CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Traffico illecito di rifiuti, maxi-inchiesta toscana parla anche di impianti di smaltimento in provincia di Terni

EVIDENZA Cronaca e Attualità Extra

Traffico illecito di rifiuti, maxi-inchiesta toscana parla anche di impianti di smaltimento in provincia di Terni

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – La Lega Nord Umbria, in un comunicato a firma del consigliere regionale Fiorini e in base a proprie informazioni derivanti da non meglio specificate fonti di stampa, ha forse allargato un pò troppo l’interpretazione quando scrive di “due impianti di incenerimento di Terni” coinvolti in una mega-inchiesta toscana sullo smaltimento illecito di rifiuti, detta “Operazione Demetra”. Però, c’e un però. Ovvero, un comunicato, lungo e articolato, della Guardia di finanza di Firenze che, per la verità, non parla – appunto – specificatamente dei “due impianti ternani”, ma solo di “vari impianti di smaltimento (discariche e inceneritori) presenti in varie province italiane”, tra cui anche Terni e citati nelle carte. Anzi, da quanto si evince, tali, non dettagliati impianti ternani non sembrerebbero in effetti responsabili di alcunché. Ma, appunto, sono solo citati nel comunicato. Chissà, viceversa, se le carte dell’inchiesta contengano altro rispetto all’eventuale ruolo di questi impianti nel Ternano. Ecco, in ogni modo, cosa riporta la nota della Guardia di finanza di Firenze:

“Sin dalle prime luci dell’alba, oltre 250 militari della Guardia di Finanza hanno dato esecuzione ad un articolato provvedimento giudiziario emesso dal Gip del tribunale fiorentino, Angelo Pezzuti, su richiesta della locale Procura distrettuale antimafia, nell’ambito di una complessa inchiesta che vede coinvolti in totale 31 soggetti, a vario titolo indagati per i reati di “attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti”, “truffa ai danni di un ente pubblico” e “falsità ideologica”. Il provvedimento cautelare eseguito dalle Fiamme Gialle di Firenze ha riguardato 6 imprenditori – cinque Toscani ed un veneto – titolari di aziende nel settore della lavorazione dei rifiuti speciali, per i quali sono scattati i domiciliari. Ad altri 8 soggetti originari della Toscana, Campania e Veneto sono state notificate misure interdittive per l’esercizio di imprese o di ufficio direttivi; sono stati altresì sequestrati oltre 7 milioni di euro quale profitto dell’attività illecita. La complessa operazione, iniziata oltre due anni fa, in collaborazione col Corpo Forestale di Firenze e dell’Arpat, è stata condotta dal Gruppo investigativo sulla criminalità organizzata del Nucleo di polizia tributaria fiorentino che ha sviluppato approfondite indagini (anche con intercettazioni telefoniche e telematiche), nonché mirati riscontri contabili nei confronti di una ramificata organizzazione criminale. I riscontri di polizia giudiziaria e contabili eseguiti hanno messo in luce che tali aziende – collegate con imprese dell’area campana gravitanti nell’orbita dei clan camorristici – nel 2013-2015, hanno operato in dispregio delle normative vigenti in materia di trattamento di rifiuti. In un caso è stato accertato che alcuni scarti di lavorazione della carta (pulper) contenevano sostanze chimiche tossiche e molto nocive per la salute. Responsabile di tale attività delittuosa è risultata essere un’impresa di Pescia che, interponendosi tra due importanti cartiere della Lucchesia (produttrici di pulper) e vari impianti di smaltimento (incenerimento e discariche) ubicati in varie province italiane (Lucca, Livorno, ma anche Terni e Brescia), si arricchiva illecitamente facendo figurare fittiziamente di aver proceduto alla “ripulitura” degli scarti industriali non trattandoli invece correttamente”.

Il consigliere comunale ternano del M5S, Thomas De Luca, commenta sul suo profilo Facebook: “Il sindaco deve riferire immediatamente in Consiglio sulle informazioni inerenti l’inchiesta toscana sugli inceneritori ternani. Se esiste un pericolo per la salute pubblica ha il dovere, l’obbligo di intervenire immediatamente”.

Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1