CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Tribunale ecclesiastico, nel 2018 sono stati dichiarati nulli 189 matrimoni

Perugia Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Tribunale ecclesiastico, nel 2018 sono stati dichiarati nulli 189 matrimoni

Redazione
Condividi

PERUGIA – I matrimoni dichiarati nulli dal Tribunale ecclesiastico interdiocesano umbro nel 2018 sono stati 189, 111 le cause chiuse con sentenza affermativa, una dichiarata estinta e 78 prossime alla sentenza. In calo il numero di nuovi procedimenti introdotti: 94 nel 2018 rispetto alle 106 del 2017.

Momento La relazione sull’ attività del Tribunale ecclesiastico è stata tenuta da padre Krzysztof Pawlik, vicario giudiziale, alla presenza del vescovo di Perugia-Città della Pieve, cardinale Gualtiero Bassetti, e di quello di Terni, monsignor Giuseppe Piemontese. “Le cause di nullità trattate rappresentano il momento finale di un percorso di coppia basato, in genere, su un vizio iniziale che rende nullo il vincolo stesso” ha detto padre Pawlik. “Le coppie che chiedono l’annullamento – ha aggiunto – arrivano da percorsi umani diversi, ma che tendono tutti alla necessità di rimettere ordine nella propria vita”. Tra i motivi per le quali vengono dichiarate le nullità c’è il difetto di discrezione nel comprendere i diritti e i doveri che derivano dal matrimonio o l’incapacità a contrarre il vincolo (117 procedimenti chiusi affermativamente); l’esclusione dell’ indissolubilità del matrimonio (quattro cause con sentenza di nullità), della prole (due procedimenti) e della fedeltà (due cause).

Durata La durata della convivenza al momento dell’ introduzione della causa è di oltre dieci anni (42 procedimenti), tra cinque e dieci anni (32 cause), tra tre e cinque anni (13) e meno di un anno in sei casi. In 70 casi si arriva davanti al Tribunale ecclesiastico già divorziati, in 38 casi separati legalmente e in tre separati di fatto. Per quanto riguarda la condizione sociale delle parti in maggioranza si tratta di impiegati (63), operai (37), liberi professionisti (25), insegnanti (20), commercianti (13), medici e paramedici (12) e disoccupati (11). Preponderante, per l’ età, la fascia tra 41 e 50 anni (95), tra 31 e 40 (56) e tra 51 e 60 (55).

Diocesi Le diocesi di provenienza sono: Perugia (42), Assisi (14), Spoleto (13), Terni (12), Foligno (10), Orvieto (otto), Città di Castello (sette) e Gubbio (cinque). Il cardinal Bassetti, nel suo breve messaggio durante la celebrazione eucaristica, ha ricordato l’ insegnamento di Papa Francesco “sulla Chiesa che deve occuparsi delle famiglie ferite, sempre più sfasciate, e dei tanti figli orfani di vivi, che vivono una condizione più dolorosa di chi ha perso fisicamente i genitori e che cercano risposte e conforto”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere