sabato 4 Febbraio 2023 - 10:53
-1.2 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Tripla rapina a donne e ufficio postale: banda finisce in manette

Arrestati tre uomini, ad uno contestato anche lo spaccio di droga: sempre a marzo, infatti, nella stanza di un hotel di Perugia è morto per overdose un tossicodipendente di 52 anni

PERUGIA – Un tunisino di 40 anni ed un italiano di 46 anni sono finiti in carcere a Perugia, su ordine della Procura di Perugia, accusati insieme ad un terzo uomo, arrestato nei giorni scorsi, di lesioni personali, rapina aggravata e spaccio di droga a seguito di  tre rapine avvenute lo scorso marzo rispettivamente nel parcheggio dell’ospedale di Perugia, nell’ufficio postale di Ponte Pattoli e contro una donna minacciata con la pistola. Per il tunisino, anche lo spaccio di droga: sempre a marzo, infatti, nella stanza di un hotel di Perugia è morto per overdose un tossicodipendente di 52 anni.

La vicenda

Nella nota della Procura si legge che nel primo episodio una donna è stata aggredita da due uomini che l’hanno strattonata nel parcheggio del Santa Maria della Misericordia impossessandosi della sua auto, ritrovata l’8 marzo davanti alle Poste di Ponte Pattoli dove, quella mattina, tre persone travisate si erano allontanati dalla filiale con mille euro dopo aver picchiato il direttore ed esploso un colpo di pistola in aria, considerata l’impossibilità di svaligiare la cassaforte. Nell’ultimo episodio invece una aggredita.

I fatti

Le contestazioni si riferiscono a tre rapine, avvenuti il 7, l’8 e il 17 marzo. Nel primo caso una donna è stata aggredita da due uomini che l’hanno strattonata nel parcheggio del Santa Maria della Misericordia impossessandosi della sua auto, ritrovata l’8 marzo davanti alle Poste di Ponte Pattoli dove, quella mattina, tre persone travisate si erano allontanati dalla filiale con mille euro dopo aver picchiato il direttore ed esploso un colpo di pistola in aria, considerata l’impossibilità di svaligiare la cassaforte. donna, in auto, viene aggredita e minacciata con la pistola da un bandito che era salito sul lato passeggero: lei, fortunatamente, non si perde d’animo e riesce a scappare, avvisando il fidanzato che mette i rapinatori in fuga: uno di questi è stato rintracciato in breve e arrestato in flagranza di reato. Lungo il percorso  viene rinvenuta e sequestrata una pistola semiautomatica nera caricata con un proiettile a salve. Nel corso delle indagini sono state svolte attività tecniche tra cui l’analisi di celle e tabulati telefonici, oltre all’acquisizione di immagini di videosorveglianza.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]