio al 30 agosto 2019 erano stati 203.938 ingressi complessivi (112.174 in agosto). Numeri dunque in crescita. Dal primo gennaio al 2 settembre 2020 sono circa 300.000 gli ingressi, tenendo conto di quasi tre mesi di chiusura del sito a causa Covid. Per Carsulae, ad agosto 2020, 2.333 ingressi complessivi rispetto ai 1.662 dell’agosto 2019.

Terni  Per quanto riguarda Terni, Giuli sottolinea che “dopo i tre mesi di lockdown ed un giugno ancora faticoso – spiega l’assessore – per via della situazione, un luglio interessante ed un agosto esplosivo con circa 9.600 turisti in più tra arrivi e presenze rispetto all’agosto 2019 (ovvero + 24%), anche se il dato è ancora provvisorio e può solo crescere ulteriormente. La ricettività extralberghiera appare in grande crescita”.

Ringraziamenti Giuli, infine, per questo risultato dice “un grazie sincero ai lavoratori della Cascata e di Carsulae che hanno affrontato con spirito di sacrificio e abnegazione anche l’ondata agostana di turisti. Grazie al gestore di questi siti, a TerniReti, agli operatori commerciali e turistici di queste aree e del territorio che stanno capendo il potenziale delle nostre bellezze e delle nostre terre. La strada è intrapresa. Non sarà né breve né facile. Ma doverosa. Tanto resta da fare, c’è molto da lavorare e migliorare in servizi, accoglienza e destagionalizzazione possibile. Stiamo lavorando senza sosta da due anni su vari fronti: musei, anfiteatro, accordi con altri Comuni del Ternano, la montagna ternana, il turismo outdoor, miglioramento e visibilità dello Iat di Terni (il Tourist Office), progetti di messa in rete di siti e luoghi della cultura, app, video, materiale cartaceo. Stiamo cercando – conclude – con pochi soldi e Covid permettendo, di superare un coriaceo complesso di inferiorità del nostro territorio. Dobbiamo ringraziare ancheil lavoro svolto dalla Regione per sostenere i vari territori compreso quello di Terni”.
Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere