CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ritorna la Sagra musicale umbra con un focus su Beethoven

Perugia Terni Cultura e Spettacolo

Ritorna la Sagra musicale umbra con un focus su Beethoven

Redazione cultura
Condividi
Uno spettacolo alla Sagra musicale
Uno spettacolo alla Sagra musicale

PERUGIA – Un approfondimento sul pensiero artistico e filosofico di Beethoven, il quale con le sue opere sembra dirci che la libertà non è fare ciò che si vuole, ma è piuttosto un punto di arrivo, un premio per chi sappia rinnovare la lettura della realtà che lo circonda. Il tema, di grandissima attualità, è quello scelto per la 75esima della Sagra musicale umbra, che torna dal 3 al 13 settembre con la sua grande musica classica.  “Dopo questo lungo, forzato silenzio – dice Anna Calabro, presidente della Fondazione Perugia Musica Classica – e le tante testimonianze di affetto e sostegno del nostro pubblico, abbiamo deciso di proporre una speciale edizione della Sagra Musicale Umbra en plein air per assicurare la massima sicurezza dal punto di vista sanitario, convinti che la musica sia un bene necessario per godere la ricchezza delle emozioni che sa suscitare e per accrescere il sentimento di comunità, fondamentale in un momento difficile come questo”.

Beethoven L’iniziativa ha come filo conduttore un musicista verso il quale l’interesse del pubblico è sempre altissimo, Ludwig van Beethoven. La fortissima impronta filosofica dell’uomo fa della sua musica la colonna sonora del pensiero libertario che accompagnò l’Europa a cavallo tra ‘700 e ‘800. Nel duecentocinquantesimo anniversario della sua nascita, il direttore artistico Enrico Bronzi dedica la Sagra Musicale Umbra 2020 (SMUMMXX) all’ideale caratterizzante il celebre compositore: Ludwig. La libertà sopra ogni cosa. Dal 3 al 13 settembre 2020, 17 concerti tra Perugia (tutti al rione Porta San Pietro, tra i Giardini del Frontone, la Basilica e i Chiostri di San Pietro), Spoleto e Norcia. Tanti gli aspetti approfonditi dell’uomo e del musicista, alcune comparazioni, due contaminazioni eccellenti e l’intersezione con il Festival diffuso Musica con Vista organizzato dal comitato AMUR (di cui la Fondazione fa parte).

Apertura La SMUMMXX si apre con un pezzo fortemente simbolico: Canzone di ringraziamento offerta alla divinità da un guarito, la risposta beethoveniana alla salute ritrovata dopo la malattia, ricco di tensione drammatica e insieme di grande speranza. Spazio poi al viaggio più completo della produzione pianistica di Beethoven, con l’integrale delle 32 Sonate per pianoforte eseguite da Filippo Gamba e Olaf John Laneri, distribuite lungo i 10 giorni della SMUMMXX. L’uomo e il musicista si intrecciano in ‘The Young Beethoven’, un percorso raccontato dal critico Sandro Cappelletto e dal pianoforte di Marco Scolastra lungo pagine rare e sorprendenti del catalogo di Beethoven, tra prime conquiste e folgoranti anticipazioni del genio che verrà. In apertura e chiusura della Sagra due incursioni insolite: il 3 settembre la pittoresca e visionaria “contaminazione” dell’Estratto dal Quartetto op.132 di Beethoven con il Concerto per Violoncello e Orchestra di Fiati di Friedrich Gulda, un esperimento sui linguaggi della musica e sui cortocircuiti che ne possono scaturire.

Contaminazione Il 12 settembre la “contaminazione” del violinista Florian Willeitner, accompagnato dall’Orchestra da Camera di Perugia. In programma alcune sue celebri rivisitazioni che destrutturano alcuni compositori del passato, per offrire una loro interpretazione coniugata al contemporaneo. Irriverenze virtuose che aprono al minimalismo, all’elettronica, all’Irish, come al jazz. La SMUMMXX s’interseca anche con due date di Musica con Vista del comitato AMUR (festival diffuso con concerti in Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna, Campania e in Umbria). A Spoleto il 5 settembre il giovane Trio Chagall presenta due perle del grande repertorio di Mozart e Schubert; a Perugia il 6 settembre il Quartetto Henao accosta le opere dei due protagonisti indiscussi della Vienna imperiale, Schubert e Beethoven.

Sicurezza Lo staff della Fondazione è pronto a far vivere la SMUMMXX in massima sicurezza, essenziale è la collaborazione di tutti e il rispetto delle disposizioni imposte dall’attuale legislazione: indossare la mascherina e rispettare le norme sul distanziamento. Gli organizzatori dovranno avere tutti i nominativi e i numeri di telefono dei partecipanti ad ogni singolo concerto. Per assicurare la fruizione in massima sicurezza è essenziale evitare assembramenti, per questo la Fondazione invita caldamente ad acquistare in anticipo i biglietti.

Biglietti Da lunedì 10 agosto 2020 è possibile acquistare biglietti singoli online su perugiamusicaclassica.com e ticketone.it, o presso tutti i punti vendita Ticket One; sono tre i pacchetti a disposizione: ‘Intero’ che comprende tutti i 15 concerti a Perugia; ‘Pacchetto Beethoven’ con il ciclo integrale delle Sonate per pianoforte di Beethoven e  ‘The Young Beethoven’; il pacchetto ‘Giardini del Frontone’ che prevede i concerti dell’Orchestra da Camera di Perugia del 3, 6 e 12 settembre e il concerto del Quartetto Henao. Per prenotare i pacchetti scrivere all’indirizzo e-mail: segreteria@perugiamusicaclassica.com o registrarsi sul form online nel sito ufficiale della Fondazione (per costi e programmi consultare www.perugiamusicaclassica.com). Da giovedì 27 agosto 2020 presso la sede della Fondazione Perugia Musica Classica Onlus (Piazza del Circo, 6 – Perugia), tutti i giorni feriali dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 18:00. Sabato 5 settembre e Sabato 12 settembre dalle 11:00 alle 13:00.
https://www.perugiamusicaclassica.com/sagra-musicale-umbra/ il sito dell’iniziativa.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere