CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Torgiano, con Vinarelli si valorizza l’arte, la cultura e il territorio

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

Torgiano, con Vinarelli si valorizza l’arte, la cultura e il territorio

Redazione cultura
Condividi

TORGIANO – Qualità e originalità sulla scia di una creatività artistica per valorizzare l’enogastronomia locale e in particolare il buon vino, frutto di un’agricoltura sapiente e di investimenti, al centro della manifestazione Vinarelli “che dona – ha asserito Fernanda Cecchini, assessore alla Cultura della regione Umbria durante la presentazione svoltasi gli scorsi giorni – singolari sfumature di colore alle opere che ogni anno realizzano valenti pittori e tante persone che giungono per l’occasione a Torgiano”. La 34esima edizione prenderà il via nell’ambito dell’Agosto Torgianese dall’11 al 20 agosto. Giovedì 17 agosto, in corso Vittorio Emanuele, dopo una cena conviviale con gli artisti, si realizzeranno i “Vinarelli” utilizzando il vino, non l’acqua come di consueto, per diluire colori e tempere. Ad illustrare il programma è toccato al presidente della Pro Loco, Fausto Ciotti, e al sindaco di Torgiano, Marcello Nasini. “Una manifestazione che negli anni è cresciuta in qualità – ha continuato l’assessore, ricordando di aver lei stessa partecipato ad alcune edizioni dei Vinarelli – e che rappresenta uno degli elementi di forza dell’Umbria, ricca di iniziative diffuse su tutto il territorio regionale che rappresentano occasione di crescita culturale e sociale, oltre che capacità di attrazione per i turisti e per gli stessi umbri”. Giornata ricca di appuntamenti sarà domenica 20 agosto durante cui nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo verrà consegnato il riconoscimento “Vinarelli” 2017, attribuito al cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, e a don Giuseppe Piccioni, parroco di Torgiano. La cerimonia sarà preceduta da un incontro a cura dell’associazione religioso-culturale “Beata Colomba” su “Colomba da Rieti e i Baglioni” e dalla presentazione della copia di un dipinto della “Deposizione di Raffaello”.

Per diffondere ancor più la valorizzazione dei “Vinarelli”, Pro Loco e Comune stanno lavorando a un progetto che prevede di affiancare alla serata “madre” di agosto della kermesse altre due manifestazioni in autunno e primavera, la prima delle quali si terrà a settembre/ottobre. Il ricavato della vendita delle opere realizzate sarà al momento devoluto ad iniziative di solidarietà per i paesi colpiti dal sisma. In un secondo tempo, si elargirà l’invito a personalità anche di fuori regione, destinando il ricavato ad opere di beneficenza.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere