CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Trasporti, Frecciarossa a Perugia da inizio febbraio: due corse al giorno

Perugia Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Trasporti, Frecciarossa a Perugia da inizio febbraio: due corse al giorno

Redazione
Condividi

Un momento della conferenza stampa
PERUGIA – Ora c’è il crisma dell’ufficialità. Il Frecciarossa arriva a Perugia dai primi giorni di febbraio. L’annuncio è stato dato questa mattona nel corso della conferenza stampa a Palazzo Donini cui partecipano l’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’assessore regionale ai trasporti, Giuseppe Chianella, e il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Da inizio febbraio saranno due le corse al giorno, una all’andata e una al ritorno, che viaggeranno tra Perugia, Firenze, Bologna, Milano e Torino.
Orari La mattina il Frecciarossa partirà da Perugia alle 5.13, arrivando nel capoluogo lombardo alle 8.30. Il rientro da Milano è previsto alle 18.45 con arrivo nel capoluogo umbro alle 22.18. La sperimentazione durerà un anno. ini ha sottolineato il lavoro della Regione “per riorganizzare i servizi di trasporto pubblico”. “Il Frecciarossa  ha aggiunto – rappresenta un ulteriore passo dopo l’ avvio del processo di integrazione che coinvolge la ex Fcu”, ha dichiarato la presidente Marini. “La nostra azienda – ha sottolineato Iacono – è al servizio del Paese e lavora per migliorare la qualità degli spostamenti dei cittadini”.

 

Asse La presidente Marini ha sottolineato i benefici che il nuovo collegamento ferroviario portera’ alla regione e la volonta’ di promuovere il nuovo servizio perche’ possa funzionare al meglio e resistere al periodo di prova: “Un collegamento adeguato al capoluogo di Regione e’ un tema di interesse regionale – ha spiegato – e’ centro di riferimento dell’ asse PerugiaAssisi-lago Trasimeno, che rappresenta il 70% dei flussi turistici, e’ sede di due universita’ e di molti servizi pubblici di interesse regionale. Abbiamo tutto l’ interesse a promuoverlo al massimo”. Per ora, lo studio di Trenitalia sull’ analisi della domanda fa pensare a “numeri tra i 30 e i 50 passeggeri medi – ha detto Iacono – ma siamo all’ inizio e ci aspettiamo che aumentino. Bisogna spingere anche altri soggetti attivi su questo territorio”.

Investimento Sull’ investimento economico, invece, Trenitalia non si sbottona: “Siamo ancora in fase di negoziazione con la Regione”, ha affermato Iacono; ma Marini ha aggiunto che “accanto allo sforzo prioritario della Regione, chiederemo un concorso di risorse finanziarie dal territorio”. Per il sindaco Romizi il Frecciarossa a Perugia e’ una “piccola rivoluzione, per le nostre aziende e per la comunita’ , nell’ ottica di superare l’ isolamento che da troppo tempo questa terra paga. Con questo collegamento mettiamo in connessione il nostro tessuto produttivo con i principali centri commerciali e finanziari del nostro Paese”. L’ impegno della Regione, intanto, si concentra anche sulla richiesta di riportare una fermata del Frecciabianca a Spoleto: “Una questione che stava molto a cuore al sindaco Cardarelli – ha detto la presidente – Trenitalia ci sta lavorando insieme a Rfi”.

Spoleto L’impegno della Regione, intanto, si concentra anche sulla richiesta di riportare una fermata del Frecciabianca a Spoleto: “Una questione che stava molto a cuore al sindaco Fabrizio Cardarelli – ha detto la presidente – Trenitalia ci sta lavorando insieme a Rfi”. Scondo Marini, la fermata a Spoleto del Frecciabianca è “particolarmente sentita dalla città”. “Per essa – ha aggiunto – si è speso con grande impegno il sindaco Fabrizio Cardarelli purtroppo recentemente scomparso prematuramente”. “Ritengo doveroso ringraziare le istituzioni, le forze politiche ed i cittadini che si sono mobilitati e sono stati al nostro fianco. Come amministrazione comunale continueremo a lavorare affinché il nostro territorio, che comprende un’ area molto vasta, possa uscire da questa sorta di isolamento” ha detto il vicesindaco facente funzioni di Spoleto Maria Elena Bececco, presente alla conferenza stampa. “Un impegno che il sindaco ha sempre portato avanti – ha aggiunto – nella consapevolezza che, la fermata del Frecciabianca, così come più in generale il miglioramento dei collegamenti da Roma e per Roma, fosse necessario ed indispensabili per lo sviluppo di Spoleto e delle aree limitrofe”.

Le reazioni

“L’arretramento del Frecciarossa da Arezzo a Perugia annunciato oggi dalla Presidente Marini è un primo grande passo per agganciare la nostra regione all’Alta Velocità. Quella di oggi rappresenta quindi una giornata di svolta per l’Umbria, frutto di un importante lavoro portato avanti dalla Giunta con il sostegno del gruppo del Partito Democratico a Palazzo Cesaroni”, ha dichiarato il consigliere e segretario regionale del Pd, Giacomo Leonelli.