CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Todi Festival e la valorizzazione del territorio

Cultura e Spettacolo Varie Marsciano Todi Deruta Extra Città

Todi Festival e la valorizzazione del territorio

Redazione cultura
Condividi

Montenero

TODI – Non solo arti sceniche e performative alla trentunesima edizione del Todi Festival, ma spazio alla valorizzazione del territorio con una scelta di luoghi che faranno da scenario alle esibizioni, mirata a far conoscere angoli e scorci non sempre noti al grande pubblico.

teatro Comunale

teatro Comunale

Il teatro Comunale, in pieno centro storico, vedrà in scena sabato 26 agosto alle 21, lo spettacolo inaugurale Grisélidis, Memorie di una prostituta con Serra Yilmaz, un debutto nazionale, ma anche gli appuntamenti principali dedicati alla prosa, tra i quali si inserisce il concerto-evento Saiyuki con Nguŷen Lê, virtuoso chitarrista di origine vietnamita, la cantante e suonatrice giapponese di koto Mieko Miyazaki e il suonatore indiano di tablas Edouard Prabhu, in programma come prima nazionale, martedì 29 agosto. Il teatro Nido dell’Aquila, piccolo gioiello recentemente recuperato a ridosso di piazza del Popolo, sarà, invece, la sede di Todi OFF, lo spin off del Festival dedicato al teatro contemporaneo. Sette gli spettacoli previsti, selezionati da cinque critici d’eccezione, e un blog per vivere live il progetto che sarà anche occasione di formazione per attori con ben tre masterclass. Il progetto è curato da Teatro di Sacco, diretto da Roberto Biselli. Sempre al Nido dell’Aquila, ma nella sua terrazza panoramica, mercoledì 30 agosto alle 19, tornerà l’appuntamento con Sottocosmo in collaborazione con The Brainstorm Agency, un’eclettica parentesi dedicata alla musica, con momenti di riflessione sulla scena artistica nazionale e internazionale.

Castello di Petroro

Castello di Petroro

Con A Cena con l’Inquisitore, interpretato da Federica Tatulli, Sara Allegrucci, Maurizio Lucà e Michele Trombettoni, in programma il 27 agosto, si andrà a riscoprire il Castello di Petroro, un suggestivo borgo fortificato che, dopo l’intervento di recupero, si è trasformato in una residenza teatrale.

Montenero

Montenero

Mercoledì 30 agosto, inoltre, il Festival di Todi porterà gli spettatori a rivivere l’ex granaio di Montenero. Ottavia Orticello porta in scena, per il debutto nazionale, il testo di Dacia Maraini, Una Casa di Donne, riscritto a trent’anni dalla sua prima pubblicazione. Il teatro Ciuffelli, situato all’interno dell’omonimo Istituto agrario, avrà il compito di ospitare le matinée domenicali dedicate ai più piccoli. Due spettacoli, Pi… Pi…Pinocchio e L’Isola che non c’è…adesso c’è, a cura di Tieffeu. L’Arena di Palazzo Francisci, giovedì 31 agosto, accoglierà lo spettacolo L’eterna primavera della speranza, interpretato dalle ospiti del Centro per i Disturbi del Comportamento alimentare con cui il Festival rinnova la collaborazione dello scorso anno. Con l’edizione speciale firmata All’ombra del Castello, venerdì 1 settembre, si andrà nella piazza di Izzalini dove sarà proiettato il film Un altro mondo di Silvio Muccino. Per l’occasione sarà presente il noto attore e regista. La sala delle Pietre dei Palazzi Comunali e la sala Affrescata del Museo Civico si preparano ad ospitare le personali degli autori del Manifesto Todi Festival 2017: Marco Tirelli e Robin Heidi Kennedy. Martedì 29 agosto, al Duomo di Todi, il concerto dell’Orchestra Cocchi-Aosta e Jacopone da Todi, mentre il 1° settembre, sempre in Duomo, sarà la volta di Conversazioni con il vento, dialogo musicale per tromba e organo con Antongiulio Perugini, compositore, ricercatore e saggista, e Gianpiero Cristaldi, solista internazionale. Un altro concerto, quello della Scuola Comunale di musica di Todi, in una formazione quasi esclusivamente femminile, si terrà nell’Aula Magna del Liceo Jacopone, sabato 2 settembre. La sala del Consiglio, invece, ospiterà, lunedì 28 agosto, la finale italiana under 20 di Poetry Slam, in collaborazione con LIPS. Spazio alla poesia anche martedì 29 l’incontro con l’autrice inglese Pele Cox, intervistata da Emanuela Ricciardi, Vice Direttrice del Pratt Institute di Roma, e domenica 3 settembre, la conversazione con Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017, intervistato dalla giornalista Valentina Parasecolo. Il 2 settembre, inoltre, sarà la volta di Maledetta la neve, interviste a mariti assassini, con Massimo Capuano e Chiara Meloni, a seguire la presentazione del libro da cui è tratto lo spettacolo: Non è colpa mia di Lucia Magionami e Vanna Ugolini. Terrazzi privati, spazi insoliti o quasi dimenticati di Todi, e in particolare del c.d. quartiere della Valle Bassa, ospiteranno gli appuntamenti di Giardini Segreti, la rassegna che prevede, dal 1° al 3 settembre, concerti e reading le cui location saranno comunicate ai partecipanti poco prima del loro inizio.

piazza del Popolo

piazza del Popolo

Per concludere, la suggestiva piazza del Popolo. Nel cuore simbolo di Todi i due appuntamenti conclusivi del Festival: il 2 settembre Michelangelo con Vittorio Sgarbi impegnato a raccontare il grande maestro dell’arte, e, domenica 3 settembre, l’atteso ritorno di Roberto Vecchioni in concerto con La vita che si ama Tour.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere