CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Treofan, ora c’è l’ufficialità: si chiude, licenziati 142 lavoratori

EVIDENZA Terni

Treofan, ora c’è l’ufficialità: si chiude, licenziati 142 lavoratori

Redazione economia
Condividi
Un presidio alla Treofan
Un presidio alla Treofan

TERNI – Tutti a casa. La Treofan chiude e i 142 lavoratori saranno tutti licenziati. Il liquidatore Ettore Del Borello ha inviato una lettera ad istituzioni, sindacati ed ispettorato del lavoro ha ufficializzato la volontà della multinazionale indiana Jindal: messa in liquidazione della società e tutti licenziati i 142 lavoratori, divisi fra la sede del polo chimico di Terni (139= e quello di Milano.

Le manifestazioni di lunedì, culminatE con tre lavoratori che si sono incatenati al silo delle materie prime non hanno portato ad alcun esito- ma era purtroppo preventivabile – e semmai quello che fa più rabbia è la totale assenza delle istituzioni nella fase di concertazione per evitare il declino.

Nella lettera con la quale si annuncia la chiusura dello stabilimento, si dice che la decisione stata presa a causa della crescente competitività del mercato, aggravata dalla congiuntura economica in corso nel 2020 anche per colpa dalla pandemia. Ma si fa riferimento anche ad asseriti costi di esercizio sempre più elevati per lo stabilimento di Terni, già dal 2019, in particolare per quanto riguarda costi fissi di produzione, consumi energetici, costi di manodopera e manutenzione. Per Jindal non è percorribile la strada della riqualificazione nè quella del reimpiego del personale presso altre strutture del gruppo, nè il ricorso a contratti di solidarietà o ammortizzatori sociali ordinari e straordinari. Ci sono ora 75 giorni per perfezionare la procedura di liquidazione, durante i quali ci sarà battaglia legale e sindacale.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere