CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Trafomec, il grido dei lavoratori: “Dalla Regione nessuna risposta alla nostra situazione”

Economia ed Imprese Trasimeno

Trafomec, il grido dei lavoratori: “Dalla Regione nessuna risposta alla nostra situazione”

Redazione economia
Condividi
Uno sciopero alla Trafomec
Uno sciopero alla Trafomec
MAGIONE – La situazione resta critica, ormai da troppo tempo, per i lavoratori Trafomec. Dopo il pagamento degli stipendi a seguito dello sciopero di gennaio, tutto sembrava volgere al meglio e invece la situazione ora sembra essere precipitata nuovamente.

Il quadro I sindacati fanno un quadro a tinte fosche e chiamano in causa la Regione. “L’azienda – spiegano i sindacati – si trova ad oggi in una situazione di stallo sia come operatività finanziaria che produttiva, e ci stupisce che ad oggi questa importante realtà del nostro territorio sia esclusa dall’elenco delle crisi aziendali a cui si cerca di porre rimedio attraverso canali e aiuti dell’istituzione regionale. Nonostante la richiesta di incontro che abbiamo avanzato nel mese scorso e i vari solleciti fatti a più riprese, ad oggi non abbiamo ricevuto alcun riscontro. L’azienda si trova dentro a una dinamica complessa, che vede la vendita del ramo d’azienda, a salvaguardia della stabilità della società, che include anche l’unità produttiva di Tavernelle. Conseguenza diretta di questa situazione è il blocco dell’operatività finanziaria e, a breve, anche produttiva. Questa situazione, se tutto andrà a buon fine, richiederà tempi lunghi e porterà alla mancata erogazione di 3 stipendi, all’apertura della cassa integrazione a zero ore per le prossime 2 settimane e al blocco della fornitura delle materie prime”.

Tavolo di crisi Per questo motivo viene chiesta “l’apertura immediata di un tavolo di crisi per la Trafomec Europe Sa di Tavernelle all’assessorato allo Sviluppo regionale, che veda coinvolte le istituzioni locali, i sindacati e l’impresa e che possa scongiurare l’ennesima crisi irreversibile di un’azienda fondamentale per il territorio della Valnestore”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere