CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Trasporti, la ‘prima’ del Frecciarossa da Perugia: già mille prenotazioni in pochi giorni

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Terni Extra

Trasporti, la ‘prima’ del Frecciarossa da Perugia: già mille prenotazioni in pochi giorni

Redazione
Condividi

Il Frecciarossa in partenza da Perugia (Foto P. Punzi)

PERUGIA – È partito stamani da Perugia, alle 5,13, il primo treno Frecciarossa che collega ad “alta velocità” il capoluogo umbro a Milano e Torino. A inaugurare l’ avvio della sperimentazione del collegamento la presidente della Regione, Catiuscia Marini, insieme all’ assessore Giuseppe Chianella, e il sindaco di Perugia, Andrea Romizi che sono saliti a bordo del convoglio insieme a una rappresentanza dei due enti istituzionali, ai presidenti di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Giampiero Bianconi e Camera di Commercio, Giorgio Mencaroni, e ai vertici regionali di Trenitalia.

Biglietti Il numero delle prenotazioni per il nuovo servizio Frecciarossa continua a salire e sono già oltre mille i biglietti acquistati. La tratta Perugia-Milano si percorre in 3 ore e 17 minuti, Torino si raggiunge in 4 ore e 45 minuti. La sperimentazione durerà fino a dicembre.

Prenotazioni Più di mille prenotazioni in quattro giorni per il treno Frecciarossa che da oggi collega Perugia con Milano e Torino. Il dato è stato fornito dall’ assessore regionale ai Trasporti, Giuseppe Chianella. “È un inizio ottimo – ha detto Chianella – che ci fa ben sperare per il futuro. Quella che ha preso il via è una sperimentazione che durerà fino a dicembre. Averla ottenuta non è stato semplice, adesso speriamo che i nostri numeri continuino ad essere confortanti così da stabilizzare questo importante collegamento”.

Marini “Il Frecciarossa da Perugia è un obiettivo condiviso con Trenitalia e una scommessa sulla qualità dei servizi e dei collegamenti per una regione che, se non in una minima parte, non è attraversata dall’ alta velocità. Ma è soprattutto importante dal punto di vista del turismo e del business”, queste le parole della presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini che è salita a bordo del convoglio che ha inaugurato il collegamento del capoluogo di umbro con Milano e Torino. “I primi numeri in fatto di prenotazioni sono molto confortanti – ha sottolineato Marini – e speriamo adesso si confermarli e incrementarli. Questo servizio si inserisce in quadro lavorativo che abbiamo portato avanti in merito al potenziamento della qualità dei servizi ferroviari regionali che contiamo di migliorare ulteriormente nell’ interesse di tutta l’ Umbria“.

Romizi “È una bella giornata – dichiara il sindaco di Perugia, Andrea Romizi – e simbolicamente siamo qui a dare il benvenuto. I dati che circolano dimostrano che in tanti stanno cogliendo questa opportunità. Per la comunità regionale rappresenta l’occasione di viaggiare, e confidiamo che possa essere usato anche da coloro che vogliono venire a Perugia e in Umbria”

Testimonianze “Spero che non sia solo un servizio circoscritto a un breve periodo, ma un treno permanente, che ritengo fondamentale per il business dell’ Umbria e per chi come me settimanalmente deve raggiungere il nord Italia per attività lavorative”. A dirlo è Cesare Carloni, uno dei primi viaggiatori saliti sul primo Frecciarossa partito da Perugia. “Un treno importante anche per il turismo, perché in Umbria c’ è bisogno di collegamenti rapidi e sicuri”, aggiunge il viaggiatore. A bordo anche tante facce giovani, come quelle di Giacomo e Filippo, due ventenni di Perugia: “Avere la possibilità di raggiungere una grande città come Milano in poco più di tre ore è troppo bello”, dicono. Intanto sono già più di mille i biglietti prenotati per la tratta avviata stamani che collega il capoluogo umbro a Torino, passando per Milano.

Parcheggi  Intanto, sul versante riguardante iparcheggi intervengono i due consiglieri comunali del Pd Tommaso Bori e Sarah Bistocchi. Gli esponenti Pd si riferiscono al Metropark “Questa area di sosta – dicono riferendosi al Metropark – era utilizzata tutti i giorni da tantissimi viaggiatori, soprattutto pendolari, per lasciare l’automobile dalla mattina alla sera. A oggi, oltre la notizia inaspettata della chiusura, non si hanno informazioni precise da parte dell’amministrazione comunale sui tempi previsti necessari ad ultimare l’intervento». Motivo per cui «abbiamo deciso di sollecitare un intervento di sindaco e giunta, che ancora non si sono pronunciati sul tema, al fine di attivarli per trovare una soluzione al problema dell’assenza di parcheggi nella zona della stazione Fontivegge, prevedendo, in caso non fosse sostenibile una gratuità degli stessi, un accordo e/o una convenzione con Trenitalia al fine di stabilire prezzi e tariffe convenienti ed accessibili ai viaggiatori che utilizzano il trasporto ferroviario partendo da Perugia”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere