CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Treofan di nuovo al Mise, ma intanto il blocco della portineria continua

Economia ed Imprese Terni

Treofan di nuovo al Mise, ma intanto il blocco della portineria continua

Redazione economia
Condividi
Lo stabilimento della Treofan
Lo stabilimento della Treofan

TERNI – Nuova convocazione davanti al Mise per i sindacati e l’azienda Jindal per discutere del futuro della Treofan, messa ufficialmente sul mercato dalla multinazionale. Il sottosgretario Alessandra Todde ha comunicato che la situazione sarà discussa il prossimo 7 Agosto. L’obiettivo è quello di arrivare, come dicono i sindacati “alla definizione di un accordo di programma che sancisca in via definitiva e prioritaria il trasferimento della taglierina dallo stabilimento ex Treofan di Battipaglia, l’installazione dei Fluff Silos per ridurre gli scarti e nel contempo prevedere un progressivo aumento dei volumi produttivi da definire attraverso un percorso modulato nelle tempistiche, contestualmente alla necessaria valutazione sul rigranulatore. Riteniamo che questa sia l’unica strada percorribile per ricomporre questa drammatica vertenza”

Intanto però lo sciopero continua: sono oltre 30 i giorni di serrata e si andrà avanti almeno fino alle 24 di lunedì. I lavoratori non stanno fermando la produzione ma impediscono l’uscita dei camion col prodotto finito (oltre  1 milione di euro di materiale finora) attraverso una serrata davanti agli ingressi. A sostegno dei 150 lavoratori anche quelli di tutto il resto del comparto chimico.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere