CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Torna Ephebia Festival e si sposta a Narni: “Nuove energie, ci sentiamo a casa”

Cultura e Spettacolo Narni Orvieto Amelia Extra

Torna Ephebia Festival e si sposta a Narni: “Nuove energie, ci sentiamo a casa”

Redazione cultura
Condividi

TERNI – Torna anche quest’anno Ephebia Festival. Nonostante le difficoltà economiche, la rassegna torna in pista e compie 21 anni. Una rassegna che diventa ‘maggiorenne’ e per l’occasione cambia location spostandosi al Parco dei Pini di Narni Scalo. Due giorni, 14 e 15 settembre, all’insegna della musica alternativa rock e non solo.

Un cambiamento, spiega l’Associazione, motivato dalla “voglia di innescare nuove collaborazioni e sinergie con realtà territoriali non esclusivamente sul suolo ternano ma rimanendo comunque all’interno del territorio provinciale; l’impossibilità reale a svolgere di nuovo il festival sul suolo ternano sotto il profilo economico per la mancanza di finanziamenti pubblici ma anche l’assenza del patrocinio che rende tutto molto complicato a partire dall’esagerato costo delle affissioni pubbliche fino ad arrivare al pagamento del suolo pubblico”.

Ma non solo: “L’idea del cambio della location nasce gia a gennaio 2018 – spiega- per essere poi ufficializzata a febbraio 2018 tramite votazione dell’attuale assemblea dei soci e dell’organo direttivo dell’Associazione Ephebia. Onde evitare strumentalizzazioni politiche, poiché non ci sono vere e proprie ragioni politiche che ci hanno spinto a lasciare Terni (ancora sotto giunta Di Girolamo), possiamo dire che una delle ragioni che ci ha spinto a cambiare location è stata la impossibilità reale a svolgere di nuovo il festival sul suolo ternano sotto il profilo economico (mancanza di finanziamenti pubblici ma anche l’assenza di patrocinio per gli eventi che rende tutto molto complicato a partire dall’esagerato costo del pagamento delle affissioni pubbliche fino ad arrivare al pagamento del suolo
pubblico). La disponibilità del Comune di Narni ci ha fatto sin da subito sentire a casa, valorizzando il lavoro e dando rilievo ai 20 anni precedenti di storia del festival. Questa non vuole essere assolutamente una critica alle precedenti amministrazioni comunali della città di Terni che, ci tengo a ricordare,  ci ha ospitato e supportato sino al 2017 .

Gli eventi. Il sipario si alzerà venerdì 14 settembre con l’ormai tradizionale “Battle Of The Bands”, che vede scontrarsi sul palco band emergenti locali e non, per poi proseguire con l’esibizione degli Sbandieratori Città di Narni e i concerti di “The Wolf And Whale”, “Kaosforcause”, “Malasuerte” e i “Gang”. Quest’ultimo verrà interamente tradotto nella Lingua dei Segni Italiana grazie alla collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi Onlus – Sezione di Terni.

Sabato 15 settembre si inizia ancora con “Battle Of The Bands”, quindi l’esibizione di “Nijhida Terra Coma Cose” e aftershow a cura di “Cantieri Sonori” presso Notte Bianca Poggio di Otricoli. In tutto saranno circa 20 le band che parteciperanno al festival arricchito da stand di artigiani locali, food and beverage, scuole di musica, liuterie, incontri dedicati alle tematiche legate alla musica con interventi di giornalisti e storici del materiale audiovisivo.

Ma grande novità dell’edizione 2018 è la Cittadella della Musica e dell’Integrazione che diventerà un vero e proprio villaggio gestito da Arci ed Ephebia, dedicato alle associazioni culturali che operano sul territorio nel settore dell’integrazione e dell’accoglienza: “Si tratta della crescita di una struttura che è da sempre parte integrante del concorso, diventando un vero e proprio villaggio gestito da Arci ed Ephebia in collaborazione e dedicato alle associazioni culturali che operano sul territorio nel settore dell’integrazione e dell’accoglienza. Non mancheranno, inoltre, stand di artigiani locali, un’area dedicata al food and beverage, scuole di musica, liuterie, come anche incontri dedicati alle tematiche legate alla musica, con interventi di giornalisti e storici del materiale audiovisivo. Nel corso degli anni, il Festival, è diventato un appuntamento fisso per le associazioni locali, che partecipano sempre con grande entusiasmo sapendo che l’ambiente positivo e propositivo che si viene a creare durante il principale evento annuale dell’Associazione Ephebia è la piazza ideale per promuovere le proprie iniziative, scambiarsi idee e stringere relazioni durature che portano a realizzare progetti in rete, strumento essenziale per la crescita umana e culturale di un territorio. A dimostrazione della grande propensione dell’associazione allo scambio e alla collaborazione, si rinnova per la terza volta anche quella con l’Ente Nazionale Sordi ONLUS – Sezione di Terni: il concerto dei Gang, verrà interamente tradotto in Lingua dei Segni Italiana, e quindi reso accessibile anche alle persone sorde, collaborazione che rende l’Ephebia Festival un esempio unico sul territorio nazionale per un festival del suo genere.
La location del Parco Donatelli, poi, è la cornice perfetta per un evento che ha tutte le carte in regola per essere grande, condiviso ed in sintonia con quell’idea di “radici”, di contatto con la terra e di unità che permea il programma e lo spirito dei volontari che stanno duramente lavorando per questo”.

Il programma.

Apertura stand ore 17:00
14 settembre
EPHEBIA REVOLUTION ROCK
Battle of the Bands
a seguire:
Esibizione Sbandieratori Città di Narni
The Wolf And Whale
Kaosforcause
Malasuerte
GANG (Il concerto dei GANG sarà reso accessibile alle persone sorde grazie alla traduzione in LIS –
Lingua dei Segni Italiana)
Aftershow a cura di Cantieri Sonori
15 settembre
Battle of the Bands

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere