CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Tiro a volo, parte da Terni la rincorsa alle medaglie di Coppa del Mondo

Terni Sport Altri

Tiro a volo, parte da Terni la rincorsa alle medaglie di Coppa del Mondo

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – La nazionale italiana di Tiro a Volo specalitò Double Trap comincia da Terni il cammino di avvicinamento alla prima tappa di Coppa del Mondo, in programma a Nuova Delhi, in India, dal 22 febbraio al 4 marzo. Prima tappa di un percorso che porterà a selezionare la squadra che terrà alti i colori azzurri alle Olimpiadi di Tokyo del 2020. Gli impianti ternani saranno fra i principali della preparazione della squadra italiana, che oggi è stata presentata in Provincia. In particolare, la preparazione si svolgerà  al centro ‘I moschettieri del Nera’ in strada di Santa Filomena, ma è stata ovviamente l’occasione anche per sottolineare come le tante strutture sul territorio provinciale siano all’avanguardia in questo senso.

Presenti. Oltre al presidente della Provincia Giampiero Lattanzi, che ha fatto gli onori di casa, nella sala del Consiglio erano presenti Luciano Rossi, presidente nazionale della Fitav; il vice presidente del Coni regionale umbro, Moreno Rosati  e il delegato regionale Fitav  Ermanno Cicioni. Con loro  c’erano gli atleti Antonino Barillà, della Marina militare, vice campione del mondo 2014, medaglia di bronzo ai Giochi europei 2015 e componente della squadra olimpica di Rio; Alessandro Chianese, sempre della Marina, medaglia d’oro alla coppa del mondo di Cipro 2016 e riserva olimpica a Rio; Ignazio Tronca, dell’Esercito, campione del mondo Juniores a Cipro 2007 e Stefano Ales, del gruppo sportivo  Carabinieri, medaglia d’argento al campionato del mondo in Finlandia 2002. “Dall’Umbria, e soprattutto da Terni, sono partiti i successi olimpici ottenuti a Rio de Janeiro”, ha sottolineato il presente Fitav Rossi che ha aggiunto: “nel ternano ci sono impianti sportivi di ottima qualità, tra i migliori in Italia, tanto che alcuni atleti, tra cui Barillà, hanno scelto di acquistare casa a Terni e prenderne la residenza per allenarsi al meglio.

Eccellenza. “Questi impianti sono un patrimonio della comunità intera ed è da qui che stiamo costruendo l’avventura che ci porterà alle Olimpiadi di Tokyo 2020”. “Le radici di questo sport nel ternano sono molto profonde”, ha ricordato anche il presidente Lattanzi che, proprio nel giorno di una nuova scossa di terremoto, ha voluto ricordare quanto stia pesando sull’Umbria l’impatto negativo del sisma. “Eventi sportivi di questa portata però – ha affermato – ci aiutano ad affievolire il peso del sisma e le ricadute negative in termini di immagine. Il tiro a volo a Terni – ha quindi osservato – ha una tradizione consolidata e le strutture sportive esistenti un altissimo livello, basti pensare che ad Acquasparta si svolgeranno alcune finali del campionato italiano. La Provincia darà il suo apporto in termini istituzionali ed operativi, affinché gli atleti si sentano perfettamente a loro agio, anche in termini di ospitalità e calore umano, e possano prepararsi al meglio e dare il loro massimo in tutte le prossime competizioni”. “Il mio auspicio – ha infine dichiarato il vice presidente Coni Umbria Rosati – è che dall’Umbria e da Terni anche quest’anno parta una stagione di eccezionali risultati. I grandi campioni ci sono e ci sono anche grandi strutture, grandi tradizioni e grandi maestri, tutte le condizioni, insomma, per poter di nuovo celebrare successi”.

Rosati. Il numero due del Con regionale ha dal canto suo sottolineato come “quello che si allenerà in città è un team straordinario, che fa parte di una realtà molto vivace. Speriamo a breve di poter celebrare dei titoli”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere