CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Tragedia sulla Vasanellese: giovane amerino uccide la ex poi si toglie la vita. Spunta una lettera nel casco del ragazzo: “Voglio essere cremata”

EVIDENZA Cronaca e Attualità Narni Orvieto Amelia Extra

Tragedia sulla Vasanellese: giovane amerino uccide la ex poi si toglie la vita. Spunta una lettera nel casco del ragazzo: “Voglio essere cremata”

Redazione
Condividi

Carabinieri in azione

ORTE – Una probabile tragedia della folle, ma lucida gelosia. Un gesto che sta sconvolgendo la vita tranquilla di piccole comunità di provincia. Nel pomeriggio di venerdì sono stati trovati morti due giovani lungo la strada che conduce da Orte a Vasanello. Si tratta di una coppia di trentenni, lui di Amelia, Francesco Marigliani e lei di Vasanello, Silvia Tabacchi, i cui corpi sono stati rinvenuti all’interno di una Renault Megane ferma lungo la strada Vasellinese, nell’alto Viterbese, non lontano da Orte.

Dinamica La coppia è deceduta a causa di ferite da arma da fuoco e secondo le prime ricostruzioni che stanno svolgendo i Carabinieri di Viterbo e quelli di Orte, intervenuti dopo la segnalazione di un passante, si tratterebbe di omicidio-suicidio: il ragazzo, arrivato sul luogo dell’incontro in sella alla sua moto, avrebbe prima sparato alla ragazza, per poi suicidarsi. Da quanto trapela, il giovane avrebbe ottenuto il porto d’armi pochi giorni prima, così come aveva acquistato recentemente una pistola Glock calibro 9, accreditando così  l’ipotesi di una premeditazione dell’atto. Secondo quanto emerge, i giovani si erano lasciati da poco e forse si erano incontrati per un chiarimento. Un appuntamento con la morte, nella mente di lui. Un addio che Marigliani probabilmente non ha mai accettato, visto che lei aveva probabilmente un nuovo amore.

Il corpo dell’uomo sarebbe stato trovato al posto di guida, mentre la ragazza era seduta al suo fianco. C’è ancora una certa cautela sulle cause della morte e sulla ricostruzione dei fatti: l’unica certezza appare quella di una immane tragedia. Sul posto, oltre ai carabinieri anche il 118 e il padre di uno dei due giovani, presumibilmente della ragazza, per il riconoscimento.

Ipotesi Nelle ultime ore, l’ipotesi di un omicidio-suicidio dettato dalla gelosia disperata, sembra prendere sempre più corpo. Da quanto si apprende, nel casco del giovane amerino gli investigatori avrebbero trovato una lettera di tre pagine scritta al computer con i nomi e cognomi in calce dei due ragazzi, ma, sembra, senza firme autografe: quella di Francesco e quella di Silvia, con una frase: “Voglio essere cremata. Bruciate pure la macchina”. Gli inquirenti però non ci vedono chiaro e – pare – non escludono, in relazione a questa lettera, un tentativo di depistaggio messo in atto dal ragazzo, nella sua lucida follia. Lunedì probabilmente l’autopsia.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere