CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Triponzo, riaprono le terme. Marini: “Ora avanti con ancora più tenacia”

Cronaca e Attualità

Triponzo, riaprono le terme. Marini: “Ora avanti con ancora più tenacia”

Redazione
Condividi

Una piscina all'interno delle Terme di Triponzo

CERRETO DI SPOLETO- Il grande giorno è arrivato. Stamattina hanno ufficialmente riaperto le terme di Triponzo, a Cerreto di Spoleto, alla presenza fra l’altro della presidente Catiuscia Marini: “I bagni – ha sottolineato la Marini nel corso della cerimonia del taglio del nastro – riaprono  dopo una bellissima riqualificazione sostenuta dalla Regione Umbria e da un project financing privato. Una realtà di grande pregio naturalistico con acque sulfuree nel cuore della Valnerina. Ora vi aspettiamo in tanti in uno spettacolo straordinario di terme e natura. Qui si riparte con ancora più tenacia. Affinché un simile progetto potesse realizzarsi era necessario che la Regione ci credesse e noi ci abbiamo creduto, e sono sicura che esso potrà contribuire anche alla ripresa economica, per le grandi potenzialità di attrazione turistica che le terme hanno e soprattutto – ha concluso la presidente – esse arricchiscono e qualificano ancor più l’offerta turistica di tutta la Valnerina”.

Con la Marini presenti anche  il sindaco di Cerreto di Spoleto, Luciano Campana, Fioramante Modestia, il titolare della società che ha cofinanziato l’opera con un “project financing”, la Arcos, che ne curerà la gestione, presenti – tra gli altri – il sottosegretario di Stato, Giampiero Bocci, l’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini, e la presidente dell’Assemblea Legislativa, Donatella Porzi e l’Arcivescovo di Spoleto-Norcia, monsignor Renato Boccardo.

  “Ho condiviso con il sindaco Campana – ha detto la presidente Marini – la decisione di non rinviare l’inaugurazione delle nuove terme, perché abbiamo voluto, con questa cerimonia semplice, lanciare un chiaro messaggio di speranza per il futuro. Oltretutto, per ciò che riguarda la sicurezza, possiamo dire che il collaudo di questa struttura l’ha fatto proprio il sisma di quindici giorni fa. Ciò ci fa dire che è assolutamente possibile convivere, in sicurezza, con il terremoto, così come ci testimonia la Valnerina”.

La struttura si sviluppa su un’area di circa cinque ettari, di proprietà del Comune di Cerreto di Spoleto, ed è costituita da un insieme di edifici per circa 1600 metri quadrati, situati in corrispondenza di sorgenti termali sulfuree che sgorgano alla temperatura di circa 30 gradi, con notevoli caratteristiche e qualità terapeutiche. I “Bagni di Triponzo” sono dotati di quattro vasche termali (tre interne e una esterna), docce termali, una zona trattamenti e un’area ipogea che unisce la cultura romana e araba per le terme. Sono presenti attività proprie dello stabilimento termale e un centro benessere con sauna, bagno turco, massoterapiae trattamenti estetici specialistici.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere