CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Tk-Ast, il management tedesco: “Pronti allo sprint finale”. Guadagni in aumento per viale Brin

Economia ed Imprese Terni

Tk-Ast, il management tedesco: “Pronti allo sprint finale”. Guadagni in aumento per viale Brin

Andrea Giuli
Condividi

Ingresso AST e bandiere

TERNI – Un trionfante e, sostanzialmente, inatteso comunicato a firma, niente di meno che, del capo della business area ThyssenKrupp Material Services (il ramo della multinazionale dove è inserita l’Ast di Terni), nonché chiarman di Ast, Joachim Limberg. Una stringata nota dal titolo inequivocabile: “Pronti allo sprint finale”.

La domanda Già. Saremo gravati da un sovrappiù di malizia, ma la domanda sorge spontanea: sprint finale per cosa? Finalizzato a cosa? “Strada giusta” per dove? Ebbene, qualche ideuzza, peraltro non inedita, circola tra gli esegeti della materia. Ma è bene, per ora, non sbilanciarsi. I messaggi, tra le righe, potrebbero essere molteplici. O forse no. Magari uno solo. Si vedrà in autunno.

Joachim Limberg

Joachim Limberg

La nota dei tedeschi In ogni modo, questo è il comunicato a firma di Limberg: “Sono già trascorsi nove mesi dell’anno finanziario in corso e possiamo considerarci saldamente sulla strada giusta, avendo mantenuto gli elevati volumi di vendita conseguiti lo scorso anno: circa 7,3 milioni di tonnellate per il settore Materiali. L’attività di stoccaggio e di fornitura dei servizi è sostanzialmente stabile, mentre una crescita significativa si registra nei centri di assistenza legati al settore automobilistico. Insieme all’incremento delle vendite si è ottenuto un Ebit (il guadagno prima di tasse e interessi) significativamente più grande, con una forte crescita nella prima metà dell’anno dei profitti in tutte le unità. Un segnale, questo, di sicuro incoraggiamento. Un’ulteriore nota positiva viene dall’Italia, dove i colleghi di Ast registrano ancora una volta guadagni in netta crescita, andamenti positivi dei prezzi di mercato e miglioramento costante delle performance, segno che i nostri programmi di miglioramento oggi stanno dando i loro frutti”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere