CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Thyssenkrupp continua la striscia positiva dei risultati economici, grazie anche ad Ast: vicina l’intesa definitiva con l’Indiana Tata

Economia ed Imprese EVIDENZA Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia Extra

Thyssenkrupp continua la striscia positiva dei risultati economici, grazie anche ad Ast: vicina l’intesa definitiva con l’Indiana Tata

Andrea Giuli
Condividi

Un reparto di Ast

TERNI – Continua il percorso positivo di Thyssenkrupp nel secondo trimestre dell’anno 2017/2018. A detta di una nota ufficiale dell’acciaieria di Terni, “nonostante i maggiori costi delle materie prime e gli effetti negativi del cambio, l’Ebit (l’utile ante tasse e interessi) tocca i 944 milioni di euro”.

Hiesinger “Il gruppo è sulla buona strada per raggiungere i targets fissati dopo la trasformazione aziendale e, al momento, stiamo lavorando per migliorare costantemente le nostre performance”, ha dichiarato il Ceo, Heinrich Hiesinger durante la presentazione dei risultati aziendali.

Bene il contributo di Ast Il volume degli ordini è diminuito del 2%, mentre le vendite sono aumentate del 5%. Contribuiscono a questo incremento alcune Business Area del gruppo: nello specifico, la Components Technology con il settore automobilistico e dei mezzi pesanti, in Europa dell’Est e Cina, la Elevator Technology che mantiene positivi gli ordini in tutto il Nord America. Anche la Materials Services (ovvero l’area che comprende l’Ast di Terni, ndr) cresce anno su anno, grazie a un forte incremento dei volumi di produzione, dovuto a un magazzino e a un settore servizi più efficienti. Una crescita raggiunta con l’importante contributo di Acciai Speciali Terni”.

Vendita a Tata Infine, ultimo ma niente affatto ultimo, “per quanto riguarda la Joint venture con l’indiana Tata Steel, si attende il via libera dei vertici delle due multinazionali. Secondo Thyssenkrupp, l’operazione è un passaggio chiave per rafforzare gli obiettivi strategici e finanziari”. Una vicenda annosa e complicata questa dell’accordo con la multinazionale indiana che potrebbe – il condizionale è d’obbligo – in qualche modo influenzare anche gli assetti del sito ternano. Vedremo se, quando ed eventualmente come.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere