CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Tim Cup, goleada alla Dacia Arena: il Perugia si ferma ai sedicesimi (8-3)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Tim Cup, goleada alla Dacia Arena: il Perugia si ferma ai sedicesimi (8-3)

Alessandro Minestrini
Condividi

Emmanuello nel corso del match di Coppa Italia contro l'Udinese (foto Roberto Settonce)

UDINESE-PERUGIA 8-3

UDINESE (3-5-2): Scuffet, Stryger, Danilo, Nuytinck, Widmer, Pezzella (25′ stBochniewicz), Fofana, Balic (11′ stIngelsson), Jankto, Lopez, Lasagna (20′ st Ewandro). A disp.: Borsellini, Samir, Matos, Bajic, De Paul, Perica, Ali Adnana, Barak. All. Oddo

PERUGIA (4-3-1-2): Rosati, Zanon, Belmonte (11′ st Casale), Dossena, Pajac, Bianco, Colombatto, Emmanuello, Falco, Mustacchio, Cerri. A disp.: Santopadre, Coccolo, Casale, Di Carmine, Buonaiuto, Han, Bandinelli, Terrani, Choe. All. Breda

ARBITRO: Nasca della sezione di Bari (Zappatore – Capaldo)

RETI: 16′ pt Danilo, 34′ pt (rig.) – 4′ st – 17′ st (rig.) – 25′ st Lopez, pt Lasagna, 45′ pt (rig.) Cerri, 9′ st Bianco, 16′ st Mustacchio, 37′ st Ingelsson

NOTE: Ammonito Mustacchio, Nuytinck, Emmanuello

UDINE – Finisce ai sedicesimi di finale l’avventura del Perugia in Coppa Italia. Al termine di un match spettacolare è l’Udinese a strappare il pass per gli ottavi di finale contro il Napoli. Il finale dice tutto: 7-3. Una partita pirotecnica, dove è accaduto di tutto. Il risultato definitivo non rende onore alla prestazione dei grifoni, che per la maggiora parte dell’incontro hanno combattuto a viso aperto senza alzare bandiera bianca.

Primo tempo Roberto Breda opta per il turnover e in difesa torna a schierare Dossena. Sulla mediana, vengono inseriti Bianco ed Emmanuello. Torna a essere usato dal principio anche Falco, posto alle spalle della coppia d’attacco formata da Cerri e Mustacchio. Grifo pimpante e tenace in avvio. Al 4′ lancio lungo di Pajac dalla sinistra per Mustacchio. La punta perugina è lesta a ingannare la difesa friulana, ma il passaggio è troppo lungo e Scuffet cattura senza problemi. Al 6′ buona azione di Emmanuello, che prova a fare centro dalla distanza mandando di poco a lato della porta la sfera. Il numero 9 dei grifoni, all’8′ va di nuovo vicino alla rete; il suo diagonale, però, si spegne sul fondo. Al 10′ l’Udinese si rende pericoloso davanti alla porta perugina. Maxi Lopez serve Stryger, che arriva in ritardo sul suggerimento. Un errore di Pajac al 17′ fa avvicinare la formazione casalinga al vantaggio. La leggerezza del croato assegna un calcio d’angolo agli uomini di Oddo. Schema vincente per i padroni di casa, con Danilo che supera Rosati di testa. Dopo lo svantaggio gli umbri non si demoralizzano e arginano il ritrovato ottimismo dei bianconeri. Al 31′ Mustacchio prova una rovesciata che vola di gran lunga sopra la traversa dei rivali. Al 34′ Lasagna è lanciatissimo verso la porta di Rosati. L’estremo perugino ferma in maniera irregolare l’attaccante ex Carpi e il direttore di gara indica il dischetto, da cui Maxi Lopez firma il 2-0. Il Perugia sembra non reggere il passivo e va in black out. Così, al 40′, Lasagna piazza il tris. Doppia respinta su un agguato di Mustacchio al 44′. Sulla seconda  Nuytinck commette fallo di mano ed è rigore per i grifoni. L’estrema punizione viene calciata da Cerri che non sbaglia, facendo risollevare così il morale dei suoi alla fine della prima frazione.

Secondo tempo Le due compagini tornano a battagliare con i medesimi protagonisti del primo tempo. Al 48′ fiammata in contropiede dell’Udinese. Assist di Lasagna per Maxi Lopez che insacca compiendo il poker. Al 54′ Laraen ci prova di testa, trovando l’opposizione di Zanon. A rivitalizzare l’incontro è Bianco al 54′, che sfrutta un liscio di Cerri per segnare la seconda rete dei grifoni. Primi cambi al 56′. Inizia la formazione friulana, che inserisce Inglesson al posto di Balic. Sul fronte perugino, il giovane Casale sostituisce l’infortunato Belmonte. Al 58′, un traversone lunghissimo di Lasagna scorre per tutta l’area biancorossa senza trovare nessuno pronto a calciare. Al 60′ il Grifo si riavvicina nuovamente ai binaconeri. Gran lancio di Colombatto, Cerri intercetta e consegna la palla a Mustacchio. Tiro chirurgico dell’attaccante bresciano ed è 4-3. Non c’è neanche il tempo di festeggiare il gol che Nasca concede un calcio di rigore inesistente su un presunto fallo di mano di Emmanuello. Maxi spiazza Rosati e l’Udinese si riporta a due lunghezze di vantaggio. Al 65′ Cerri incorna non nel migliore dei modi davanti alla porta avversaria e si ricomincia con una rimessa dal fondo. Al 70′ i friulani implementano la goleada nuovamente con Maxi Lopez (6-3). Ultimi per Oddo al 72′ e al 75′: Pezzella cade vittima dei crampi e passa il testimone a Bochniewicz, poco dopo è Ewandro a fare il suo ingresso sul terreno di gioco mentre Lasagna va in panchina. Inglesson e Jankto mettono la parola fine all’incontro, con i loro gol all’83’ e all’86’. Breda inserisce al posto di Mustacchio il fresco Han e fa debuttare la nuova leva Coccolo ma ormai è troppo tardi e gli ottavi di Coppa sono dell’Udinese.

L’ultimo precedente Una sfida che riporta alla mente i tempi d’oro dell’era Gaucci, quella della Dacia Arena fra Udinese e Perugia. Era dal 2004 che friulani e umbri non si fronteggiavano. L’ultimo confronto ufficiale fra bianconeri e grifoni, datato 7 marzo di 13 anni fa, finì 1-1, con marcatori Iaquinta e Di Loreto.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere