CARICAMENTO

Scrivi per cercare

TerniOn, il Comune rilancia: “Sarà una edizione ancora più grande”

Terni Cultura e Spettacolo

TerniOn, il Comune rilancia: “Sarà una edizione ancora più grande”

Redazione cultura
Condividi

TERNI –  Non c’è alcun addio del Comune per quel che riguarda la Notte Bianca, ovvero per l’edizione 2019 di Terni On; c’è anzi un rilancio e un maggior impegno da parte della nostra Amministrazione che ha scelto, ancora una volta come già lo scorso anno, di gestire l’evento con le proprie strutture interne della direzione Economia-Lavoro e Promozione Territoriale. Proprio per questo l’Amministrazione ha chiesto e ottenuto la collaborazione della Camera di Commercio tramite il piano di marketing territoriale Terre di San Valentino e l’allargamento della cabina di regia alla Camera di Commercio stessa e alla Fondazione Carit, specie riguardo l’evento principale che vogliamo sia di grande rilievo e attrattività, portando Terni On anche oltre il successo già ottenuto nella precedente edizione”. Lo precisa l’assessore al commercio Stefano Fatale.

Gli uffici della Direzione Economia-Lavoro e Promozione Territoriale sono al lavoro per l’edizione di settembre che è in programma per il 20, 21 e 22 settembre e – non appena sarà approvato il bilancio – si procederà anche con il bando per l’organizzazione degli spazi e degli eventi, come negli anni scorsi, allargato anche alle associazioni sportive.
“Sarà dunque un’edizione arricchita e ampliata rispetto alla precedente che organizzammo comunque nonostante il pochissimo tempo a disposizione – sottolinea l’assessore Fatale, in collaborazione con l’assessorato alla cultura e al turismo. Per far crescere l’evento abbiamo cercato di allargare la nostra rete, coinvolgendo direttamente Camera di Commercio e Fondazione, oltre a tutte le associazioni di categoria degli artigiani e dei commercianti. Siamo stati e restiamo aperti ad ogni ulteriore forma di collaborazione da parte delle associazioni dei commercianti, a cominciare da quelli del centro, nell’auspicio che possano entrare anche loro nel piano di marketing delle Terre di san Valentino, così da raggiungere il risultato di una strategia organica e vincente per il nostro territorio”.