CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Todi, primo nome del Ruggiano bis: è il leghista Ruspolini

Cronaca e Attualità Politica Marsciano Todi Deruta Città

Todi, primo nome del Ruggiano bis: è il leghista Ruspolini

Redazione politica
Condividi

TODI – Non sono passate neanche 48 ore dalla rocambolesca riconquista del municipio tuderte da parte di Antonino Ruggiano, che già inizia a prendere forma il nuovo governo cittadino, targato centrodestra, che guiderà la città fino al 2022.

La Lega rivendica Col petto in fuori, orgoglioso del contributo dato alla remuntada ruggianesca, il numero uno della Lega Nord in Umbria, Stefano Candiani, annuncia l’entrata di un esponente leghista nella giunta che sarà varata fra pochi giorni. Infatti, il candidato del Carroccio al primo turno, Adriano Ruspolini, secondo i ben informati, potrebbe ottenere i gradi di vicesindaco, a suggello del ‘patto d’acciaio’ fra Ruggiano e i seguaci tuderti di Matteo Salvini.  “Todi non è più la roccaforte del Pd in Umbria, il ‘sistema Marini è ormai al tramonto – esulta il senatore Candiani – ed esprimo grande soddisfazione per il risultato raggiunto. Grazie ai cittadini che ci hanno dato fiducia e grazie a tutti coloro che hanno collaborato, a Ruspolini per la sua generosità e ad Aiello e il gruppo tuderte che ha lavorato in maniera seria e proficua”.

Ruspolini in Giunta “La Lega – rimarca il segretario nazionale della Lega Umbria – è risultata la vera novità di queste elezioni amministrative in Umbria e nello specifico a Todi dove, con quasi il 10% di preferenze, si è rivelata fondamentale per la vittoria di Ruggiano, al quale faccio i miei più vivi complimenti”.

“Sono ancora convinto della buona scelta fatta di dare ai cittadini la certezza che a Todi c’è una Lega che vuole il cambiamento e poi, con generosità,  collaborare fattivamente affinché il voto di rinnovamento potesse trovare compimento con la vittoria di Ruggiano – prosegue Candiani – e a garanzia che il nostro compito sarà determinante in amministrazione con l’ingresso in giunta di Ruspolini con le deleghe che il sindaco gli attribuirà e che garantiranno agli elettori, che hanno scelto la Lega, una partecipazione di primo piano nella nuova amministrazione. Todi – conclude il senatore – sarà di buon esempio alle altre comunità umbre ancora prigioniere del Pd; dalla città di Jacopone è partito quel percorso di rinnovamento che presto investirà tutta la regione”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere